dsc_9153.JPGdi Alfredo Bruno

Cristian Marchetti, 26 anni, ha conquistato per la seconda volta ai recenti Assoluti il titolo nella categoria dei mediomassimi. La prima volta l’impresa gli riuscì nel 2004 quando superò in finale il suo compagno di società, parliamo dell’Accademia Boxe Cremona dove insegna Luca Avosani, Alex Celotto, che attualmente è professionista. Diciamo subito che la fortuna è stata piuttosto avara nei suoi confronti tenendolo lontano dalla boxe quasi due anni per una serie di infortuni.

Quando nel 2006 si ripresentò a Milano erano in molti a pensare che la sua sarebbe stata una pura formalità, ma non fu così perché in finale si trovò di fronte il fino ad allora sconosciuto Alessandro Sinacore, discendente di Rodolfo, grande campione degli anni ’60. Il romano, micidiale potenza nel sinistro, vinse di misura con un verdetto che dava adito a qualche polemica soprattutto tra i fans del lombardo. Cristian, virgulto solido nato a Biedana(Mantova), rimandò il suo passaggio al professionismo per riprovarci agli Assoluti del 2007, ma soprattutto per ottenere la rivincita su Sinacore. Sic fuit direbbero gli antichi latini, il giovane faceva l’en-plein titolo e rivincita con un solo punto di vantaggio sul romano.

dsc_9170.JPG
Chi è questo giovane dal sorriso contagioso e sempre pronto alla battuta e allo scherzo? Il suo identikit rasenta un’estrema semplicità: “Ho studiato fino a 18 anni, poi ho smesso, non perché andavo male, ma semplicemente perché non mi andava più”. Una famiglia semplice la sua che non navigava certo nell’oro e quando Cristian trovò lavoro in un’ Azienda Gas-Acqua come operaio dovette senz’altro trarre un respiro di sollievo. La boxe si coniugò nella sua persona per curiosità, visto che un suo amico frequentava la Boxe Cremona. Nel gennaio del ’99 Marchetti si iscrisse nella società di Bottoni e Castellani e nel novembre dello stesso anno fece il suo esordio. Da quel giorno ha disputato più di 60 match.
Tra lavoro e allenamenti di tempo libero ce n’è poco e il giovane lo trascorre in gran parte con Ira, la sua fidanzata, e con gli amici. Qualche partita alla Play diventa già un problema mentre il suo tifo per la Juve ha basi solide: “ La squadra sta venendo fuori, per ora stanno giocando con le palle e basta. Al calcio per me si gioca in un’altra maniera, intanto finchè fanno punti va bene così”. Poca lettura e il cinema completano il suo standard di vita. Film d’azione a go-go, ma anche la serie natalizia con De Sica e Boldi hanno in lui uno strenuo sostenitore, e se tra gli attori predilige Bruce Willis, tra le attrici Monica Bellucci occupa in assoluto il primo posto.
La boxe oltre che praticarla la segue attentamente soprattutto in Internet e in televisione. Ha una grande ammirazione per alcuni campioni del passato come Mouhammed Alì, Marvin Hagler e Ray Leonard; mentre per quelli del presente c’è un posto ristretto per Miguel Angel Cotto e Floyd Mayweather, in attesa, si intende, dell’esordio al professionismo di un “certo” Cristian Marchetti nella categoria dei mediomassimi.

Di Alfredo

3 pensiero su “Conosciamoci meglio…Cristian Marchetti”
  1. Grande cristian! Per la prima volta ho visto sabato un incontro di pugilato dal vivo, il ragazzo sa trasmettere qualcosa dal ring, una cosa che ti coinvolge… mi sa che da oggi mi interesserò di più di questa nobile arte

    saluti dal lago d’iseo!

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi