%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Elezioni regionali Fijlkam: LAZIO unito in marcia… | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Elezioni regionali Fijlkam: LAZIO unito in marcia…

Plebiscito per il presidente ed i consiglieri uscenti, tutti candidati unici (con l’eccezione della lotta).

Di Leandro Spadari

Foto 1 CRLAZIO FIJLKAMRoma – I lavori della 40^ assemblea elettiva del Comitato regionale Lazio Fijlkam, ospitati sabato 21 dall’ Aula magna del Centro sportivo Giulio Onesti all’ Acqua acetosa, e svoltisi in un clima particolarmente disteso, positivo e concorde, com’era da attendersi peraltro, non hanno riservato sorprese …Sono da poco passate le 17:00 quando il presidente uscente Silvio Di Francia propone quale presidente dell’ assemblea l’avvocato Armando Argano, autorevole componente della Commissione sportiva/federale d’appello, quale vicepresidente Patrizia Priore, e segretario l’ex presidente, sempre molto attivo, Raffaele Coppola. E’ lo stesso Argano a comunicare i risultati delle operazioni svolte dalla Commissione verifica poteri e così riassumibili: società aventi diritto a voto 151, voti totali esprimibili 461; società presenti 100, voti totali 333, dichiarando pertanto l’assemblea validamente costituita. Prende la parola il presidente uscente e candidato unico Silvio Di Francia, che fa proiettare per prima cosa un filmato dal titolo “protagonisti per lo sport e nello sport” in cui, partendo da un’ immagine di Matteo Pellicone, vengono ripercorsi momenti agonistici e non solo con protagonisti in particolare atleti, tecnici, dirigenti del Lazio per tutte le specialità. Quindi Di Francia spiega che la sua candidatura è dovuta alla volontà ed opportunità di mettere a frutto le preziose esperienze maturate nell’ultimo quadriennio, imparando anche dagli errori commessi, errori da mettere in conto quando ci si confronta con uno scenario caratterizzato da cambiamenti rapidissimi e spesso poco prevedibili, citando in proposito l’autentico “crollo” di certe istituzioni con le quali si era iniziato ad impostare da tempo un costruttivo dialogo (ricorda con soddisfazione che il CR è stata la prima realtà sportiva federale ad essere ascoltata in una serie di incontri ufficiali promossi dall’ ente Regione Lazio). Ringrazia i vicepresidenti di settore con i quali dichiara “ho potuto lavorare benissimo”. Precisa che pur svolgendo personalmente attività politica non ha mai inteso creare commistioni tra i due mondi, quello politico appunto e quello sportivo. Menziona i rigorosi controlli anche incrociati cui sono sottoposti i bilanci regionali in un regime di totale correttezza e trasparenza e, pur avendo presente la povertà di mezzi economici disponibili, rivendica con orgoglio che le squadre giovanili regionali rappresentano un’autentica risorsa per la stessa federazione, che a Rio, sottolinea, ha conseguito un bottino di medaglie semplicemente “fantastiche”. Evidenzia inoltre l’importanza di un ingresso più articolato ed ampio nel mondo della scuola e ricorda la prossima riunione sotto l’egida del Coni Lazio avente ad oggetto il nuovo, cruciale regolamento per l’impiantistica sportiva di Roma Capitale, in cui vengono fissati i criteri in merito alla classificazione degli impianti, discipline, offerte, affidamenti, tariffe, etc Come è facile comprendere, una premessa ed una grande opportunità per tutti gli sport ai fini di un promettente e rinnovato sviluppo della loro presenza, visibilità e proselitismo. Rivolge quindi, tra gli applausi, un sincero ringraziamento: ”devo tutto a tutti voi” e conclude auspicando la crescita , sorretta da un’etica che sì concede diritti, ma al tempo stesso fa crescere, di una nuova classe dirigente che voglia un domani prendere in mano la fatica di portare avanti il Comitato. “Siamo forti” chiosa con un deciso richiamo identitario ” se manteniamo le radici con quello che eravamo” ( ed a tale riguardo, cita la manifestazione realizzata in memoriam della bella figura del campione judoista Luciano Di Palma, prematuramente scomparso purtroppo l’anno scorso). Si susseguono poi brevi interventi di tecnici e dirigenti di tutte le specialità tra i quali Danilo Di Pietro (karate), Danilo di Feliciantonio (judo), Vanessa Guerrini (karate),Massimo Montecchiani (karate), Gianni Caso (judo), Silvano Addamiani (storico maestro di judo, già presidente della commissione federale Azzurri ), Salvatore Finizio, consigliere nazionale della lotta e rappresentante federale all’ assemblea, che sottolinea i “valori unici” di cui sono portatrici le discipline Fijlkam …tutti interventi caratterizzati – dirà poi l’avvocato Argano – da una grande passione e centrati tra gli altri sulla comunicazione, la formazione, l’identità, i rapporti con la scuola, la promozione. Il presidente dell’ Assemblea relaziona quindi sui risultati delle votazioni: presidente – Silvio Di Francia, 301 schede valide a favore, schede bianche 32, schede nulle 0; consiglieri – judo, Gennaro Maccaro, 138 schede valide a favore, schede bianche 0, schede nulle 0; karate – Cinzia Colaiacomo, 117 schede valide a favore, schede bianche 2, schede nulle 0; lotta (due candidati) schede valide 76, Fabio Mastrangelo 42, Donatello Fracassi 34. Presenti all’assemblea gli indimenticati campioni i judoisti Felice Mariani e Massimo Sulli, insieme all’altra ex azzurra Alessandra Di Francia, oltre al papà Alberto Di Francia ; visti tra i presenti, e scusandoci con quanti non citiamo, per il karate i maestri Kohei Yamada e Luca Nicosanti, quest’ultimo in compagnia della consorte professoressa Alessandra Mancini; per la lotta, il professor Alfonso Bincoletto. Da citare l’intervento in chiusura di Riccardo Viola, presidente della Giunta regionale Coni Lazio, che in un breve intervento ringrazia per l’invito, ritorna sull’importanza del nuovo regolamento per l’impiantistica sportiva, e formula un in bocca al lupo ai presenti che riscontra, come lui del resto, contagiati dal volontariato, che definisce, sorridendo, “una brutta malattia”… Presenti inoltre per tutta la durata dell’assemblea con la loro preziosa, insostituibile assistenza le signore Daniela Ottati, responsabile ufficio territoriale Fijlkam e Rita Mazzini, del Ced federale. Da Roma praticamente è (quasi) tutto. Non resta che rivolgere un sincero e beneaugurante, anche se forse un po’ scontato, “buon lavoro, Comitato Regionale Lazio!”

Nella foto, scattata al termine dei lavori: da sin. Salvatore Finizio, consigliere nazionale lotta e rappresentante federale; Fabio Mastrangelo, Gennaro Maccaro, Cinzia Colaiacomo, Silvio Di Francia, Armando Argano.