copia-di-paris-sven-e-dheniSi avvicina a passi decisi il suono del primo gong della grande riunione che Rosanna Conti Cavini ha organizzato a Frosinone per il prossimo 30 gennaio. La manifestazione si terrà presso il locale Palasport “Città di Frosinone”, con inizio alle ore 20,30 e con ingresso gratuito, con la collaborazione dell’Accademia Pugilistica della città laziale presieduta da Dheni Paris e dell’amministrazione comunale, provinciale e di quella della Regione Lazio.

Il grande protagonista della serata sarà Sven Paris, il welter nato proprio a Frosinone che cercherà di dare una definitiva svolta positiva alla sua carriera strappando la corona Intercontinentale Wbo al danese Christian Bladt. Paris, già stella della nazionale dilettanti, è passato professionista nel 2002 e a suon di ko ha raggiunto presto le cinture del Mediterraneo e quella giovanile per la Ibf dei welter, aggiungendoci nel 2004 anche quella di campione italiano e quella Intercontinentale per la Wba. Nel 2005 sale di categoria, ma perde il suo primo incontro contro Loriga, quindi dà una prima svolta alla sua carriera e, dopo un vittorioso match nella Repubblica Dominicana, dove il padre Dheni è un alto dirigente pugilistico, entra a far parte dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, cosa che lo porta a conquistare nel settembre 2006 il suo secondo titolo italiano proprio davanti al suo pubblico. Ma Sven, dopo un altro test in Centro America, lascia il titolo e parte per gli Stati Uniti, dove si ferma poco più di un anno e combatte con alterne fortune ma con il gioiello della vittoria su Curiel nel sottoclou di un match di Oscar De La Hoya. Non soddisfatto della sua esperienza, che lo ha fatto decisamente maturare a livello umano e professionistico, Paris decide di tornare in Italia, dove lo abbracciano di nuovo Umberto e Rosanna Conti Cavini, che lo affidano alle cure di Alessandro Scapecchi per la prima vittoria a Savigliano. Sven, che però vive a Frosinone, decide di farsi allenare dal padre Dheni, che mai gli ha risparmiato critiche quando ciò era necessario, vince per ko un altro match nella serata mondiale di Grosseto e, rientrato nei welter e finalmente convinto che i sacrifici e gli allenamenti sono la strada giusta per il successo, può salire sul ring per battere Bladt, strizzare l’occhio alle alte graduatorie Ebu di una categoria, i welter, particolarmente ricca di nomi, e porre la sua candidatura anche al titolo Mondiale dell’Ente che si contenderanno a breve Cotto e Jennings. Pugile dal pugno pesante che non arretra mai, Sven Paris ha nelle sue corde la possibilità di regalare e regalarsi mille soddisfazioni: a un atleta convinto e psicologicamente preparato con le sue potenzialità nessun traguardo può essere irraggiungibile.

Oltre alle dodici riprese di Bladt-Paris (arbitro lo spagnolo Manu Maritxalar, giudici l’inglese Paul Thomas, il belga Andre Van Grootenbruel e lo spagnolo Manuel Oliver Palomo, supervisore Wbo il sammarinese Edoardo Ceccoli, commissario di riunione Rolando Barrovecchio), Umberto e Rosanna Conti Cavini propongono una serata dagli altissimi contenuti emozionali con protagonisti di gran classe: Michele Di Rocco, altro welter che può aspirare a grandi risultati, affronta quel Janos Petrovics che sarà al massimo della preparazione atletica per aver collaborato una settimana con Paris; Andrea Di Luisa, supermedio al terzo match della carriera da prof, cercherà di allungare la sua striscia vincente per ko e il suo avvicinamento al titolo italiano contro Gyula Gaspar; di grande interesse si annunciano invece i sei round dell’ultima new entry nell’organizzazione grossetana, l’albanese di Como Suat Laze, che dovrà dare conferma della sua boxe fatta di coraggio e pugni pesanti non contro il nigeriano Robert Osiobe, infortunatosi in allenamento, ma contro Csaba Ladanyi.
Ufficio stampa Rosanna Conti Cavini – www.rosannaconticavini.com

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi