Mani dorate quelle dei pugili della Quero-Chiloiro che in un mese hanno portato a casa medaglie e onore. Tra la festa dell’Immacolata e il Natale, infatti, la società tarantina può dire di aver baciato il tricolore in ben due occasioni, ovvero le massime competizioni dilettantistica e professionistica: l’oro di Francesco Magrì che ha vinto i campionati italiani Assoluti nei 71 kg l’8 dicembre 2022 a Gallipoli e il titolo italiano vinto da Giovanni Rossetti nei medi professionisti il 23 dicembre a Reggio Emilia. Un dicembre fortunato, anche se non di fortuna ma bravura e talento si parla, per la Quero-Chiloiro, che non si è risparmiata nulla anche a livello regionale con la partecipazione al torneo indetto dalla Federboxe di Puglia e Basilicata nelle date del 17 e 18 dicembre a Brindisi presso il tensostato delle Fiamme Oro locali, occasione in cui gli atleti tarantini hanno vinto altre due medaglie d’oro, entrambe nei 71 kg, con gli atleti Elite Alessandro Donvito e Giacomo Gioioso. I due 71 kg della Quero-Chiloiro, hanno questa volta gareggiato in due gironi diversi, evitando così di incontrarsi nuovamente come nella finale dei campionati regionali assoluti di novembre e, suddivisi nel girone A il primo e nel girone B il secondo, hanno conquistato il podio in regione: Donvito ha vinto in semifinale per sospensione cautelare alla seconda ripresa contro Roberto Schena della Pug.Rodio Brindisi, mentre la finale se l’è aggiudicata per walk over su Giorgio Caracci della Fit Zone Lecce; Gioioso ha invece battuto in finale per sospensione cautelare alla seconda ripresa Giorgio Povia della Fit Zone Lecce. Sempre nelle due giornate del 17 e 18 dicembre, un match fuori torneo per lo youth 51 kg della Quero-Chiloiro Francesco Leo che ha pareggiato contro l’esperto Thomas De Fusco della Boxe Perrone Taviano, mentre nella semifinale di torneo lo schoolboy 57 kg Christian Tursi, in una categoria di peso superiore alla sua, ha perso di misura contro Antonio Marzulli della Boxe Modugno e, infine, negli youth 75 kg Cosimo Conte ha perso in semifinale contro l’esperto Tiziano Greco delle Fiamme Oro dando prova di carattere e caparbietà.

Il 16 dicembre è stato incentrato invece su una riunione prettamente di boxe giovanile che si è svolta a Matera nella co-organizzazione tra la Pegasus di Luciano Panettieri e la Quero-Chiloiro. Tra i baby atleti tarantini che hanno partecipato alle gare di sparring-io (contatto leggero, di touch) negli allievi 50+ kg Lorenzo Rucco ha vinto nel derby contro Francesco Albano della Pugilistica Taranto dopo una gara molto equilibrata, mentre nelle altre gare tra Quero-Chiloiro e Pegasus Matera, tra una serie di pareggi un po’ stretti, negli allievi 50+ kg Mario Preteso ha battuto Emanuele Manicone, negli allievi 40 kg Cristopher Spagnuolo ha pareggiato contro Carlo Incampo, nei canguri 45 kg Giovanni Ungaro ha pareggiato contro Salvatore Lionetti, nei canguri 45+ kg Vincenzo Quero, nipote d’arte della Quero-Chiloiro, ha pareggiato contro Christian Cirrottola, infine nei canguri 45 kg George Caforio ha pareggiato contro Luca Olivieri.

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi