_DSC0236 come oggetto avanzato-1 _DSC0312 come oggetto avanzato-126169898_839492656218112_8365369469294097683_ndi Amedeo Raffi

Un Giulio Spagnoli gongolante nel constatare il rispetto delle aspettative che davano un tutto esaurito alla manifestazione di pugilato organizzata a Nepi dalla Round Zero, Società da Lui rappresentata con Roberto Sabbatini, fa da anfitrione all’evento che non tradisce le aspettative del pubblico. Il successo consacrato dalle oltre duemile presenze nel pubblico è un ottima constatazione che il pugilato esiste e quando il cartellone stuzzica l’interesse degli sportivi il loro sostegno non manca.

L’apertura della Kermesse è affidata a quattro incontri dilettantistici, tutti di ottima fattura, equilibrati e in grado di trasportare il pubblico verso le prestazioni più attese. Nel primo incontro professionistico che vede l’esordio nei del superpiuma romano Luca Angeletti, il pubblico ha subito l’occasione di infiammarsi con il  beniamino che parte in quarta alla ricerca dell’avversario e stampa più volte il gancio destro sul volto di questi. Si prosegue sempre con la solita intensità nelle riprese successive ed il serbo Milovan Dragojevic può solo arginare l’aggressività dell’avversario con tentativi di imbrigliamento subito fermati dall’ottimo arbitro Ramacciotti. La quarta ripresa risulta decisiva con Luca Angeletti sempre più determinato che investe l’avversario con serie di colpi inviandolo a terra per i due conteggi decisivi che decretano l’arresto del combattimento.

Luca Angeletti, ottimo fighter romano, ha confermato tutte le doti che già aveva messo in mostra da dilettante ed in particolare agli assoluti 2016 di Bergamo dove sfiorò il podio più alto eliminando dalla corsa l’azzurro Sedik Bouafriek

Il main event della serata è per l’idolo ex campione mondiale Giovanni de Carolis che nei supermedi affronta il serbo Bojan Radovic. Già dall’ingresso sul ring si vede un De Carolis tirato a lucido e forse con la testa rivolta ai prossimi impegni australiani. Non rischia niente e fin dalla prima ripresa impone il suo gancio con l’invio al tappeto dell’avversario per ben due volte. A un minuto e dodici secondi della seconda ripresa si ha lo stop definitivo del combattimento con l’avversario a terra per combinazioni di montanti al fegato e ganci al volto.

Risultati:

Dilettanti:

  1. 64 – Ehin Sahli (Roma XI) v.p.vs. Simone D’Innocenzo (Audace Boxe)
  2. 75 – Riccardo Mazzocchi (Boxe Latina) v.p. vs. LeonardoTurchetti (Roma XI)
  3. 64 – Alessandro Fersula (Roma Est) v.p. vs. Salvatore Contino (Audace)
  4. 69 – Matteo Conti (Boxe Latina) v.p. vs. Patrizio Moroni (RomaXI)

Professionisti:

superpiuma: Luca Angeletti v.kot 4°r. vs. Miloan Dragojevic

supermedi: Giuovanni De Carolis v.ko 2°r. vs Bojan Radovic

Commissario di riunione: Orfeo Mollicone

Arbitri e giudici: Rolando Frascaro, Francesco Ramacciotti, Francesco Rega, Giorgio Volpin.

Foto di Renata Romagnoli

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi