di Alfredo Bruno

copia-di-dsc_7352La Boxe San Basilio ieri ha organizzato la sua prima riunione per il 2009, la società grazie all’opera di Carlo Maggi e Sergio Calì è sempre tra le più attive e anche in questa occasione oltre ad atleti collaudati ha presentato alcuni nuovi prodotti della sua scuola. La riunione, imperniata sulla sfida con l’Abruzzo, si è svolta dentro la bella palestra di via Barelli a Pietralata ed ha avuto il sostegno di un buon pubblico.


Rau e Parisi sono due cadetti, ma hanno già grinta e vitalità da vendere. Sono partiti subito a spron battuto. Rau bene in linea ha contrato il suo avversario con colpi dritti che alla lunga hanno disorientato l’abruzzese, che ha subito tra l’altro due conteggi, ma che ha costretto il pugile di casa ad un duro scambio nel finale senza intaccare il verdetto. Adamini e Panconesi sono al loro primo match, ma i due sembrano aver abolito dal loro vocabolario la parola emozione. Adamini con la classica impostazione dettata dagli insegnamenti di Maggi frena con colpi d’incontro di buona fattura l’aggressività di un avversario mai domo e vince. Un buon match disputano Moschella e Menna. Il primo dimostra una certa abilità nei movimenti del tronco ed evita parecchi colpi di un rullo compressore come Menna, che però riesce a chiuderlo all’angolo proprio nel finale facendogli subire un conteggio e la sconfitta.

vitturiniVitturini parte subito forte come è sua caratteristica, costringendo Mazzetti a coprirsi a testuggine per far passare la tempesta. Il pugile di San Basilio non rallenta il ritmo anche se subisce un richiamo. Mazzetti, buon fighter, accetta gli scambi nella terza e quarta ripresa, ma non può certo evitare una chiara sconfitta. Tra Appolloni e Giampaglia il match prende una piega decisamente favorevole al primo che costringe l’avversario a subire due contrggi. Nel secondo round un infortunio alla mano di Giampaglia richiede l’intervento del medico con il relativo stop.
C’è molta curiosità per il rientro dopo 5 anni di Sara De Palma ( nella prima foto9, una delle primissime campionesse d’Italia. Sara, 26 anni, è intenzionata a riconquistare il tempo perduto. A verificare le sue ambizioni è stata chiamata Diletta Cipollone, che non solo non si è fatta intimidire dalla potenza dell’avversaria, ma ha ben replicato e il match ne ha decisamente acquistato in intensità. Un pari perfetto per due ragazze che diranno senz’altro la loro in campo nazionale.
Albani è una delle ultime “creature” di Maggi. Il giovane che ha cominciato come amatore in poco tempo sta bruciando le tappe e oggi è buon II serie. Contro di lui Di Russo ha messo sul piatto della bilancia la sua aggressività e i colpi larghi, che in qualche occasione sono arrivati a segno. Albani colpisce bene per linee interne accumulando punti. Di Russo invece insiste nel colpire con il guantone aperto incamerando tre richiami ufficiali con la relativa squalifica alla quarta ripresa. Chiude la serata Centi che ha imposto nelle due riprese iniziali la sua boxe aggressiva a Maurizio, costretto a indietreggiare senza poter evitare vari colpi arrivati a segno. Nella seconda metà del match Centi appare stanco e ne approfitta Maurizio per recuperare, ma non del tutto visto che proprio allo scadere il pugile di casa ha un’ impennata rabbiosa che gli consente di vincere.
RISULTATI
Cadetti – Leggeri: Rau (Boxe Roma San Basilio) b. Parisi (Abruzzo). Medi: Appolloni (Boxe Roma San Basilio) b. Giampaglia (Abruzzo) rsci 2.
Senior – Piuma: Vitturini ( Boxe Roma San basilio) b. Mazzetti ( Roma Tricolore). Leggeri: Sara De Palma (Boxe Roma San Basilio) e Diletta Cipollone (Abruzzo) pari. Welter: Adamini (Boxe Roma San Basilio) b. Panconesi (Boxe Gym Trigoria). Superwelter: Albani (Boxe Roma San Basilio) b. Di Russo (Abruzzo) per squal. 4; Centi (Boxe Roma San Basilio) b.Maurizio (Abruzzo). Medi: Menna ( Boxe Roma San Basilio) b. Moschella ( Kick Boxing Club Roma).
Arbitri: Mollicone O.(C. R.), Scali, Vincenti, D’Erasmo, Montanini.
Medico: dott. Andrea Fabbricatore.

Di Alfredo

2 pensiero su “A San Basilio non passa l’Abruzzo”
  1. Cara Sara hai ragione. il dato l’ho preso dalla tua ultima affiliazione. Ritengo che il tuo rientro sia un acquisto formidabile per il pugilato femminile italiano…tenendo anche conto che nel 2012 le donne esordiranno alle Olimpiadi.

  2. preciso che gli anni passati fuori dal ring per me sono stati ben 7………..cmq sono tornata….a presto……e n ci saranno verdetti pari.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi