12417671_10207483268577604_5718055549575135002_n come oggetto avanzato-1Gran bella serata di boxe quella disputata ieri ad Ariccia nella Palestra di via del Casaletto, organizzata ancora una volta dalla Champion Club di Marcello Paciucci, che festeggia i 30 anni di attività, con ben 10 matches disputati all’insegna dell’equilibrio. C’ è anche il tempo per una presentazione sul ring di alcuni protagonisti della boxe laziale con Michael Magnesi, Valerio Mazzulla, Giovanni Tagliola, tutti neo pro, e Mirko Carbotti campione italiano agli Assoluti di Roseto degli Abruzzi. Paciucci dà appuntamento alla prossima riunione mista che organizzerà il 28 febbraio a Nettuno insieme con Nando Onori, dove saranno protagonisti Michael Magnesi e Carel Sandon opposti a validi avversari.

L’apertura vedeva di fronte gli Junior Qamili e Di Camillis. L’iniziativa costante di Qamilli veniva premiata con il verdetto nonostante il bel finale del suo avversario. Nel match seguente Gobbi dà l’idea di un caterpillar costringendo Moroni a tre riprese estenuanti, in cui l’allievo di Bellincampi non si è certo tirato indietro. Il verdetto veniva assegnato a Gobbi, tra l’altro più preciso. Cancelli e Bruni iniziano con prudenza, ma con il passare dei minuti il match si fa incandescente con scambi pesanti. Verdetto assegnato a Cancelli contro un avversario da prendere con le molle. Cecchetti cerca di imporre la sua potenza a Yuri Moroni. Match duro con scambi furiosi. Cala il ritmo e nel secondo round c’è un richiamo a Cecchetti. Terzo round convulso e verdetto a Cecchetti. Migliore cerca di tenere l’iniziativa contro Wowks, che appare più preciso. Verdetto a Migliore. Leopardi inizia a spron battuto, ma trova sempre pronto alla replica Giannini che ottiene il verdetto. La potenza di Radoi viene bilanciata dai colpi d’incontro di Aleksandrov che termina in crescendo, ma non recupera lo svantaggio dei primi due round. Tra Carbotti e Mariani match ad alta tensione dove il terzo round decide a favore del primo, apparso più vario.

Tocca nel finale agli Elite. Mastronunzio se la vede con il rientrante Marchetti, che nonostante un po’ di ruggine per l’assenza dal ring gli dà filo da torcere disputando un match seguito con attenzione dal pubblico. Verdetto assegnato a Mastronunzio e applausi per entrambi. Finale pirotecnico con Papola e Balanenko. I due disputano il match più spettacolare della serata senza un attimo di sosta con buona impostazione tecnica. Il pari li accomuna negli applausi e nel verdetto.

RISULTATI

J – Eddy Qamili (S.S. Lazio) b. Iacopo Di Camillis (Boxe Ceccano).

Y – Alessandro Gobbi (Body Evolution) b. Thomas Moroni (Champion Club).

Y – Valerio Cancelli (S.S. Lazio) b. Filippo Bruni (Boxing Arcesi).

S – Davide Cecchetti (S.S. Lazio) b. Yuri Moroni (Champion Club).

S – Valerio Migliore (Champion Club) b. Erick Wowks (Phoenix Gym).

S – Matteo Giannini (Bellusci Boxe) b. Davide Leopardi ( Champion Club).

S – Dan Radoi (Champion Club) b. Artur Aleksandrov (Boxing Arcesi).

S – Fabrizio Carbotti (Silicella B. Team) b. Andrea Mariani (Boxe il Gabbiano).

E – Alessio Mastronunzio (Phoenix Gym) b. Mirko Marchetti (Body Evolution).

E – Luca Papola ( Pugilistica Italiana)   e Dmitro Balanenko (New Boxe).
Commissario di Riunione: Lorenzo Casentini.

Arbitri/Giudici: Raffaele Derasmo, Giorgio Volpin, Marco Annibali, Vincenzo Stipa.

(al. br.)

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi