copia-di-dsc_7035

di Alfredo Bruno

Tutto ben organizzato, tutto ben oliato al Mambo King, noto locale sulla Pontina, dalla Boxe Champion Club del vulcanico Marcello Paciucci e del riflessivo Lamberto Petrecca per una piacevole serata di boxe e pizza al ritmo di Mambo e Capoeira, introdotta dal mitico Marco Facchini con una bella canzone del repertorio di Frank Sinatra. Il numeroso pubblico accorso ha avuto modo di assistere a ben 11 match, cosa di non poco conto al giorno d’oggi, che hanno fornito buono spettacolo, dove si sono messe in luce alcune novità interessanti tra gli esordienti.


Nel primo match Nardi non si fa troppo pregare per prendere l’iniziativa, ma trova una strenua resistenza nello scambiare da parte di Turno. I due mantengono un buon ritmo e col passare dei minuti Turno pur dovendo subire spesso l’iniziativa dell’avversario appare più preciso con il diretto sinistro doppiato dal destro. Il verdetto viene assegnato a Turno su un Nardi, un po’ frenato da una fastidiosa emorragia dal naso. Carbè ci tiene a far bella figura di fronte ai suoi numerosi sostenitori, ma trova in Di Paolo un avversario che approfitta di ogni spazio per piazzare i suoi colpi insidiosi. Il gemellaggio tra la Laima Team e la Boxe Champion Club viene accantonato dalla foga di questi due ragazzi in gamba. Carbè più continuo pian piano trova il bandolo della matassa costringendo l’avversario a scambiare alle corde, ma non viene premiato dal verdetto tra le proteste di Paciucci. Il santo pari ancora una volta si è andato a far benedire, ma non è così tra le due ragazze Arianna Zaccagnini e Prisca Pannone, rientrata in giornata dall’ America. La Pannone è un rullo compressore e non concede tregua e spazi alla sua avversaria, più dotata tecnicamente, che trova anche modo di replicare accettando gli scambi. La parità diventa una perfetta etichetta per queste due ragazze di cui sentiremo senz’altro parlare ai prossimi Campionati Italiani.
 Deidda è uno spilungone che spara colpi dritti, simili a sciabolate, oltrettutto non dà tregua a Fabbro che appare frastornato e in difficoltà. Nel terzo round Deidda perde in precisione ma non certo in continuità, per il suo avversario è troppo e un infortunio alla mano diventa liberatorio. Macci Roman fisicamente sembra filiforme ma ha buona tecnica e velocità. Pellino pur cercando lo scontro frontale non sembra in condizioni di ribaltare le sorti del match, anzi in alcune occasioni sembra accusare i precisi colpi dell’allievo di Condello e Sinacore.
Tocca quindi al match più atteso della serata nonostante siano di fronte due esordienti. Fantogini, l’Hemingway o il Jack London della nostra epoca, prova sulla sua pelle ciò che lui scrive quotidianamente su Boxenet, di cui è una delle firme più conosciute e apprezzate. Ha in Caiazzo un avversario decisamente più giovane che forse sente di meno la tensione e lo si vede dalle prime battute in cui l’allievo-scrittore della Laima appare contratto. L’ignoto fa sempre un po’ paura, poi con il passare dei minuti il nostro eroe si scioglie e soprattutto dalla media distanza piazza pregevoli combinazioni. Il match è equilibrato, ma è l’ultimo minuto a sciogliere i dubbi con scambi favorevoli a Fantogini tra gli applausi del pubblico, i flashes di numerosi fotografi, e il tifo di un suo fan d’eccezione: “El Puma” Di Silvio che il 27 affronterà per il titolo Califano.
dsc_7025E’ una serata di boxe e spettacolo. E in una sorta di intervallo-show c’è una brillante esibizione di Capoeira con il maestro Dos Santos e una splendida praticante. Il maestro chiude la sua esibizione con venti incredibili capriole in successione senza riposo, un vero e proprio record. Poi appaiono d’incanto due bellissime brasiliane che al suono di Mambo e Samba nei caratteristici costumi  ballano tra il pubblico entusiasta, proteso a immortalare la scena con le macchine fotografiche.
Si torna alla boxe con il poderoso Fronteddu che sgretola la tenace resistenza di Vitelli con colpi mozzafiato. Il pugile di Albano cerca di frenarlo come può, ma non può evitare un’ammonizione e un conteggio prima dell’interruzione avvenuta al terzo round per una fastidiosa epistassi dal naso. Piffer e Necci tecnicamente sono ancora agli albori, ma mettono in evidenza un’incredibile velocità e fiato per la loro categoria. Piffer “telefona” ancora nel portare i colpi, ma Necci li riceve ugualmente e reagisce pur senza trovare la strada per un verdetto favorevole. Tra Bevilacqua e Carnevale sembra più una partita a scacchi dove chi sbaglia paga. Corpo a corpo e abbracci sono il refrain  dominante. Quando i due si sciolgono diventa il momento della verità e il più preciso appare Carnevale.

copia-di-dsc_7097
Pesce, che nell’occasione ha all’angolo Salvatore Cascio, e Manzoli disputano il più bel match della serata. Hanno le caratteristiche giuste: l’attacco spietato, un fiato inesauribile e il coraggio. Pesce rientra dopo vari mesi di lontananza, ma appare subito in forma strepitosa bombardando da ogni angolo il suo avversario, che ha una dote non comune ed è quella di risorgere proprio quando lo dai per spacciato. Le tre riprese da tre minuti hanno avuto due protagonisti incredibili accomunati più che dal risultato di parità dal caloroso applauso del pubblico. Tocca quindi a Zaccagno e De Simone chiudere la bella serata. I due giovani lo fanno nel migliore dei modi. Zaccagno attacca con colpi dritti, mentre De Simone appare più scenografico con colpi larghi. E’ un bel match con vicende alterne. Zaccagno è un pugile che non dà respiro all’avversario e scambia in spazi ristretti come un fazzoletto, stavolta la giuria non ne ha riconosciuto i meriti assegnando la vittoria al bravo avversario della Phoenix Gym.

copia-di-dsc_6872

RISULTATI
Cadetti – Piuma: Di Paolo ( Laima Team) b. Carbè (Boxe Champion Club). Welter: Deidda (Boxe Champion Club) b. Fabbro (Talenti Boxe) rsci 3.
Senior – Piuma: Arianna Zaccagnini (Talenti Boxe) e Prisca Pannone (Valle dell’ Inferno) pari. Welter: Fantogini (Laima Team) b. Caiazzo (Boxe Champion Club); Turno (ASD New Boxe) b. Nardi (Phoenix Gym). Superwelter: Macci Roman (Roma Tricolore) b. Pellino (Phoenix Gym); De Simone (Phoenix Gym) b. Zaccagno (Scuola Boxe A. Volpe). Medi: Pesce (Boxe Champion Club) e Manzoli (New Boxe) pari; Fronteddu (Boxe Champion Club) b. Vitelli (Boxe Iron Muscle) rsci 3. Mediomassimi:Piffer (Phoenix Gym) b. Necci (Laima Team); Carnevale (Boxe San Basilio) b. Bevilacqua L. (Body Fight).
Arbitri: Mollicone O. (c.r.), Stipa, Angileri, Scali, Galdieri.
Medico: dott. Francesco Leonelli.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi