Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

BOTTINO PIENO PER I THUNDERS | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

BOTTINO PIENO PER I THUNDERS

Perentorio 5 a 0 in casa contro i Kremlin Bears di Mosca
Milano – 18 Febbraio 2011. Continua il cammino vincente dei Dolce & Gabbana Milano Thunder, che infilano la quinta vittoria consecutive nelle mura amiche del Palasharp.
Gli avversari in questa occasione sono i russi dei Kremlin Bears, già battuti dal team milanese nei due precedenti incontri (la sofferta vittoria per 3 a 2 a Mosca e il 4 a 0 al Palasharp il 17 dicembre).

I moscoviti schierano una formazione in gran parte inedita, con l’esordio nelle WSB del bantam Rafik Magerramov, del leggero Valery Plyaskin e del 73 kg Evgeny Myakinin. L’incontro previsto per gli 85 kg tra Bosko Draskovic e Zhavlonbek Usmanov viene deciso fuori dal ring: il russo non ottiene il visto dopo essere stato già registrato per il match e non può presentarsi alla Cerimonia del peso. Secondo il regolamento WSB è walk over e quindi il match parte con i thunders già in vantaggio 1 a 0.
Nel primo match salgono sul ring l’ucraino Vitaliy Volkov e il russo Rafik Magerramov. Volkov è probabilmente una delle sorprese più gradite nel team guidato da Damiani: partito come riserva, si è conquistato la fiducia del coach ed è stato utilizzato con continuità, ottenendo alcuni risultati importanti. Anche stasera Vitaliy non tradisce le attese e conduce un match attento e aggressivo, conquistando un verdetto unanime e schiacciante.
Punteggio finale Vitaliy Volkov – Rafik Magerramov: 3-0
49-46; 49-46; 49-46
Nei 61 kg Valery Plyaskin esordisce contro Domenico Valentino ed è sicuramente un debutto proibitivo per il giovane russo, che può poco contro il campione del mondo di Marcianise. Valentino conduce il match dall’inizio alla fine, combattendo sempre al centro del ring e costringendo Plyaskin a difendersi.
“Sono soddisfatto della mia prestazione – ha commentato il campione italiano – anche se nelle ultime due riprese ero un po’ stanco ed ho dovuto gestire le mie energie. Ora mi prenderò un po’ di riposo per poi ricominciare la preparazione in vista del rush finale che ci porterà all’ultimo incontro in casa con Parigi, dove ci giocheremo tutto. La classifica individuale non è la mia priorità e non lo è mai stata. Penso soprattutto ai risultati della squadra e a raggiungere le semifinali.!
Punteggio finale Domenico Valentino – Valery Plyaskin: 3-0
49-46; 50-45; 50-45
Nei 73 kg torna sul ring Eammon O’ Kane, protagonista di un match di esordio davvero convincente contro Onder Sipal, campione nazionale turco e pugile di grande spessore, battuto lo scorso 4 febbraio. Anche stavolta O’ Kane non tradisce le attese contro
l’esordiente Myakinin e mostra una boxe aggressiva. Il match è avvincente, con scambi di colpi e un sostanziale equilibrio, anche se l’irlandese si dimostra sempre leggermente superiore.
Punteggio finale Eammon O’ Kane – Evgeny Myakinin: 3-0
49-46; 49-46; 48-47
Punteggio finale Bosko Draskovic – Zhavlonbek Usmanov: Win by Walk over
Nel quinto match Benjey Zimmerman affronta il giovanissimo peso massimo Sherip Daudov, 19 anni, ma un curriculum già di spessore, al suo primo vero match nelle WSB dopo la sconfitta per walk over contro Sivko. La differenza sul piano fisico tra i due non potrebbe essere più evidente. 15 cm e 30 kg separano i due pugili, ma l’incontro rimane comunque equilibrato ed il russo non sembra soffrire troppo la potenza del colosso delle Antille. Alla fine della terza ripresa la situazione è di sostanziale parità, con Zimmerman leggermente avanti nel punteggio. Nel quarto round Zimmerman subisce una penalità di un punto, che potrebbe compromettere il suo match, ma reagisce con orgoglio. Diventa decisiva l’ultima ripresa, nella quale i due pugili mostrano di essere piuttosto stanchi e Zimmerman prevale di poco.
Punteggio finale Benjey Zimmerman – Oleksiy Sivko: 3 – 0
48-45; 47-46; 47-46