copia-di-nalboxeSotto l’organizzazione della Nalboxe, il ritorno, intitolato “Mettiamo KO la violenza”, ha visto, con grande successo, la partecipazione e collaborazione della Onlus Canguro Flights Aid, l’associazione che ha come scopo l’organizzazione di voli umanitari in paesi sottosviluppati e/o con problemi derivanti da calamità naturali e da eventi bellici.
Sul quadrato della Palestra Cena il primo gong è suonato alle ore 21.00. A bordo ring, in rappresentanza del Comune di Ivrea, è intervenuto l’Assessore allo Sport Dott.ssa Laura Barberis che, insieme al Comandante del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Ten. Col. Michele Di Paola ed al Comandante del Reparto Agonistico del C.S.E. Ten. Col. Walter Borghino, ha assistito con grande entusiasmo agli incontri.


A commentare l’andamento dei match è il Coordinatore delle Federazioni Sportive del C.S.E., il Cap. Pino Minissale, che ha organizzato e seguito i due eventi.
“In tutto ad Ivrea si sono svolti sei incontri. Quello previsto per la categoria dei 51 Kg. non è stato disputato in quanto l’azzurro Alfonso Pinto era ancora dolorante per l’infortunio alla mano destra, che ha pregiudicato anche l’incontro dell’andata a Roma, in cui il nostro atleta, infatti, non ha potuto dare il cento per cento. Benissimo anche questa volta per i due olimpionici militari Vittorio Jahin Parrinello, che nei 54 Kg. ha battuto ai punti il francese Youssef Sali, e Alessio Di Savino, che nei 57 Kg. ha  avuto la meglio, sempre ai punti, sul francese Amine Boumerddaci, ripetendo l’ottima performance dell’andata. Entrambi stanno mostrando molta sicurezza e determinazione. Troppo forte l’avversario transalpino, il giovane Mathieu Bauderlique, di Salvatore Grieco, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, che purtroppo non è riuscito, anche questa volta, nei 75 Kg., a contrastare la sua avanzata. Eccellente e coraggioso il nostro Luca Melis che nei 64 Kg., nonostante il verdetto sia andato a favore del francese Samir Machrouth, ha dimostrato una grande crescita dal punto di vista fisico e tecnico-tattico. Avrebbe meritato il verdetto di parità… Che è andato giustamente all’incontro della categoria dei 69 Kg., in cui Carmine Cirillo ed il vicecampione europeo Xavier Noel hanno boxato in modo equilibrato, mostrandosi entrambi superiori in fasi alterne del match. Finito in parità anche l’incontro tra il laziale Paolo Iannucci ed il francese Dimitri Balossa. Iannucci si è riscattato, parzialmente, del match romano, grazie al buon gioco di gambe. Nel complesso, anche questa tappa è andata più che bene e ci sono tutte le premesse per dare vita ad un altro evento organizzato dal Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito”.
Brano tratto da www.fpi.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi