Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Campionato mondiale per la pace WBC: Victor Betancourt: “Marsili, non scappare” | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Campionato mondiale per la pace WBC: Victor Betancourt: “Marsili, non scappare”

Da sinistra Emiliano Marsili e Victor Betancourt Da sinistra Kamil Szeremeta e Alessandro Goddi (6)All’Hotel Ibis Styles Roma Eur, in Viale Egeo 133, si è svolta la seconda conferenza stampa di presentazione del campionato mondiale per la pace WBC che avrà luogo venerdì 23 febbraio al Palazzo dello Sport di Roma. Nel clou i pesi leggeri Emiliano Marsili (35 vittorie, 14 prima del limite e 1 pari) e Victor Betancourt (22 vittorie, 10 per ko, e 1 sconfitta) si affronteranno per il titolo per la pace WBC. A giudicare dalla dichiarazione che Victor Betancourt ha voluto leggere in italiano, la sfida sarà sicuramente spettacolare: “Marsili, venerdì sera sali sul ring per combattere. Non scappare”. Pronta la replica di Marsili: “Non sono solo un pugile tecnico che vince grazie alla strategia. So fare tutto, anche accettare gli scambi a viso aperto. Lo scoprirai venerdì sera.” Betancourt si riferiva all’abitudine dei pugili messicani di scambiarsi pugni senza pensare troppo alla difesa: vince chi rimane in piedi. Uno stile che piace molto al pubblico messicano, portoricano e statunitense, ma che in Europa non è popolare né fra i pugili né fra i loro maestri. “Primo, non prenderle” diceva Giovanni Trapattoni. Lo stesso dicono gli allenatori di pugilato. Che diventi una pelea messicana o una sfida tecnica all’europea, Marsili-Betancourt sarà certamente all’altezza delle aspettative. Betancourt si è allenato con pugili di valore internazionale come l’ex campione del mondo dei pesi superpiuma WBC Francisco Vargas e questo dice tutto su quanto Betancourt sia determinato a battere Marsili. La riunione sarà trasmessa da Fox Sports (canale 204 della piattaforma Sky) a partire dalle 20.30 con il commento di Mario Giambuzzi e dell’ex campione del mondo dei pesi welter Alessandro Duran, le interviste a bordo ring di Andrea Paventi e la conduzione in studio di Marco Russo.

“Voglio ringraziare Fox Sports per la produzione in grande stile – commenta il presidente della Opi 82 Salvatore Cherchi – e il ministro dello Sport Luca Lotti, il presidente della FPI Vittorio Lai, il Coni di Giovanni Malagò, lo sponsor Enrico Tantussi e il WBC senza i quali non sarebbe stato possibile realizzare questo evento.”  Il vice-presidente del WBC Mauro Betti ha voluto ricordare la finalità sociale della manifestazione: “Raccogliere fondi da destinare alle vittime dei terremoti che hanno colpito l’Italia e il Messico è un’idea del presidente del WBC Mauricio Sulaiman. Siamo onorati di poter collaborare con Scholas, la fondazione voluta da Papa Francesco.”

Nel co-main event, Alessandro Goddi (33-2-1) e Kamil Szeremeta (16-0) si contenderanno il vacante titolo europeo dei pesi medi. “Mi ero preparato per affrontare Emanuele Blandamura – spiega Szeremeta – ma poi lui ha abbandonato il titolo europeo. Non è un problema, ho avuto il tempo per studiare Alessandro Goddi e sono pronto per batterlo.” Ugualmente ottimista il pugile italiano: “Sono sempre pronto perché mi alleno tutto l’anno. Posso affrontare chiunque anche con scarso preavviso. Diventerò campione d’Europa”.

Domani alle 13.00, sempre all’Hotel Ibis Styles Roma Eur, si svolgerà la cerimonia del peso di tutti i pugili che combatteranno al Palazzo dello Sport. Venerdì, i cancelli apriranno alle 18.00. Il primo combattimento inizierà alle 19.00.