Nella mattinata del 17 febbraio u.s., si è svolta, presso la sede della FPI, la programmata riunione con le società organizzatrici pro a cui hanno partecipato il sottoscritto, il Prof. Enrico Apa ed il Dott. Andrea Locatelli.In apertura di riunione, è stato tratteggiato, dal sottoscritto ed Apa, un consuntivo dell’attività federale svolta a sostegno del movimento Pro. In particolare, sono state illustrate le risorse erogate dalla FPI, nel 2017, per l’organizzazione di eventi Pro (circa 82.000,00 Euro), e quelle che verranno messe a disposizione nel 2018 (di cui circa 185.000,00 già stanziate nel bilancio preventivo 2018).

Nel 2018, lo stanziamento sarà strettamente connesso al nuovo progetto, redatto da Locatelli, che dovrebbe  produrre, tra l’altro, ulteriori risorse economiche per l’organizzazione di eventi.

Il predetto progetto è stato studiato, infatti, per l’attivazione di un meccanismo virtuoso che dovrà sostenere il movimento Pro attraverso il coinvolgimento di diversi attori (un’agenzia di marketing, piattaforme televisive e sponsor).

Sono state illustrate, altresì, le incisive riforme regolamentari realizzate dalla Federazione – sempre nel 2017 – tra cui la riclassificazione dei pugili nelle qualifiche 1, 2 e 3 serie, la nuova e più snella procedura di autorizzazioni ai match e la possibilità di tesseramento diretto dei pugili alle società affiliate.

Il sottoscritto ha voluto evidenziare che il processo di sostegno al movimento pro, che la federazione sta ponendo in essere, dovrà seguire delle apposite linee guida tra cui:

1) massimo coinvolgimento nel progetto di tutti gli attori del mondo Pro;

2) erogazione dei sostegni economici, frutto del progetto, in relazione alla qualità degli eventi nonché alla capacità organizzativa delle società organizzatici;

3) progressiva implementazione del sostegno economico, da parte della Federazione, nel corso del quadriennio.

 

La riuscita del progetto richiede – come sottolineato dallo scrivente, da Apa e da Locatelli – che l’attività organizzativa sia imprescindibilmente caratterizzata dai seguenti requisiti:

1) affidabilità;

2) capacità di programmazione;

3) sostegno al vivaio pugilistico e quindi alle società affiliate attraverso l’implementazione degli eventi “Pro misti” che dovranno prevedere anche match aob e femminili.

Nel corso della riunione, Locatelli ha illustrato tutti i dettagli del progetto la cui attuazione dovrebbe realizzare, secondo le intenzioni, un’efficiente strumento promozionale della nobile arte con ricadute positive per le società affiliate e per l’intero movimento pugilistico italiano.

Voglio ringraziare personalmente il Presidente Lai ed il resto del Consiglio federale che stanno supportando tale lavoro.

Tutti nella stessa direzione.

Il Vice Presidente Vicario

Dott. Flavio D’Ambrosi

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi