Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

“El Puma” Di Silvio domani affronta Patera per il Mediterraneo WBC | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

“El Puma” Di Silvio domani affronta Patera per il Mediterraneo WBC

15306612_378491562501624_3703907855368192000_nPasquale Di Silvio è partito per il Belgio, diretto a Sint Truiden, con il suo manager Marcello Paciucci. “El Puma” appare bello carico e determinato per questa ennesima carta che si gioca domani 4 febbraio all’Estero con tutti i pericoli che ciò comporta. C’è poco da selezionare, le occasioni si prendono al volo, anche perchè Di Silvio a 37 anni è ben consapevole di dover percorrere un binario a senso unico. Il suo avversario è un belga di nome Francesco Patera, non difficile capire le origini, ha 14 anni in meno del nostro pugile, che apparentemente fanno pendere l’ago della bilancia verso il padrone di casa. In palio c’è il Titolo del Mediterraneo WBC, ma poco importa, perchè il valore dei due pugili è il miglior biglietto da visita, e questo Titolo potrebbe diventare un aperitivo per qualcosa di più grande e di più sonante, parlando di soldi. Di Silvio non smette di allenarsi per trovarsi sempre pronto per ogni evenienza, lo richiede anche la sua boxe scintillante, fatta di scatti, scelta di tempo, velocità, tutte doti che sono nel suo DNA, ma che devono essere oliate in ogni circostanza. Anche Patera è considerato un buon tecnico, i due hanno un avversario in comune avendo incontrato l’inglese Sean Dodd, uno scontro indiretto che giustifica poco, solo che “El Puma” ha fatto vedere i sorci verdi all’avversario a differenza di Patera. I favori del pronostico apparentemente sono per Patera, ma gli organizzatori si tengono prudenti per la capacità di Pasquale di rendere la vita estremamente difficile agli avversari più qualificati, ed Emiliano Marsili, parliamo di un ex campione d’Europa e attuale sfidante mondiale, ne sa qualcosa.

(al. br.)