saviglianomarchiaro.jpgSiamo ormai in dirittura d’arrivo per ciò che concerne l’esordio 2008 dell’organizzazione di Rosanna Conti Cavini, in un anno che si preannuncia intensissimo e folto di manifestazioni da qui a luglio, già fissate e con la diretta di Rai Sport Sat. Il battesimo di questo nuovo anno avrà il suo perfezionamento giovedì prossimo, 28 febbraio, quando alle ore 19,30, con un interessante programma dilettantistico, avrà inizio il programma del PalaFerrua di Savigliano, nei pressi di Cuneo.

 Il programma più propriamente professionistico ha per protagonisti quattro ragazzi dell’organizzazione di Grosseto: il leggero Floriano Pagliara, il supermedio Alexandr Dredhaj, il superwelter Luca Michael Pasqua e il superpiuma saviglianese Antonio De Vitis.
Floriano Pagliara, 7(5)-1, 29enne livornese di Cecina, che dopo un inizio di carriera nei superpiuma è salito nei pesi leggeri, è alla ricerca dei punti valevoli per la classifica di Boxrec che lo proietterebbe presto nel giro degli sfidanti al titolo italiano. Pugile di grande spettacolarità e dal pugno pesante, se migliora la fase difensiva può aspirare presto a grandi risultati. Probabilmente anche a Savigliano sarà seguito da un drappello dei suoi accesissimi ultras. Suo avversario il quotato tunisino Saber Gasmi 6(3)-2.
Alexandr Dredhaj, 2(1)-3, albanese d’origine ma ormai piemontese acquisito di Barge, trenta chilometri da Savigliano, sembra che abbia potenzialità importanti e non ancora espresse. In allenamento, ci confessò il suo maestro Vottore, pare un fenomeno, mentre sul ring durante un incontro è stranamente frenato. Può ancora aspirare a buone prospettive di carriera se prende un po’ di continuità di risultati, che può iniziare a inanellare già da giovedì contro il veneto Sebastiano Tabuso, 0-2.
Luca Michael Pasqua, 11(8)-0, ha solo 24 anni ma si trova davanti alla prima grandissima occasione della carriera. A Savigliano si confronterà con Tobia Giuseppe Loriga, 23-0-1, in palio il vacante titolo italiano dei superwelter. Pasqua, ragazzo torinese tranquillo e pacioso nella vita di tutti i giorni, sul ring si trasforma e diventa un implacabile fighter perennemente alla ricerca del colpo risolutivo. A Savigliano avrà di fronte un pugile esperto e già titolato: batterlo, per Pasqua, equivarrebbe a entrare dalla porta principale nelle parti alte delle classifiche europee.
foto-109.jpg

Antonio De Vitis, 9(4)-1-1, è il pupillo del pubblico saviglianese, che ne sta seguendo la carriera con grande calore ed entusiasmo. A 29 anni, già campione italiano e del Mediterraneo Wbc, sul ring di casa, dove ha vinto già quattro volte su quattro, affronterà il giovane belga Alex Miskirtchian, 11(2)-0-1, con in palio la terza cintura della sua carriera, l’International Ibf. De Vitis, pugile che ha la tendenza a non fare troppa tattica e a mettere il match sul piano della vigoria fisica e della potenza dei colpi, è sempre sicura garanzia di spettacolo. Al PalaFerrua, quindi, non mancherà di certo la grande boxe e il tutto esaurito del pubblico.
scansione0004.jpg

Ricordiamo che alla fine della serata sarà assegnato al miglior professionista il primo trofeo dedicato alla memoria di Ermanno Marchiaro, e che Rai Sport Sat irradierà in diretta tv, con inizio del collegamento alle ore 22, gli incontri con i titoli in palio.

 

Ufficio Stampa RCC boxe
conticaviniboxe@libero.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi