dsc_9088L’avventura bergamasca dell’Italia Boxing Team, nel percorso di avvicinamento all’atteso evento mondiale di settembre 2009 che animerà il Forum di Milano, si è conclusa positivamente. Con il punteggio di sei a quattro gli Azzurri hanno bissato l’andata di Milano, organizzata dal LOC (Comitato Organizzatore Locale) di Milano 2009 lo scorso 13 febbraio al Palalido. E a Bergamo, ieri sera, sul ring del Palanorda, nell’evento organizzato dalla Victoria Boxe del campione professionista Luca Messi e del Delegato Provinciale Omar Gentile, il tricolore ha nuovamente brillato rispetto alla Nazionale Cinese.

In prima fila, il Presidente della FPI Franco Falcinelli, che, a partire da domani, per quattro giorni, insieme al Presidente dell’AIBA Ching-Kuo Wu, sarà impegnato a Milano nella riunione del Comitato Esecutivo dell’AIBA (International Amateur Boxing Association), ha seguito gli incontri con grande soddisfazione. All’angolo blu i consigli di Francesco Damiani e Maurizio Stecca hanno portato subito il primo azzurro in gara nei 51 Kg., Vincenzo Picardi, bronzo olimpico a Pechino 2008, bronzo mondiale a Chicago 2007 e bronzo all’AIBA Worl Cup Mosca 2008, a vincere contro il cinese campione nazionale cinese di categoria Dang Yong. Un incontro in cui Picardi, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, non si è risparmiato, mostrando quella sicurezza che oramai lo accompagna dai Giochi Olimpici.  

La seconda vittoria azzurra è arrivata nei 60 Kg. con l’altro agente di polizia Domenico Valentino, che ha battuto il campione nazionale cinese Jun Yang. Un’impresa non facile per il vicecampione mondiale di Marcianise che ha affrontato un avversario decisamente scorbutico, mostrando, però, di aver recuperato pienamente dopo il problema alla mano.  

Nei 91 Kg. vittoria prima del limite per la medaglia d’argento a Pechino 2008 Clemente Russo, che, nonostante i sei mesi di fermo, si è subito distinto per forma fisica e determinazione, pronto a scalare anche la vetta mondiale. Personaggio di spettacolo, dopo la sua partecipazione a “La Talpa”, Russo, appartenente al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, non ha mai smesso di allenarsi, neanche durante i preparativi del suo matrimonio con Laura Maddaloni. Veloce e potente come non mai sia a Milano che a Bergamo. Una prova troppo difficile per il cinese Bin Li, 5° classificato all’AIBA World Cup nel 2006 e campione nazionale, che ha ceduto alla seconda ripresa, accusando un dolore alla mano.  

Ad arrivare fino in fondo nei +91 Kg., con coraggio e determinazione, nonostante di fronte avesse il colosso di Cinisello Balsamo Roberto Cammarelle, è stato il campione nazionale cinese Xiao Wei Gong, che ha cercato di incassare i ganci del mancino medaglia d’oro olimpica a Pechino 2008 e mondiale a Chicago 2007. L’azzurro più quotato del mondo lo ha comunque risparmiato, non infierendo su un avversario, di certo, non alla sua portata.  

Nei 57 Kg. la prima vittoria cinese è arrivata con il forte pechinese Yang Li, medaglia di Bronzo ai Campionati Mondiali AIBA di Chicago 2007, 5° classificato ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 e 5° classificato all’AIBA World Cup a Mosca 2008, che ha superato, di nuovo il romano del Centro Sportivo Esercito Alessio Di Savino, campione italiano 2008 e medaglia di Bronzo ai 52simi Campionati Mondiali Militari Baku 2008. La velocità di Yang nell’ultima ripresa ha spiazzato Di Savino che è partito alla grande nella prima, tentando poi, fino all’ultimo, di riportare dalla sua il punteggio. Un match, a differenza di quello di Milano, molto più equilibrato.  

Altra sconfitta per il tricolore, nei 64 Kg., quella inferta dal cinese campione nazionale Qiang Luo al pugliese Dario Vangeli, anche lui del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, campione italiano 2008 e medaglia di bronzo ai Campionati dell’Unione Europea nel 2006. Un verdetto mal digerito dal pugile di Copertino che non è stato da meno del cinese.  

Buona la prova nei 54 Kg. del casertano Vittorio Jahin Parrinello, del Centro Sportivo Esercito, campione Italiano in carica e medaglia d’Argento ai 52simi Campionati Mondiali Militari Baku 2008, che, con velocità e tecnica, ha battuto il cinese Yu Gu, 5° classificato ai Campionati Mondiali AIBA di Chicago 2007 e avversario conosciuto sul ring di Pechino 2008.  

Nei 69 kg. il giovane Giacomo Corsale, dell’Excelsior Boxe di Marcianise, medaglia d’oro al Trofeo Guanto d’Oro d’Italia 2008, ha dovuto cedere al più esperto cinese Gedeligen Chao, nonostante l’impegno e la tenacia nel cercare fino all’ultimo si sostenere il ritmo delle tre riprese da tre minuti.  

Altra sconfitta, negli 81 Kg., per il romano Ivano Del Monte, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, campione italiano in carica, bronzo ai Campionati dell’Unione Europea nel 2006 e nello stesso anno campione italiano universitario, che nel 2008 ha partecipato ai Campionati Mondiali Universitari. Vittoria ai punti, dunque, per il campione nazionale cinese Fan Long Men ma con poca differenza di colpi portati a segno rispetto all’azzurro.    

Nei 75 Kg. la sesta vittoria azzurra è arrivata con l’altro agente delle Fiamme Oro Salvatore Grieco, campione italiano nel 2005 e 2007, che ha superato bene la prova con il cinese Hu Sile, chiudendo la serata in bellezza per il tricolore.  

Il commento del CT Francesco Damiani appena rientrato ad Assisi: “Anche a Bergamo la Squadra Azzurra si è distinta e sono abbastanza soddisfatto delle performances dei nostri atleti. Quattro sconfitte, come a Milano, di cui due, quelle di Di Savino e di Vangeli, che forse si potevano evitare. I due azzurri sono stati alla pari dei loro avversari cinesi e forse sarebbe stato più giusto un verdetto di parità tecnica. Lo stesso, forse, vale anche per la prova di Del Monte, che comunque deve lavorare molto sulla rapidità. Il quarto sconfitto, Corsale, ha fatto un bel match, considerando che è il meno esperto e che non era molto allenato. Parrinello è andato molto bene con il forte cinese Yu Gu, anche lui reduce da Pechino 2008. Match dignitoso per Grieco mentre chi è migliorato rispetto a Milano è decisamente Valentino che si è rifatto mostrando le sue qualità, in perfetta forma e pronto a ricominciare il suo percorso per la sfida mondiale. Cammarelle, Russo e Picardi hanno dimostrato di essere campioni olimpici. Il bilancio generale di questo primo dual match è senza dubbio positivo. Bisognerebbe organizzarne uno ogni quindici giorni di eventi del genere! A partire dal 22 febbraio ci rimetteremo all’opera con la Nazionale Brasiliana, con la quale ci alleneremo presso il Centro Sportivo Esercito della Cecchignola a Roma. Si tratta di una squadra un po’ meno tecnica rispetto a quella cinese ma assolutamente da non sottovalutare”. 

L’appuntamento con il secondo Dual Match ITALIA vs BRASILE, dei sei preventivati dal LOC Milano 2009 per il “Road to XV AIBA World Boxing Championships”, è per il 6 marzo a Milano, la città che ospiterà sempre la prima tappa di tutti gli eventi, e per l’8 marzo in una località ancora da definire.  

COMUNICATO FPI

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi