oi-vittorioVittorio Oi (+ 10, -1, =1) non finisce di stupire in questa che lui definisce seconda vita, più che seconda giovinezza, e come i pionieri della nostra boxe è andato all’estero a conquistarsi una bella vittoria facendo conoscere ai francesi di Arras che la noble art non è un modo di dire. Dove arriverà e dove vuole arrivare non lo sappiamo e tantomeno lo riusciamo a prevedere. Per adesso godiamoci il Dorian Gray di casa nostra, che ha trovato l’elisir della giovinezza con la boxe, di match in match, di impresa in impresa…con la speranza di vederlo per lungo tempo ancora, perché è diventato per noi lo spot ufficiale di questo sport.


Ad Arras ha battuto Frederic Tripp (+ 25, – 16), 34 anni, pugile forte e di grande esperienza che calca i ring di tutta Europa da circa 14 anni ed è stato strenuo avversario in precedenti occasioni di Gianluca Branco e Giuseppe Lauri. L’incontro era valevole per il titolo del Mediterraneo IBF nella categoria dei superleggeri. Oltrettutto il nostro campione ha affrontato per la prima volta le 12 riprese, lui  che non ha mai superato le sei riprese, anche questo è una sorta di miracolo che serve a dimostrare che la classe deve essere sempre accompagnata dalla passione e dal sacrificio. Vittorio ha superato il francese al termine di un incontro tirato e duro per split decision: due giudici lo hanno visto vincitore per 117-111 e 115-113, mentre il terzo ha visto il francese per 116-112, come a dire di aver seguito un altro match.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi