Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Riunione mista a Gela con successo di Invernizio | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Riunione mista a Gela con successo di Invernizio

Invernizio(G. Tr.) – Spettacolo assicurato al PalaCossiga di Gela anche per la riunione mista organizzata dall’Accadema Pugilistica Ragusana di Emanuele Schininà in collaborazione con l’Accademia dello Sport di Catania di Pierluigi Tumeo. Per il peso superpiuma Francesco Invernizio di Vittoria è arrivata la quarta vittoria su cinque match prof contro il magiaro Zoltan Horvath della scuderia Lauri. Invernizio ha fatto valere la sua tecnica e la sua freschezza atletica contro un pugile esperto e navigato come Horvath guadagnandosi largamente il verdetto nelle ultime tre riprese. L’allievo di Schininà  continua la sua scalata al ranking italiano.

Spettacolo anche con i match dilettanti. Grande determinazione foga agonistica da parte delle due due ragazze (kg 48) Valeria De Francesco (Accademia dello Sport) e Francesca Paglia (Wbc Oliveri Ramacca) che si sono affrontate con buona lena e hanno concluso alla pari. Veloce soluzione nei 56 kg con l’etneo Giovanni Rocca (Boxe& Fitness Scillichenti) che con dei colpi precisi e secchi liquida presto la pratica con il marsalese Giuseppe Occhipinti. Una ferita ferma quest’ultimo. Intenso ed equilibrato il match tra Isidoro Trovato (Accademia dello Sport Catania ) che supera di misura ai punti al limite dei 60 kg il palermitano Samuele Lo Porto (Little Club). Successo più netto quello dell’ibleo Marco Caruso sul palermitano Kais Burgaiga per i 64. kg

Tecnica e buone trame  hanno vivacizzato il combattimento tra il ragusano Alex Paternò e il palermitano Paolo Rovetto : match molto equilibrato e concluso con il pareggio. Nell’ultimo match  il sopreprendente maltese dell’Accademia Ragusana Hejthem Laamuz la spunta con buone azioni sul bravo palermitano Claudio Di Raffaele (Defense).