bucciarelli.jpgSiamo ormai in dirittura d’arrivo per la riunione di Ceccano di venerdì 21 marzo presso il palazzetto “D. Tiberia” di via Passo del Cardinale. Tre titoli in palio, un match di boxe femminile e due talenti locali in mostra: coadiuvata dal “main sponsor” Gattopard, da alcune aziende locali che hanno aderito al progetto con entusiasmo e dal bene placido dell’amministrazione comunale, Rosanna Conti Cavini ha dispiegato per la manifestazione la solita potenza economica e organizzativa, e la solita attenzione spasmodica per ogni singolo dettaglio.

 

 Lo spettacolo è assicurato. Spettacolo di pubblico, perché a Ceccano ci sarà l’ennesimo “sold out” cui ci ha abituato la manager internazionale. Come a Savigliano venti giorni addietro, si va infatti verso un numero di spettatori che supererà senz’altro le duemila presenze. Biglietti in prevendita si possono ancora trovare presso il Bar Eden della stazione, presso l’American Bar di via per Frosinone e presso il Coiffeur Tiziano di Ceccano. Donne e bambini possono entrare gratis: questo nell’ottica, fortemente voluta da Rosanna Conti Cavini e dagli organizzatori locali, di far diventare il pugilato un grande spettacolo per famiglie.

Il programma, dicevamo: dopo due talenti locali, Micheli e Mauro, e l’incontro femminile tra la campionessa europea Maria Rosa Tabbuso, 11(3)-3-2, e la rumena Elena Miftode, 6(3)-9, Umberto Cavini ha fortemente voluto che Ceccano fosse teatro di due finale di Coppa Italia professionisti: quella dei medi tra l’imbattuto pugile dell’organizzazione grossetana Carlo De Novellis, 4-0-1, e Matteo Signani, 4(3)-1, e soprattutto tra il welter nativo nella cittadina ciociara Marino Bucciarelli, 5(3)-0, che avrà bisogno di tutto il sostegno del suo pubblico per superare Giuseppe Langella, 10(4)-3-1. Ma l’incontro clou della serata rimane il titolo italiano dei pesi piuma, che David Chianella, 14(4)-4-2, campione dal luglio scorso, mette volontariamente in palio contro il compagno di team Luca Maggio, 7(1)-1. Il match è la riedizione di quello che valse all’allievo del maestro Gianni Burli la cintura tricolore a Sequals, e che ricordiamo per il grande spettacolo offerto dai due ragazzi di Umberto e Rosanna Conti Cavini.

chianella.jpgDavid Chianella, 34enne umbro che vive e lavora nella bellissima Trevi, è professionista dal 2003. Il primo acuto di una carriera dignitosa e poco più fino a quel momento, lo ha quando sfida a Grosseto, novembre del 2006, Fausto Bartolozzi per il titolo italiano dei supergallo, uscendo sconfitto di misura. Passa allora con l’organizzazione Conti Cavini, che dopo un test a Spoleto gli da’ l’opportunità di un altro titolo italiano, che Chianella non si lascia sfuggire. A Sequals impressiona talmente tanto che Umberto Cavini gli offre l’opportunità di sfidare l’altro ragazzo della RCC boxe Domenico Urbano, campione dell’Unione Europea. Il match, con i due pugili che fraternizzano alla vigilia, si disputa a Ravenna il 31 ottobre dell’anno scorso e, nonostante un generossissimo Chianella, la vittoria arride al campione abruzzese per un kot alla quinta ripresa. Chianella assorbe la sconfitta con grande dignità, e a Ceccano è pronto alla prima difesa del suo titolo, proprio contro l’avversario con cui la conquistò. Pugile che poco bada a difendersi e che attacca senza soluzione di continuità, in caso di riconferma, per lui dovrebbe esserci una nuova opportunità per un titolo internazionale.

Luca Maggio, grossetano di 31 anni, è invece professionista dal 2005. Sei test vittoriosi con sei pugili stranieri gli hanno dato l’opportunità di battersi per la cintura tricolore dei piuma, dove però è stato battuto, sul filo di lana, da un Chianella in serata di grazia. Luca si è rivisto sul quadrato a Grosseto nel novembre scorso, quando contro Beller ha messo in curriculum la sua prima vittoria prima del limite. Il match con Chianella ha quindi il gusto sadico, oltre che della sfida “in famiglia”, anche di quella della rivincita. Per Maggio è un’occasione d’oro da cogliere al volo. Il match è quindi un bivio importantissimo per le carriere di entrambi i ragazzi: vincerà chi, nelle dieci riprese previste, metterà in campo le maggiori motivazioni.

Ricordiamo che il peso e le visite mediche si terranno giovedì 20 marzo alle ore 17,30 presso la sala congressi dell’Henry Hotel di Frosinone (via Calvosa 10, tel. 0775/211222), dove l’organizzazione di Rosanna Conti Cavini ha posto il suo quartier generale. Ricordiamo inoltre che durante la serata sarà assegnato il 4° trofeo “Domenico Tiberia”, destinato al miglior pugile professionista della serata: la giuria sarà composta dai giornalisti e dai fotografi accreditati presenti al palazzetto.

Ufficio Stampa RCC boxe
 www.rosannaconticavini.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi