di Alfredo Bruno

dsc_8245Il Mamboookings ripropone una corposa serata, ben 12 match, grazie all’organizzazione della Boxe Champion Club di Marcello Paciucci e Lamberto Petrecca. I primi a salire sul ring sono Leuti e Pelati.

L’allievo di Onori, più basso, comincia a spron battuto su di un avversario che per fermarlo è costretto a trattenute rimediando anche un richiamo ufficiale. Quando cala il ritmo esce fuori Leuti che appare non solo più preciso ma anche più incisivo. Pelati cerca di chiuderlo alle corde,  ma Leuti risponde e mantiene una leggera iniziativa che costringe Pelati a subire due richiami e la sconfitta. Serravalle e Fronteddu si colpiscono con la velocità di una mitragliatrice. Ma nella seconda ripresa la potenza di Fronteddu si manifesta con un efficace 1-2 che Serravalle accusa e viene contato. Quando prosegue la lotta appare subito evidente l’inferiorità di Serravalle, che non è in condizioni di arginare l’azione del pugile allenato da Cascio e Paciucci, per cui lo stop dell’arbitro appare provvidenziale.
La potenza di Grimieri non si discute, ma l’allievo di Mattioli possiede una boxe scarna che non trova la strada per contrastare un Manzoli che accetta gli scambi e sa pedalare all’indietro per tirarsi fuori dalla traiettoria dell’avversario. Il verdetto va a Manzoli su un Grimieri apparso affaticato nell’affrontare per la prima volta le tre riprese da 3’. Tra Carbè e Di Palo il match scorre sul filo della parità, anche se il secondo mostra buona varietà di colpi dalla media distanza, contrastata dai colpi dritti dell’avversario.
Tocca quindi all’attesa rivincita tra Fantogini e Caiazzo. Ancora una volta il successo arride alla “penna d’oro” di internet. Fantogini ha anche l’occasione per concludere prima del limite, ma non sa approfittarne, anzi in qualche occasione incassa qualche colpo di troppo. Tra Alfano e Mazzetti è uno scontro all’arma bianca. Mazzetti abituato a questi ritmi appare più vario nelle soluzioni. Vince di misura il pugile della Roma Tricolore ma Alfano dimostra di essere un uomo pericoloso e da rivedere. Deidda spara bei colpi dritti, avvantaggiato dal suo maggiore allungo, ma Settimi dimostra pugilisticamente, nonostante la giovane età di stare ad un buon livello. Il match è piacevole, Deidda spronato da uno scatenato Paciucci ce la mette tutta, ma non basta per ribaltare il risultato. Pesce pressa Mangiapelo che gira al largo cercando di frenare la sua iniziativa. L’incontro è infiorettato di richiami. Difficile non prevedere la squalifica che arriva al quarto round per Mangiapelo dopo il terzo intervento arbitrale. Carducci è un mediomassimo poderoso, ma non è facile colpire un bersaglio mobile come Bevilacqua, abile anche nelle trattenute. Carducci comunque mantiene l’iniziativa per quasi tutto l’incontro fino al verdetto favorevole. Emanuela Barbati ha un bell’allungo, ma rimane comunque un mistero come si faccia centrare dai ganci di Marzia Verrengia, che ha le caratteristiche del fighter che non molla mai. L’incontro piace perché le due ragazze se le danno di santa ragione. Uno scambio al terzo round è da cardiopalma. La Verrengia attacca di più e forse per questo le viene assegnato il verdetto, anche se porta visibili sul volto i segni di un match duro. Sembra che Maruzzelli sia intenzionato a riprendere il discorso che qualche anno fa lo vedeva tra i pugili più promettenti. E’ pugile completo che porta colpi secchi e potenti. Cerci non è facile da inquadrare, ma in quest’occasione gli è rimasta solo la soddisfazione di aver reso la vita dura al quotato avversario. Tra Piffer e Oropallo è un’altalena di situazioni e di capovolgimenti di fronte. Piffer ha concentrato molti suoi colpi al corpo dell’avversario, che invece si ostina a chiuderlo all’angolo con meno precisione. Il verdetto va a Piffer, ma il match viene catalogato come equilibrato.   

dsc_8221dsc_8083 

 

 

 

 

RISULTATI
Cadetti – Leggeri. Di Palo (Laima Team) e Carbè ( Boxe Champion Club) pari.
Juniores – Welter: Settimi ( Indomita) b. Deidda ( Boxe Champion Club).
Seniores – Piuma: Mazzetti ( Roma Tricolore) b. Alfano (F&C Sporting Club); Marzia Verrecchia (ASD New Boxe) b. Emanuela Barbati (San Lorenzo). Welter: Fantogini ( Laima Team) b. Caiazzo ( Boxe Champion Club). Superwelter: Leuti (ASD Danilo Boxe) b. Falconetti (Nettunese). Medi: Manzoli ( ASD New Boxe) b. Grimieri (Team Boxe Roma XI); Fronteddu ( Boxe Champion Club) b. Serravalle ( Boxe Iron Muscle) rsch 2; Pesce ( Boxe Champion Club) b. Mangiapelo ( Nettunese) per squal. 4; Maruzzelli ( ASD New Boxe) b. Cerci ( Frontaloni). Mediomassimi: Carducci (ASD Danilo Boxe) b. Bevilacqua (Body Fight); Piffer ( Phoenix Gym) b. Oropallo (Zompatore Boxe Albano).
Arbitri: Casentini (c.r.), Montanini, Frascaro, Stipa, Angileri.
Medico: dott. Francesco Leonelli.  

 

Di Alfredo

Un pensiero su “Al Mamboookings pugni d’autore con Maruzzelli”

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi