Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Dopo il fantastico Ranaldi – Sinacore…messaggio ai “naviganti” | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Dopo il fantastico Ranaldi – Sinacore…messaggio ai “naviganti”

ranaldiIeri sera abbiamo assistito ad un match semplicemente fantastico. La parola “semplicemente” sta a significare che è così e non ci sono altre parole o sinonimi per definire meglio quello che abbiamo visto, o abbiamo avuto la fortuna di vedere. Valerio Ranaldi e Alessandro Sinacore hanno disputato uno degli incontri più belli visti in Italia negli ultimi anni. Un titolo onorato nel vero senso della parola, in cui i due supermedi hanno dato tutto quello che si poteva dare uscendone ingigantiti e scrivendo una bellissima pagina di questo sport duro ma affascinante. Valerio Ranaldi ha conservato il suo titolo per kot alla decima ripresa, quando fino alla nona ripresa tutto poteva ancora accadere ed è accaduto con l’aiuto di un risultato che ha tolto ogni imbarazzo a chi cerca sempre la polemica sui verdetti, molte volte difficili da decifrare.

La riunione organizzata al PalaVespucci, gremito all’inverosimile, è stata un capolavoro del tandem ricomposto da Giulio Spagnoli e Roberto Sabbatini. Tutto è filato liscio nel migliore dei modi e tutto è stato condito da un tifo, quello vero, quello sportivo che non degenera. La boxe professionistica può anche ripartire dal PalaVespucci dandoci buone speranze di rinascita, cerchiamo di essere ottimisti di tanto in tanto senza ghettizzarci con il solito “ai miei tempi”; io, purtroppo o per buona fortuna, c’ero a quei tempi e si diceva sempre “ai miei tempi”. Un ritornello usato spesso unicamente per polemizzare. Certo ieri sera mancava la televisione e questo dispiace. Sento qualcuno che ancora sta masticando sulle ultime elezioni, la televisione non c’era semplicemente perchè la nostra disciplina era ritenuta non conveniente economicamente rispetto ad alcuni altri sport che producono più ascolti, ma attenzione io non ho parlato di più graditi, sembrano simili ma sono due cose diverse. La Rai ha tolto uno dei due siti di sport per risparmiare. Una decisione che nessuno può cambiare. Questo, però, ci stimola a trovare altre soluzioni altri canali. Ieri sera l’ufficio stampa della FPI si è sostituito alla Rai, ma siamo sicuri che ha avuto meno visibilità? Certo c’è da lavorarci, è ancora un qualcosa di casareccio, ma abbiamo ricominciato e questo importa, siamo andati al tappeto ma ci siamo rialzati subito. Manca ancora una cosa: la solidarietà di tutti gli iscritti, appassionati, società, atleti. Perchè nei programmi dobbiamo mettere alcuni atleti o società per vedere maggior pubblico? Quando c’è una riunione dobbiamo cercare di intervenire a prescindere, non per solidarietà, ma per amore verso questo sport, noi siamo tifosi non di questo o quel pugile e società, siamo tifosi del nostro sport.

Non farò stavolta la cronaca di una serata, come ho detto fantastica. Tanto la cronaca ce la suoniamo e cantiamo sui social, dove non ci sono vincitori e vinti, ma solo vincitori ed è giusto così.

Voglio chiudere riallacciandomi agli organizzatori…Un buon organizzatore deve avere un buon comunicatore e Spagnoli&Sabbatini hanno fatto bingo con Maria Moroni. Non per niente la giornalista umbra, la nostra prima campionessa professionistica, oltre alla bravura ci mette grinta nel suo lavoro. Le notizie e i cambiamenti ci sono arrivati meticolosi e rapidi, facilitando di molto il nostro lavoro. Grazie Maria…alla prossima.

(al.br.)