Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Dura 4 riprese il sogno europeo di Alì Ndiaye | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Dura 4 riprese il sogno europeo di Alì Ndiaye

PONTEDERA, 22- 03. 2014 – Mouhammed Alì Ndiaye ha cancellato i dubbi sul verdetto di parità ottenuto, è il caso di dire, come omaggio nella prima sfida europea a Brindisi contro il francese Christopher Rebrassè, perdendo prima del limite alla quarta ripresa di fronte ad un pubblico sbigottito per l’imprevedibilità della soluzione. Nella prima ripresa il senegalese è partito a spron battuto costringendo sulla difensiva l’avversario. Le sue serie per linee esterne non davano però l’idea di consistenza e nel round seguente pur mantenendo l’iniziativa veniva pescato da un destro, che diventava un campanello d’allarme per l’angolo di Ndiaye. Dal terzo round si cominciava a rivedere la scena del match di Brindisi: dalla media e corta distanza Rebrassè trovava la strada giusta per arrivare a segno con una certa facilità. Nulla lasciava, però, prevedere la soluzione dietro la porta. Nel quarto round dopo un break l’arbitro dava il segnale di boxe, Ndiaye con gli occhi a terra e le mani abbassate sembrava quasi non accorgersi del destro che si stampava sul volto, una manna per il francese che portava immediatamente una serie, subita quasi passivamente, fino a quando l’arbitro Foster non si frapponeva fra i due per interrompere il match. I salti di gioia di Rebrassè, nuovo campione europeo dei supermedi, facevano da contraltare al volto stralunato di Ndiaye. Al microfono il pugile della OPI 2000 non accampava scuse, il francese aveva dimostrato di essere il più forte, ma lui ringraziava ugualmente di essere arrivato fin lì. Un match perso e l’intenzione di continuare in vista di un’altra occasione…che sinceramente non sarà facile trovargli.  

CAMPIONATO EUROPEO PESI SUPERMEDI

CHRISTOPHER REBRASSE 22-2-3 (6 KO) FRANCIA b. MOUHAMED ALI NDIAYE 23-2-1 (13 KO)

ITALIA/SENEGAL KOT 4

Arbitro: Howard Foster (Inghilterra)

Giudici: Marcus McDonnell (Inghilterra), Zvonko Rukavina (Croazia), Ernst Salzgeber (Austria)

Supervisore: Bob Logist (Belgio)