Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Erittu rinuncia ad affrontare Modugno | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Erittu rinuncia ad affrontare Modugno

Mercoledì 30 marzo 2016 – Non c’è pace per gli italiani in procinto di combattere il match targato Unione europea: dopo le lunghe vicissitudini che hanno riguardato Salvatore Erittu l’anno scorso, con continui rinvii e cambi di avversari, questa volta è stato proprio il sardo a rinunciare al confronto valevole per il vacante campionato.

La sua improvvisa scelta, nonostante l’accordo per affrontare Matteo Modugno, lascia al momento l’emiliano senza avversario.

La categoria dei pesi massimi è molto particolare e le scelte dei pugili verso l’Unione europea non è molto frequente, ovvero, si potrebbe dire che le rinunce a quel campionato sono ripetute. Ricordiamo che l’ultimo confronto per la cintura UE si è svolto il 13 giugno 2014, a Monaco di Baviera tra il tedesco Teper ed il fancese Ouatah.

Da allora tutti i combattimenti accordati dall’ente europeo non si sono realizzati per le rinunce, alcune più opportune come quelle dovute alla chance per il più redditizio titolo EBU, come hanno fatto i tedeschi Teper e Rill (co-sfidante di Erittu).

Erittu, per giocarsi la carta UE, non combatte dal giugno 2015 quando ha spodestato Fabio Tuiach dal trono italiano.

Modugno ha fatto due combattimenti in più del sardo ed è salito sul ring l’ultima volta lo scorso novembre.

Modugno, 28 anni compiuti lo scorso luglio, ha il record professionistico imbattuto con 18 vittorie (9 prima del limite), anche se dal novembre 2012 all’aprile 2013 ha partecipato al torneo Wsb, nel quale ha riportato due sconfitte anzitempo a fronte di quattro successi.