dsc_8295Con 3153,50 voti su 4620 espressi il Presidente Falcinelli convince e stravince. Una brillante vittoria con dedica particolare alla famiglia pugilistica, allo Sport Italiano ed a chi lo governa.

“Sono grato al popolo del pugilato per questa rinnovata conferma alla guida del pugilato italiano nel prossimo quadriennio. Il risultato elettorale è l’espressione del lavoro svolto a favore delle finalità istituzionali della Federboxe e del CONI. E’ anche grazie al sostegno forte e costante del Comitato Olimpico Italiano e del Presidente Petrucci, in particolare, che la Federazione ha potuto raggiungere risultati storici a livello internazionale ed olimpico.  Auspico vivamente che al Presidente Petrucci venga rinnovato il suo mandato,  perché le sue capacità e la sua esperienza sono indispensabili per lo sviluppo, la promozione ed il successo internazionale dello Sport Italiano”.

dsc_8310
Una proclamazione che ha riscosso un grande successo, a partire dalle votazioni. I numeri parlano chiaro. Il totale dei voti espressi è stato di 4620, di cui 3153,50 sono andati al Presidente Falcinelli, 1370,50 all’Avv. Antonella Minieri, ex Vicepresidente della Corte Superiore di Giustizia della FPI, e 10 a Primiano Michele Schiavone, componente Commissione Classifiche WBO.
Una lunga e intensa giornata che è iniziata questa mattina con il Presidente Falcinelli che, in seconda convocazione, ha presentato il Presidente dell’Assemblea Dott. Luca Pancalli, Vicepresidente del CONI, ex Commissario della Federcalcio e Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, ed il Vicepresidente Avv. Giacomo Borrione, componente della Corte Superiore di Giustizia della FPI.
Al tavolo dei lavori anche il Segretario dell’Assemblea Riccardo de Girolami, Segretario Generale della FPI, il Vicepresidente Vicario della FPI Antonio Del Greco, da poco nominato Direttore Quinta Zona Frontiera Aerea, il Vicepresidente Federale Alberto Brasca ed i consiglieri uscenti Marcello Stella, Massimo Scioti, Sante Bucari, Angelo Musone, Gualtiero Becchetti e Raffaele Bergamasco.
Il Presidente Falcinelli ha poi salutato gli ospiti e i campioni presenti. Personaggi che hanno inorgoglito il pugilato italiano rendendolo grande nel mondo.
A portare il suo saluto, per primo, è stato il padrone di casa, il Sindaco di Chianciano Terme Guido Bombagli che ha accolto il numeroso pubblico dando loro il benvenuto “in una città che non ha campioni nel mondo del pugilato ma che è orgogliosa di ospitare uno sport antico e che ci ha rappresentato a livello internazionale. Uomini e donne che con il loro esempio hanno fatto del bene. Ringrazio loro e voi per aver scelto Chianciano”. Ancora in aiuto del pugilato l’Ass. allo Sport della Provincia di Siena Giorgio Del Ciondolo che ha messo in luce l’importanza della valorizzazione del territorio attraverso il pugilato, “come in occasione della bella esperienza di Piazza del Campo; anche da Siena la boxe ha tenuto alti i valori dello sport italiano”.

dsc_8288
Un cammino che quest’anno culminerà con i Campionati Mondiali AIBA 2009: a ricordarlo è stato il Presidente del Comitato Organizzatore Locale Milano 2009 Andrea Locatelli: “Ho avuto l’opportunità di avere un contatto con il pugilato quando ero responsabile dei Diritti d’Acquisto Mediaset, insieme a Paolo Taveggia. Una passione che è aumentata negli anni e a settembre sarò impegnato nell’evento pugilistico più importante e significativo svoltosi in Italia dalle Olimpiadi del 1960”.
Ad elogiare l’opera del Presidente Falcinelli, direttamente dal mondo del pugilato, è stato il Presidente dell’Associazione Nazionale Allenatori di Pugilato Gianni Burli che ha annunciato un grande evento che si svolgerà in Italia, la 1° Convention Europea dei Tecnici di Pugilato.
L’ultima parola è stata quella del n°1 dello Sport Italiano, il Presidente del CONI Giovanni Petrucci che ha ringraziato il Presidente Falcinelli per i risultati ottenuti anche in questi quattro anni, ribadendo la sua passione per il pugilato “Uno sport che ho vissuto da piccolo nel mio quartiere. E’ stata la mia prima esperienza sportiva. Mi sono avvicinato a questa disciplina straordinaria che ha contraddistinto lo sport italiano. Ancora mi ricordo i grandi eventi al PalaEur . Storici organizzatori come Proietti mi hanno fanno innamorare del pugilato, dei suoi valori. Oggi mi sento di rivolgere un grande grazie al mondo del pugilato, ai campioni che ci hanno onorato nel mondo. Per il mio ruolo istituzionale non ho ricevuto nessuno dei candidati alla Presidenza Federale ma non posso non ringraziare chi è riuscito a portare grandi risultati in questo sport. A Pechino ho esultato per i tre campioni olimpici. Una gioia incommensurabile. La vittoria del nostro Cammarelle ci ha fatto impazzire e commuovere. I miei più sinceri complimenti per la nuova immagine che ha acquisito il pugilato. Sappiate che lo sport italiano vi vuole bene”.

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi