locandina-ceccano-210308.jpgDopo il “Presidentissimo” Ermanno Marchiaro, che ha retto la Federazione per sedici anni e quattro mandati, cui è stato istituito un Memorial che ha visto premiare Antonio De Vitis, Rosanna Conti Cavini intende seguire in questa strada anche a Ceccano, dove l’occasione di una grandissima riunione con tre titoli in palio per tre match da brivido sarà buona per ricordare la memoria di Domenico Tiberia.

  Il primo grande pugile di Ceccano, morto in un tragico incidente nell’89 a soli 51 anni, è stato su di un ring professionistico per 105 volte, mettendo insieme 67 vittorie (16 per ko), 29 sconfitte e 9 pari, durante una carriera lunga oltre 16 anni e terminata alla soglia dei quarant’anni. Una carriera luminosa, quella di Tiberia, che lo ha visto competere dodici volte per un titolo italiano (sette vittorie, quattro sconfitte, un pari), una volta per l’Europeo e addirittura anche per il Mondiale. Barbiere nella vita di tutti i giorni, apprezzato chitarrista autodidatta, Tiberia ha conquistato in tre separate occasioni il titolo italiano dei pesi welter, poi ha portato a casa la cintura tricolore nei superwelter (titolo lasciato da imbattuto) e anche nei pesi medi (a 36 anni!). Pugile di grandissima umanità, amato e apprezzato come pochi nella sua Ceccano, era famoso per avere la valigia sempre pronta: la boxe lo ha portato a combattere in giro per il mondo, dal Sudafrica, al Congo, all’Argentina, in tutta Europa e fino in Giappone per lo sfortunato Mondiale dei superwelter perso da Wajima. Umiltà e serietà ne hanno fatto un simbolo per tutti i giovani, soprattutto ciociari, che si avvicinano allo sport del pugilato: Marino Bucciarelli, ragazzo di Rosanna Conti Cavini che proprio nella riunione del 21 marzo cercherà di aggiudicarsi il primo grande trofeo della sua carriera, la Coppa Italia dei pesi welter contro il forte Langella, sale sempre sul ring indossando una maglietta con l’effige di Tiberia in bella mostra.

scansione0001.jpg
L’immagine di Domenico Tiberia compare anche nelle locandine che Rosanna Conti Cavini ha fatto stampare per pubblicizzare la riunione di Ceccano. La manifestazione, con quattro match professionistici e ben sei tra dilettanti, si terrà al Palazzo dello Sport della cittadina sita a pochi chilometri da Frosinone, impianto dedicato proprio alla memoria di Tiberia, in via Passeggiata del Cardinale, con inizio alle ore 20. L’organizzazione sarà scrupolosamente messa in opera dal Boxing Club di Ceccano, presieduto da Massimo Tiberia, uno dei cinque figlio di Domenico, e dedicato ancora alla memoria del grande campione, oltre che dall’amministrazione comunale nella persona del sindaco Antonio Ciotoli. Ancora a Tiberia sarà dedicato il 4° trofeo alla memoria, che sarà assegnato a margine di una serata di boxe che si preannuncia di grande pathos e che presenteremo nel dettaglio nei prossimi giorni. Ricordiamo qui solamente che David Chianella difenderà volontariamente il suo titolo italiano dei piuma contro Luca Maggio, e che altri due pupilli di Rosanna Conti Cavini, come entrambi i precedenti, Marino Bucciarelli e Carlo De Novellis, si batteranno in due match da sei riprese, vietatissimi ai malati di cuore, per la Coppa Italia (rispettivamente welter e medi) contro Giuseppe Langella e Matteo Signani. A fare da apripista e a scaldare il pubblico (ingresso unico a soli 10 euro, gratis donne e bambini) ci penserà la campionessa europea dei pesi supermosca Maria Rosa Tabbuso, opposta all’ungherese Rozsa.

Uffcio stampa RCC boxe

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi