locandina-ceccano-210308.jpgMassimo Tiberia, figlio del grande Domenico, campione italiano dei welter, superwelter e medi a cavallo tra i Sessanta e i Settanta, sfidante mondiale al titolo dei superwelter, è il presidente dell’ A.S. “D. Tiberia” e il deus ex machina della riunione di Ceccano del prossimo 21 marzo. La riunione, che si disputerà dalle ore 20 presso il Palazzetto anch’esso dedicato a Domenico Tiberia sito in via Passo del Cardinale, prevede un cocktail di emozioni forti targati Rosanna Conti Cavini: il titolo italiano dei pesi piuma tra il campione David Chianella e Luca Maggio, entrambi della RCC boxe, quindi le finali di Coppa Italia dei medi, tra Carlo De Novellis (RCC boxe) e Matteo Signani e quella dei welter, sentitissima proprio a Ceccano, tra il ciociaro Marino Bucciarelli, dell’organizzazione della manager grossetana, e Giuseppe Langella.

Ad aprire lo spettacolo, che si preannuncia equilibrato ed emozionante per ogni incontro, la campionessa europea dei pesi supermosca Maria Rosa Tabbuso opposta all’ungherese Gabriella Rosza. Con Massimo Tiberia abbia discusso di ciò che rappresenta questa serata per la città di Ceccano.

Massimo, qual’è il clima che si respira in città per la riunione del 21?
Il clima è abbastanza caldo. Ci aspettiamo dei grandi incontri e, per quello che più egoisticamente ci interessa, ci aspettiamo un grande Marino Bucciarelli. La serata è anche sentita perché assegna il trofeo dedicato a mio padre e Marino, che ne è legatissimo, ci tiene molto a fare di tutto per meritarselo. Rosanna Conti Cavini sta lavorando molto bene. Sono abbastanza fiducioso di una perfetta riuscita dell’evento.

ciotolitiberia.JPG 

L’amministrazione comunale e gli sponsor vi stanno dando una mano?
Certamente. L’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Antonio Ciotoli sta lavorando alacremente per la serata, che significa anche, attraverso la diretta di Rai Sport Sat, far conoscere Ceccano in tutto il mondo. Il comune ci ha fatto trovare vari sponsor. Fino a questo momento ci stanno aiutando il Centro Vernici di Castelpalocco, il Mignaini Group, lo Stabilimento Viscolupe di Ceccano, la Farmacia Tambucci. Altri sponsor dovrebbero entrare in corsa. Inoltre la prevendita dei biglietti si terrà presso il Bar Eden della stazione di Ceccano e presso il Coiffeur Tiziano. Ma credo, vista la richiesta, che aumenteremo i punti vendita. Per tutto ciò che concerne la manifestazione, daremo pronte notizie sul sito www.asdomenicotiberia.it.

Riteniamo interessante il fatto che quella sera donne e bambini potranno entrare gratis…
E’ davvero una cosa cui teniamo molto. Abbiamo preso questa decisione con Rosanna Conti Cavini e speriamo che possa funzionare.

Mi parli di Marino Bucciarelli.
Marino è un ragazzo che ci darà grandi soddisfazioni, ama  questo sport e se si mette in testa una cosa la deve fare per forza. Ha la boxe nel sangue. Lo chiamammo in palestra perché ci serviva un istruttore di kickboxing, invece lui si è appassionato di boxe, ha iniziato a farla e non ha più smesso. Abbiamo perso un maestro di kick ma abbiamo acquistato un grande pugile! Con lui Rosanna Conti Cavini ha fatto davvero un grande acquisto, anche perché la sua boxe da dilettante non è stata abbastanza apprezzata, in quanto già impostata da professionista. A torso nudo sta facendo vedere una boxe concreta, pure i primi due avversari che ha avuto, soprattutto Sorin che è stato anche qui a Ceccano, hanno cercato di batterlo, e lui ha risposto con perentori ko. Marino è un tecnico dal pugno pesante: merce rara nella boxe di oggi.

Il match per la finale di Coppa Italia con Langella si presenta tutt’altro che facile…
Langella è un gran bel pugile e un ragazzo che merita, ma se Marino è scaltro non avrà scampo. Per l’altezza che ha Marino, Langella si presta bene alla sua boxe.

Abbiamo notato di come Bucciarelli salga sempre sul ring con una maglietta con la foto di suo papà…
Da dilettante l’aveva stampata sul pantaloncino. Da professionista in quel posto ci sono gli sponsor, anche se Rosanna Conti Cavini gli aveva dato il permesso di metterla lo stesso. Però sarebbe stata troppo piccola, allora Marino ha deciso di entrare sul ring con quella maglietta. Tiene molto alla figura di mio padre: prima di ogni match va sempre in raccoglimento sulla sua tomba al cimitero.

Mi parli del trofeo intitolato a Domenico Tiberia.
Quest’anno sarà il quarto. E’ un trofeo molto importante, molto più che un ricordo. Gli anni scorsi lo abbiamo assegnato dopo tornei tra dilettanti. Per due volte se lo è aggiudicato la Sordini Boxe, l’anno scorso le Fiamme Oro. Quest’anno è la prima volta che è assegnato a un professionista.

Prima della serata dei professionisti ci saranno anche due talenti di Ceccano sul ring.
Il primo sarà il cadetto Alessandro Micheli, peso piuma, poi toccherà a Simone Mauro, due volte campione italiano prima tra gli School boys poi tra i cadetti, un peso gallo che ci darà grandi soddisfazioni e farà molto parlare di sé.

Vuole chiudere lei quest’intervista?
Lo faccio ringraziando tutto lo staff dell’A.S. “Domenico Tiberia”, che sta facendo salti mortali per la serata. Un ringraziamento speciale va poi al maestro Pio Ciotoli, che è davvero un fenomeno!

Ufficio Stampa RCC boxe
www.rosannaconticavini.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi