salvini-emilianoDopo il grande successo di pubblico e di critica relativi alla serata dell’Acqua Acetosa di Roma lo scorso 27 febbraio, la Unicorner di Marcello Paciucci e Lamberto Petrecca si rimette in moto con un’altra manifestazione che sarà sicuramente garanzia di spettacolo con degna cornice di spettatori. Il 30 aprile il “main event” della serata sarà costituito dalla prima difesa del titolo italiano dei pesi gallo da parte di Emiliano Salvini (+12-8=1), il trentenne romano che aveva fatto sua la cintura battendo ai punti nello scorso mese di giugno Rodrigo Bracco.

Da quel giorno Salvini, passato alla Unicorner, ha vinto un match di collaudo contro Luigi Mantegna, quindi si è messo in gioco per due volte combattendo in Francia: prima con il già campione mondiale Monshipour, perdendo per una squalifica non del tutto giusta dopo un incontro di grande tensione agonistica, quindi contro Bouleghcha, perdendo ai punti il titolo dell’Unione Europea di categoria, ma dopo un altro match combattuto e molto più equilibrato di quanto non avessero detto i cartellini dei giudici. Un Salvini che ha arricchito il suo bagaglio tecnico e d’esperienza con questi due match, che lo stanno proiettando verso la definitiva maturazione come atleta completo. Il 30 aprile Salvini dovrà respingere l’assalto al titolo italiano che gli porterà l’imbattuto pugile sardo Antonio Cossu (+9-0=1), rientrato in attività lo scorso novembre (pareggio contro il pericoloso marocchino Laribi), dopo un periodo di stop di due anni con nove vittorie consecutive. Cossu è un avversario pericoloso, perché ha a 34 anni l’occasione per dare una svolta titolata alla sua carriera; cosa che cercherà di  fare, grazie al lavoro di Paciucci e Petrecca, lo stesso Emiliano Salvini. Saranno della serata tre protagonisti del 27 febbraio. Primo fra tutti Pasquale “El Puma” Di Silvio, che dopo la sfortunata prestazione contro Califano tornerà di nuovo sul ring per saggiare la sua condizione, in vista anche di un probabile terzo scontro con il pugile della BBT, incontro che potrebbe essere l’evento della boxe italiana di quest’anno. Di Silvio dovrà dare delle precise risposte, prima di tutto a se stesso, quindi ai suoi manager, sul fatto che quella con Califano di venti giorni fa’ sia stata solo una serata storta. A fare da contorno a Salvini-Cossu anche il secondo incontro da professionisti, dopo le belle vittorie all’esordio, del superwelter Alessio Domarin e del peso leggero Sonia Mirabelli, che molto presto potrebbero essere proiettati a combattere con qualcosa di sostanzioso in palio, perché già dal quel 27 febbraio hanno dimostrato che la Unicorner può sicuramente far affidamento su di loro.

Comunicato Unicorner

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi