Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Maria Moroni e Claudio De Camillis: Ambasciatori di Pace nel mondo, riconoscimento avuto da Assisi Pax International | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Maria Moroni e Claudio De Camillis: Ambasciatori di Pace nel mondo, riconoscimento avuto da Assisi Pax International

Assisi_Moronidi Vezio Romano

ASSISI– Due importanti personaggi del pugilato italiano, Maria Moroni e Claudio De Camillis, hanno ricevuto un prestigioso riconoscimento dalla Associazione “Assisi Pax International” con la nomina ad Ambasciatori di Pace nel mondo. La “Assisi Pax International”, fondata dal francescano Padre GianMaria Polidoro nel 1997, è attivamente impegnata in tutto il mondo nella divulgazione del concetto di pace e di non violenza. “Divulghiamo la non violenza” – spiega il Presidente Gerardo Navazio – “ma apprezziamo la forza come dono della natura. La forza è virtù e non dobbiamo confonderla con la violenza che è assenza di equilibrio nell’uso della forza”. È un concetto quindi che si applica perfettamente al pugilato.

Maria Moroni è stata la prima donna pugile in Italia, disputando con successo il primo match femminile

nel 2001. Nel 2002 ha conquistato il titolo europeo professionisti nella categoria piuma. Nel corso della sua brillante carriera ha combattuto anche negli Stati Uniti d’America. Nel 2009 è stata eletta consigliere federale della F.P.I.. È attualmente impegnata nella attività giornalistica, collaborando con varie testate.

Claudio De Camillis, in gioventù pugile dilettante, vanta un eccezionale curriculum da arbitro internazionale: 5 Campionati Mondiali, 2 Coppe del Mondo, 2 Giochi Panamericani, 3 Campionati Europei, 18 Campionati Italiani, 2 Campionati Nazionali Russi, 5 Campionati Preolimpici e, soprattutto, le Olimpiadi di Atene del 2004. Nel 2005 è stato premiato come miglior arbitro mondiale. Dal 1986 al 2016 è stato Direttore Tecnico del settore pugilato delle Fiamme Oro. Attualmente è Consigliere del Comitato Regionale Lazio della F.P.I.. Fa parte della “Marco Manzao Onlus”, presieduta da Barbara Gai, ed ha prestato la sua opera per la costruzione di un orfanotrofio nella Città di Thema in Ghana.