di Alfredo Bruno

locandina_8_marzo_2008.jpgConferenza stampa doc e nel segno della tradizione quella svolta dentro lo storico “Circolo Canottieri Roma” di Lungotevere Flaminio, una sede importante con la sua storia nel mondo dello sport e in quello imprenditoriale. Stavolta è toccato alla boxe, quella organizzata da uno straripante Davide Buccioni: “ E’ un impegno che io ho preso con la città di Roma, ma soprattutto con tutti gli appassionati di boxe, uno sport che da noi e nel Lazio è in continua espansione. E dobbiamo dire che Roma è attualmente la punta di diamante di un movimento che raggruppa nella nostra regione  più di 100 palestre”.

 Sono cifre importanti che fanno lievitare  questa disciplina in una posizione di preminenza subito dopo il calcio. Vedere impianti come il Palazzetto straripanti di gente, cosa che riesce con sempre più difficoltà al basket e alla pallavolo, fa un certo effetto e a oggi sono rimasti a disposizione solo 480 biglietti per fare il tutto esaurito al Tendastrisce . L’organizzatore parla quindi della sua creatura, di Petrucci: “Questo è un match importante e decisivo per Daniele visto che mi sono arrivati i contratti dal Belgio per affrontare il campione d’Europa Jackson Osei Bonsu”.
dsc_0473.JPG

Se all’inizio il discorso di Petrucci viene accantonato in attesa del suo arrivo non lo è quello per gli altri protagonisti a cominciare dall’esordiente Massimiliano Buccheri, un supermedio che ha fatto una veloce carriera tra i dilettanti dove ha vinto il “Guanto d’Oro”. Si tratta di un pugile di qualità, veloce e ben attrezzato tecnicamente, che si allena a Casalbruciato sotto la guida di Cesare Rossi e Fabio Ceccardi. Sergey “la tigre” Demchenko, ukraino di nascita ma romano a tutti gli effetti avendo sposato un’ italiana attende con ansia di prendere la cittadinanza per affrontare il campione nazionale dei mediomassimi: “ Un match che è tranquillamente alla sua portata” ama sbilanciarsi Buccioni che crede ciecamente nella micidiale potenza del suo poulain.
Su Vittorio Oi c’ è da scrivere un romanzo. Il pugile di Pomezia 12 anni fa da dilettante era una grandissima promessa con più di 100 match combattuti sui ring di tutto il mondo con 86 vittorie. Un fuoriclasse che lasciò tutti sbigottiti appendendo giovanissimo i guantoni al chiodo per scegliere altre strade. Ma come un eroe dumasiano eccolo rientrare 12 anni dopo, cambiare regime di vita e togliersi qualche sassolino in uno sport che aveva “creduto” ciecamente nelle sue grandi possibilità. Al Tendastrisce in un match ad alta tensione affronterà Angelo Palma, suo coetaneo con 32 anni, che non ebbe rispetto del suo rientro superandolo da dilettante ai punti dopo una strenua battaglia.
“La riunione dell’8 marzo ha avuto il patrocinio della regione e l’aiuto di molti sponsor, perché per convincere Watson ad accettare la sfida con Petrucci abbiamo dovuto trattare in sterline con un cambio non certo favorevole” ma il discorso economico diventa secondario alle casualità sotto forma di infortuni: “ Io fino a venti giorni fa avevo messo su una riunione con due titoli importantissimi che vedevano di fronte Marinelli-Zamora e Petrucci-Lauri in un’ attesa rivincita, poi nell’arco di pochi giorni mi sono saltati questi due match. Un duro colpo da smaltire, ma ho tenuto duro, perchè la città aspettava questo evento dell’8 marzo. Pensate mi è arrivata una richiesta di 8 biglietti persino da Catania”.
Alla conferenza c’è anche un candidato alle prossime elezioni che si svolgeranno a Roma, si tratta di Massimiliano Parsi che confessa di essersi ricreduto nei riguardi del pugilato, uno sport che ha invece dei valori profondi: “Quando ho assistito alla riunione organizzata da Buccioni a Ponte Milvio, mi sono ingegnato a guardare il contorno e ho visto un clima propositivo per lo sport in generale”. Marcello Stella ha sempre seguito con interesse l’ascesa del promoter romano: “ E’ un momento favorevole per la boxe, le palestre sono piene e sono stati abbattuti tabù e stereotipi”.
L’arrivo di Daniele Petrucci, accompagnato da Alessandro Vella, Consigliere del V Municipo che comprende San Basilio, dirotta l’attenzione sul match clou, quello che vedrà “Bucetto” affrontare Craig Watson. La televisione con Rai2 non si è fatta sfuggire questo ghiotto boccone sportivo e lo manderà in onda con una leggera differita poco dopo la mezzanotte e forse ci sarà spazio anche per Demchenko. Chi ci descrive l’inglese, che tra l’altro è di Manchester, facile quindi parlare di un   revival Roma-Manchester, è il corrispondente di “Boxing News” e le notizie sono very bad: “Craig Watson è ancora un oggetto misterioso. Non si conoscono bene le sue potenzialità, ma è seguito con attenzione dagli esperti inglesi. Non ha avuto una carriera brillante da dilettante, ma è diventato famoso quando ha messo al tappeto Amin Khan, nuovo fenomeno del boxing inglese, che per la verità dopo quell’episodio lo ha sempre evitato con cura. E’ un mancino, non molto alto, ma è solido e predilige la corta distanza, oltretutto i suoi pugni non sono carezze”. E Daniele cosa pensa di questo match e di Watson? “Mi sono preparato con cura, anche se ho conosciuto il nome di questo avversario solo venti giorni fa e quindi ho dovuto modificare la preparazione in funzione di un mancino. Indubbiamente questo è un match difficile per me e per lui. Sarà un match divertente per chi lo vede, ma non certo per me”.
Davide Buccioni dopo il fuoco di fila delle domande rivolte dai numerosi giornalisti promette uno spettacolo degno di una festa importante come può essere l’8 marzo. Il mondo dello spettacolo e dello sport avrà una rappresentanza massiccia grazie alla collaborazione di Marina Marchini:” Vi posso garantire che non sono presenze di facciata, ma sono persone che hanno avuto modo di apprezzare la boxe e i suoi protagonisti”.    
 Il PROGRAMMA
Dilettanti
Mediomassimi: Guainella (Audace) vs Cerci (Boxe Casilina 2105).
Welter: Candio (Boxe Roma san Basilio) vs. Campisano (Roma Tricolore).
Professionisti
Supermedi: Massimiliano Buccheri vs. Alessio Singh ( + 2, ! per ko,-3) 4r.
Superleggeri: Vittorio Oi ( +7, 2 per ko, -1) vs Angelo palma (= 1) 6r.
Mediomassimi: Sergey Demchenko (+ 8, 7 per ko, – 2) vs Achille Omang Boya (+ 9, 5 per ko, -3) 6r.
Welter: Daniele Petrucci (+ 19, 8 per ko, = 1) vs Craig Watson (+12, 4 per ko, -1) 12 r. Titolo Unione Europea.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi