di Alfredo Bruno 

dsc_1373.JPGIeri a Terracina dentro la tensostruttura del Palazzetto di viale Europa si è svolta la quarta giornata del Torneo Laziale Esordienti, anche questa organizzata dalla The Champion di Sermoneta, con 4 finali e 13 semifinali. Rispetto alla giornata precedente stavolta il pubblico ha fatto degna cornice alla manifestazione e anche lo spettacolo pugilistico ha fatto la sua parte.


Il sipario si apre con  la rivincita tra Mazzetti e Alicastro. Dopo  un primo round favorevole a Mazzetti, partito in tromba, il match diventa più equilibrato negli altri round dove la foga combattiva la fa da padrone. Un richiamo penalizza il pugile di Latina in guardia destra e il verdetto ancora una volta va al romano. La seconda finale vede di fronte i 60 kg. Roma e Scattone. Quest’ultimo, proveniente da Setteville, è apparso più consistente del suo avversario, anche se nell’ultima ripresa Roma ha tentato il tutto per tutto per sovvertire la situazione. Nella terza finale Capuccio, affiliato della società organizzatrice, ha messo in luce un insidioso gancio destro che Marini non sempre è riuscito ad evitare. Capuccio più preciso ed efficace ottiene il verdetto dopo un match tirato fino all’ultimo. Nella quarta finale della serata Gherghe parte come un fulmine costringendo al conteggio Mattei. Dopo una seconda ripresa equilibrata Gherghe con il sinistro apre la strada al destro accusato da Mattei, nuovamente contato e tolto di gara su intervento medico.

dsc_1303.JPG
Tocca quindi alle semifinali. Garofalo si muove con padronanza sul ring nonostante abbia un avversario non facile come il mancino Liberatoscioli. Quest’ultimo sembra trovare il bandolo della matassa con il sinistro d’incontro,  un’ arma insidiosa per il pugile di Pomezia, che comunque ottiene il verdetto dopo un buon match. Tra Rondinella e D’Auria non partono certo carezze, come dimostra il conteggio, causato oltre che dal colpo da sbilanciamento nelle gambe, subito dal primo nel secondo round. Rondinella in guardia destra apre bene con il sinistro d’acchito le sue serie a due mani e vince al termine di un buon match. Battisti, fisico robusto, aggredisce fin dall’inizio Greco che lo frena con colpi dritti. Il pugile di Dubla taglia la strada all’avversario e lo costringe a rispondere senza ragionare ottenendo il lasciapassare per le finali. Scontro di arieti tra Di Nino e Pellegrini, che fa di trattenuta e colpi alla nuca sua virtù. Più che match è bagarre e al terzo richiamo di Pellegrini scatta la squalifica. Fantauzzi proviene dagli amatori, ma lo si può definire una delle rivelazioni del Torneo infilando la sua terza vittoria. I suoi match sono battaglie e se ne è accorto pure Vantaggiato, molto più alto dell’avversario, che non è riuscito mai a scrollarselo di dosso terminando piuttosto affaticato per arginare una simile furia. Tra Mastroluca e Mencaroni il match scorre sui binari dell’incertezza. I due sciorinano un buon pugilato, a tratti anche efficace. Mencaroni, buon tempista, nelle ultime due riprese si è trovato ad attaccare senza sosta per recuperare il terreno e vincere. Valerio Centra, figlio dell’organizzatore, contro Pintore ha usato solo il sinistro. Il giovane che studia ingegneria è riuscito con abilità ad evitare i colpi dell’avversario, ma questo non era certo sufficiente per ottenere il verdetto. Speranza inizia bene con Famoso. Quest’ultimo però col passare dei minuti assume sempre di più l’iniziativa accumulando punti e vittoria. E’ quasi un derby Ostia-Acilia tra Stella e Leonibus. Quest’ultimo mette in vetrina un bel sinistro che stoppa le intenzioni aggressive dell’avversario e taglia il traguardo vittorioso. L’inesperienza con poca cognizione della noble art traspare evidente tra Kislewski e Astore. Il pugile della Roma Tricolore ha dalla sua un fisico da body building, ma sarà proprio lui che ha tenuto quasi sempre l’iniziativa a portare il marchio del combattimento con un occhio pesto causato dall’ unico colpo preciso messo a segno dal pugile di Setteville. Un’altra musica era quella vista invece tra i supermassimi Festoso e Blasi. Quest’ultimo ha scaricato contro l’avversario bordate terrificanti. L’intervento decretato dal medico nel secondo round è stato per certi versi liberatorio per il pugile di Frosinone.
Tra le presenze in sala oltre alle vecchie glorie c’erano Flavio D’Ambrosi, presidente del Comitato Laziale, Marcello Stella, Consigliere Federale, Giuseppe Molinari, Delegato Provinciale CONI, e l’assessore allo sport di Terracina Pietro Serra, che riceveva una targa per mano della sorella di Claudio Rizzi da parte degli organizzatori.
RISULTATI
Finali
Junior – 57 kg. : Mazzetti (Roma Tricolore) b. Alicastro F. (Parisi Boxe). 60 kg. : Scattone (Gim Boxe Setteville) b. Roma F. ( Parisi Boxe). 75 kg. : Capuccio (The Champion) b. Marini (Boxe Latina). 81 kg. : Gherghe (Roma Tricolore) b. Mattei (Nuova Audax Cisterna).
Semifinali
Senior – 54 kg. : Catozzi Al. (Casalbruciato) b. Catozzi An. (Casalbruciato) per wo. 57 kg. : Garofalo (Phoenix ) b. Liberatascioli (Boxe Roma San Basilio). 60 kg. : Rondinella (Boxe Roma San Basilio) b. D’Auria ( Nettunese). 64 kg. : Battisti ( Dubla Boxe) b. Greco (F. Valente); Di Nino (Gym Boxe Setteville) b. Pellegrini (Phoenix) per squal. 2. 69 kg. : Fantauzzi ( Zonfrillo & Federici)  b. Vantaggiato (Nettunese); Mencaroni ( R. Costantini) b. Mastroluca (Colonna). 75 kg. : Pintore (Boxe Academy) b. Centra V. ( The Champion); Famoso ( Boxe Casilina 2105) b. Speranza (Roma Tricolore). 81 kg. : Bucci (Gymnasium Colleferro) b. Sinceri per wo; De Leonibus (Boxe Academy) b. Stella (Action Boxe Ostia). 91 kg. : Kislewski ( Roma Tricolore) b. Astore (Gim Boxe Setteville). +91 kg. : Blasi (A.S. Universo) b. Festoso (A.P. Frosinone) rsci 2.
ARBITRI: Casentini (c. r.), Mollicone O. (c. r.), Mollicone M., Angileri, Scali, Montanini, De Maldè.
MEDICO: dott. Francesco Leonelli.

Di Alfredo

Un pensiero su “Terracina seconda tappa delle speranze laziali”

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi