Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Torna la OPI con riunioni a Cermenate (Co) sabato e Carpiano (Mi) il 6 aprile | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Torna la OPI con riunioni a Cermenate (Co) sabato e Carpiano (Mi) il 6 aprile

 di Giuliano Orlando

 In attesa che riapra il Teatro Principe, previsto per la seconda metà di aprile, il promoter Alex Cerchi si attiva per promozionare il pugilato nella provincia lombarda. Due gli appuntamenti prossimi. Sabato a Cermenate nel comasco, con quattro incontri interessanti a cominciare dal debutto con la scuderia Cherchi OPI 82, del supermedio pugliese Luca Capuano (8) già campione italiano dilettanti, che a Cermenate affronta il battagliero Marco Miano (7-12), pugile con la valigia, che ha combattuto in Germania, Svizzera, Ucraina, Austria, Kosovo e Polonia, con grande coraggio, facendosi apprezzare dal pubblico. Capuano è fermo dallo scorso maggio, vincitore a Roma del georgiano Otari Goboberishvili, ma la sosta non dovrebbe compromettere il rientro, anche se contro i tipi come Miano si deve stare sempre molto attenti. Il medio sardo Alex Goddi (35-3-1), dopo la sconfitta per l’europeo contro il polacco Szremeta, ha combattuto altre due volte e continua il recupero per una nuova opportunità. L’avversario odierno, il moldovo Vadim Gurau (5-4) è alla sua portata, quindi  dovrebbe proseguire la striscia vincente. Il giovane medio nigeriano-novarese Joshua Nmomah (5) 22 anni, dai grandi mezzi, ma ancora inesperto, trova nell’argentino, residente in Italia, Angel Mariano Castillo (1-4) 29 anni, visto a Roma, travolto dall’inglese Docherty, destinato a importanti traguardi, il collaudatore ideale, per il tipo di boxe aggressivo, che dovrebbe  funzionare egregiamente per un contrista. In apertura, il milanese Andrea Sito (2-0-2), 21 anni, sul quale credono in molti, affronta il trentenne pugliese Antonino Sponziello (3-12-1) sicuramente alla sua portata. Il problema di Sito è l’irruenza che ancora non riesce a gestire al meglio. Ingresso gratuito inizio alle ore 18.00.

A distanza di una settimana, sabato 6 aprile, altro appuntamento stavolta a Carpiano, dalle parti di Melegnano, zona est di Milano, serata imperniata sul rientro dell’imbattuto  welter cremonese Niklas Esposito (Good Boy) otto vittorie, le ultime cinque per KO, che sta facendosi largo nelle categoria, con la speranza che i problemi alla mano destra siano definitivamente risolti. Pugile molto spettacolare, ha già un buon seguito di tifosi ed è un protagonista sul ring del Principe, per la sua boxe molto spettacolare. In attesa del ritorno nel teatro milanese, vedremo la sua condizione il 6 aprile, avversario ancora da definire. A proposito di rientri, c’è anche quello del superleggero Sebastian Mendizabal (1), campione spagnolo dei dilettanti, argento in Italia nel 2016 a Bergamo, battuto in finale da Di Lernia, che alterna attività tra Spagne e Italia. Adesso sembra abbia deciso di fermarsi a Roma, allenato dal maestro Agnuzzi, fissando il secondo match da pro a Carpiano. Rivedremo sul ring anche il foggiano Andrea Scarpa (23-5) 31 anni, grandi mezzi e tante occasioni fallite, l’ultima a Firenze lo scorso novembre, per l’europeo superleggeri, contro l’inglese Joe Hughes, un brevilineo fatto su misura per l’italiano, pugile dalle lunghe leve e una discreta potenza. Nell’occasione disputò un match irritante, incapace di darsi una scossa. Che un giudice, il montenegrino Predag Aleksic, abbia visto la sua vittoria, delle due l’una: o era alterato o distratto e non ha seguito il confronto. Nonostante questo svarione, l’EBU ha continuato a farlo giudicare, come se nulla fosse. Il foggiano se la vedrà col croato Ivan Njegac (10-9) sconfitto ai punti da Dario Morello a Milano l’8 marzo. Avversario su misura, vedremo se Scarpa avrà capito che potrebbe essere l’ultimo treno.  Anche per questa serata ingresso gratuito, nel segno della promozione pugilistica. Inizio alle 19.