Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Tutto esaurito al teatro Principe per la sfida tra laureati | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Tutto esaurito al teatro Principe per la sfida tra laureati

Pesi Welter - Caccia vs DelVecchio

Pesi Welter – Caccia vs DelVecchio

Pesi Welter - Caccia vs DelVecchio

Pesi Welter – Caccia vs DelVecchio

Tutto esaurito al teatro Principe di Milano, domenica 25 marzo, per la sfida sulla distanza delle sei riprese tra i pesi welter Alessandro Caccia ed Edoardo Del Vecchio. I due pugili hanno dato il massimo fino all’ultimo suono del gong, scambiando spettacolari combinazioni, incassando pugni durissimi, e non sottraendosi alla battaglia nemmeno quando forse sarebbe stato meglio farlo. Nelle ultime due riprese, ad esempio, Del Vecchio ha subìto gli attacchi di Caccia e sembrava che quest’ultimo potesse vincere prima del limite. Ma Del Vecchio è rimasto in piedi ed ha contrattaccato ricevendo applausi dal pubblico che gli ha tributato un’ovazione anche dopo la lettura del verdetto che ne ha decretato la sconfitta ai punti. Nel primo round, Del Vecchio ha anche centrato Caccia con un jab d’incontro spedendolo al tappeto, ma Caccia si è rialzato subito ed ha fatto capire a lui ed all’arbitro (che aveva iniziato il conteggio) di essere pronto a riprendere la contesa. “Con quel pugno Edoardo mi ha fatto solo scivolare – ha commentato Caccia – ed è per questo che mi ha sorpreso il conteggio dell’arbitro. Del Vecchio è stato un avversario più duro del previsto, ma sono riuscito a batterlo nettamente e questo dimostra l’utilità del lavoro svolto con il maestro Calogero Serio nella sua palestra di Cento. Adesso voglio il titolo italiano dei pesi welter. Conosco benissimo il nuovo campione Nicola Cristofori e sono certo di poterlo battere. Sono già stato campione d’Italia e considero questo titolo il primo passo verso l’europeo. Nel 2015 Salvatore Cherchi mi propose di combattere per l’europeo dei pesi welter, ma avevo deciso da poco di lasciare la boxe. Ora sono determinato a proseguire la carriera professionistica e ad arrivare il più lontano possibile. Non mi pongo limiti.”  Dopo questo trionfo, il record di Alessandro Caccia è composto da 16  vittorie, 1 sconfitta e 1 pari. Quello di Edoardo Del Vecchio da 7 vittorie e 3 sconfitte.

Molto spettacolare anche il match d’apertura tra i pesi leggeri Osvaldo Gagliardi e Andrea Sito che non hanno risparmiato energie scambiando pugni fino all’ultimo secondo della sesta ripresa e per questo sono stati applauditi dal pubblico. Il verdetto di parità ha lasciato l’amaro in bocca ad entrambi perché – come sempre avviene in questi casi – sia Gagliardi che Sito erano convinti di aver vinto. Considerato quanto è piaciuta al pubblico la loro sfida, non è esclusa una rivincita. Il record di Osvaldo Gagliardi è ora di 2 vittorie, 2 sconfitte e 4 pareggi. Andrea Sito ha un record di 1 vittoria e 1 pari.

Il peso supermedio Riccardo Merafina ha impiegato un solo round per demolire Jovan Stoijilikovic. E’ la seconda vittoria consecutiva, sempre al teatro Principe, per Merafina da quando ha deciso di tentare la strada del professionismo. Ivan Zucco, anch’egli un peso supermedio, ha vinto ai punti su Stefan Paunovic al termine di una spettacolare battaglia in cui entrambi hanno assaggiato il tappeto. E la terza vittoria consecutiva per Zucco, che un mese fa al palasport di Roma ha combattuto nel sottoclou del campionato mondiale per la pace WBC di cui sono stati protagonisti Emiliano Marsili e Victor Betancourt (ha vinto Marsili ai punti). Ivan Zucco è un pugile dalle buone qualità tecniche che può raggiungere traguardi importanti.

“Aver ottenuto l’ennesimo tutto esaurito è una grande soddisfazione – commenta l’organizzatore Alessandro Cherchi – perché dimostra che abbiamo conquistato la fiducia del pubblico milanese. Riproporremo senz’altro i pugili che hanno combattuto ieri sera e ne porteremo altri che non hanno mai combattuto al teatro Principe. A breve annunceremo il nostro prossimo evento.”

Nel corso della manifestazione, nella galleria all’ingresso del teatro, sono state esposte le opere dell’artista catalana Feuei Tola. “Sono una grande appassionata di pugilato – spiega Feuei – ed ho voluto creare delle opere che avessero come tema questo sport. Nel corso degli anni, ho assistito a molte manifestazioni dal vivo, mi sono allenata in palestra, ho conosciuto campioni e campionesse. Parlando con Alessandro Cherchi abbiamo pensato di esporre le mie opere nel corso di una manifestazione professionistica e sono lieta di averlo fatto. Il teatro Principe è una location perfetta per ogni tipo di eventi.”