di Primiano Michele Schiavone

Dopo 44 anni dall’inizio della storia del campionato italiano professionistico dei pesi medi, nel 1958 arrivò il vincitore numero 22 nella persona del pugile marchigiano Italo Scortichini. Questi, il 27 aprile 1958 a Milano, nel confronto con il friulano Gino Rossi si aggiudicò il verdetto ai punti e, di conseguenza, il vacante titolo nazionale, succedendo al toscano Guido Mazzinghi. Il nuovo campione arrivò al suo primo appuntamento tricolore dopo molti anni dal passaggio professionistico, avvenuto nel novembre 1948, anzitutto per la sua lunga permanenza all’estero. Dopo aver disputato poco meno della metà dei suoi combattimenti in Francia, nel 1953 debuttò negli Stati Uniti, dove rimase per tre anni, con una trasferta in Australia e due nelle Filippine (laddove sembra aver vinto il titolo nazionale). Conseguì convincenti successi al suo rientrò in Italia nel 1956, anno concluso a New York  con due vittorie. Nel maggio dell’anno seguente, a Milano, provò a destituire dal trono europeo il francese Charles Humez (già prepotente vincitore nel capoluogo lombardo di Tiberio Mitri e Franco Festucci) ma rimase sconfitto dopo 15 riprese. Nel record di Scortichini si trovano i nomi di alcuni campioni del mondo quali il cubano Kid Gavilan (una sconfitta), Willie Pastrano (una vittoria) e Carmen Basilio (un pari e 2 sconfitte), oltre a tanti altri prima serie internazionali che popolarono i quadrati del nord America. Lasciò la boxe nel settembre 1960 dopo 74 sfide: 40-26-7-1 NC.

Fonte www.sportenote.com

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi