Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

A Brescia: europeo supergallo con Rigoldi. A Firenze cinture internazionali per Turchi, Fiordigiglio e Riguccini | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

A Brescia: europeo supergallo con Rigoldi. A Firenze cinture internazionali per Turchi, Fiordigiglio e Riguccini

di Giuliano Orlando
Il pugilato italiano sta uscendo dal torpore che l’aveva avvolto nell’ultimo decennio, facendolo precipitare agli ultimi posti in Europa. Solo boxe di piccolo cabotaggio e sporadica. Gli appuntamenti importanti erano sempre più rari, mancando le nuove leve, contando solo su pugili ben oltre la trentina. A livello europeo la situazione non era certo promettente. Gli ultimi titolati, Gianluca Branco ed Emanuele Blandamura non potevano considerarsi delle promesse. Il salto di qualità è avvenuto a fine 2018, col contratto stipulato dai Cherchi con la Matchroom di Eddie Hearn e l’emittente DAZN. Contratto che assicurava otto serate di grande boxe in Italia, col supporto finanziario sia di Hearn che della DAZN. Nel contempo veniva instaurata una collaborazione da parte di Davide Buccioni ed Eurosport, la FPI concordava col WBC l’assegnazione di cinture nazionali, si sono fatte avanti agenzie promozionali per trovare sponsor. Il promoter bresciano Mario Loreni, nonostante lo sfoltimento forzato della sua scuderia, non demorde e va dato atto della sua tenacia. Opera con buoni riscontri il promoter lombardo Massimo Brognara, che lo scorso gennaio ha guidato Silvia Bortot (6-0-1) sul ring francese di Compiègne, alla conquista dell’europeo superleggeri ai danni della locale Helen Meron (5-1-1) kot al 4° round. Due mesi prima, Luca Rigoldi sempre in Francia a Hyeres, batteva Jeremy Parodi (42-5-1), portando in Italia l’europeo supergallo. Brognara allestirà il 4 maggio a Varese, la sfida valida per la cintura vacante supergallo tra Iuliano Gallo (9-2) e il pericoloso francese Terry Le Couvior (13), mentre il 12 aprile, accompagnerà il superleggero livornese Vairo Lenti (6-2-1) a Barcellona, contro l’imbattuto locale Alejandro Moya (10) con 7 KO all’attivo. In caso di buona prova, punterà alla cintura tricolore dei superleggeri.
Il 25 aprile a Brescia, la Loreni Boxe allestisce la prima difesa continentale di Luca Rigoldi (19-1-1) contro un altro francese, il tosto Anthony Settoul (Fra. 23-7) pugile di 32 anni, attivo dal 2008, giramondo anche se con poca fortuna. E’ al secondo tentativo continentale, il primo gli andò decisamente male. Contro l’iberico Abigail Medina (19-4-2), 30 anni, nativo di S. Domingo, residente a Barcellona, nel giugno 2018, finì KO al primo round. Tornato a combattere lo scorso febbraio, ha superato a Clermont Ferrand (Fra) il georgiano Edgani Sarkisiani (6-7-2) 19 anni, ai punti. In Italia ha combattuto nel dicembre 2013, difendendo la cintura dell’UE a Firenze, contro il fragile Rodrigo Bracco , finito KO al primo round. Di ben altra statura il veneto Rigoldi, che senza avere l’esperienza del francese, possiede una vigoria atletica di altra caratura. Nel ricco contorno, per il leggero Mimmo Valentino (6) che il 14 giugno a Grumello del Monte (Bg) affronterà Albert Cipriani (7-5) per il tricolore, ultimo test contro lo spagnolo Lara. Il medio Etinosa Oliha (6) affronta l’esperto Sandros Medrano (10-62-5) del Nicaragua, mentre Francesco Grandelli (10-1-1) a sua volta cosfidante con Nicola Cipolletta (14-7-2) al titolo piuma, trova il collaudatore Wallington. L’esplosivo medio Seshi (6-0-1) atteso con Alberti (5-4) rivale impegnativo, infine il veneto-campano Davide Festosi (12) aspirante al titolo superpiuma, impegnato sui 6 round con Eusebio Osejo (30-22-3), 33 anni, del Nicaragua, attivo dal 2003, già visto in Italia, mancino scomodo.
Il giorno dopo, venerdì 26 aprile, terzo appuntamento della joint venture tra Opi Boxing Italy Matchroome e la DAZN, in quel di Firenze. Sarà ancora l’emergente cruiser fiorentino Fabio Turchi (16) al centro della serata allestita alla Tuscania Hall, sfidato dal francese Jean Jacques Olivier (10-2 di cui 7 KO) sulla distanza dei 12 round, in palio la cintura Internazionale WBC. Lo scorso novembre, sempre a Firenze, respinse l’assalto dell’inglese Tony Conquest (18-3), ma si trattava del titolo Silver, stavolta la cintura vale l’Internazionale assoluto. In caso di successo, scalerà altri posti verso la top ten WBC. Attualmente è 28°. Appuntamento da non perdere per il popolo fiorentino, visto che saranno altri due toscani, il superwelter Orlando Fiordigiglio (30-2) e il welter Alessandro Riguccini (22) a combattere con cinture in palio. Fiordigiglio se la vedrà con l’ex campione europeo WBO, l’olandese di colore Stephen Danyo (15-2-3) in palio l’Internazionale IBF, le cui ambizioni puntano al mondiale, ritenendo l’impegno di Firenze una tappa intermedia verso traguardi più importanti. A Fiordigiglio il compito di smentirlo. Per il welter Riguccini è un ritorno nella terra natia, lasciata nel dicembre 2012, dopo aver debuttato ad Arezzo battendo il magiaro Zoltan Horvath. Da allora ha conosciuto solo ring messicani, dove ha combattuto 21 volte, sempre vincendo. In quel frattempo ha conquistato diverse cinture, l’ultima in ottobre (interim Silver WBC dei pesi welter) battendo Andres Villaman (14-1-1) che era imbattuto, messo KO al terzo round. Cintura che metterà in palio contro l’ennesimo messicano, in questo caso Ivan Alvarez (28-9-1), 31 anni, dal pugno pesante, prevedibile una soluzione prima del limite, poiché anche i pugni di Riguccini non scherzano, visto che delle 22 vittorie, ne annovera 18 per KO. Il resto della serata vedrà sul ring altri sei pugili della OPI 82, tutti in rampa di lancio per traguardi importanti. Sono in programma il medio Emanuele Blandamura (28-3) ex europeo ed ex sfidante al mondiale; il gallo Mohammed Obbadi (18-1) già titolare UE, fiorentino d’adozione, il veneto Devis Boschiero (46-6-2) ex europeo e già sfidante al mondiale superpiuma, a sua volta beniamino dei fiorentini, il medio emiliano Matteo Signani (27-5-3) sfidante europeo e il giovane romano Mirko Natalizi (3).