Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Chance europea per Demchenko | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Chance europea per Demchenko

Demchenkodi Primiano Michele Schiavone

Dalla Francia è giunta la notizia che la società promotrice MK Events organizzerà a Parigi il vacante campionato EBU dei pesi mediomassimi. La data fissata è per sabato 27 maggio ed i due contendenti saranno il transalpino Mehdi Amar e l’italiano di origine ucraina Sergey Demchenko, da poco più di un mese possessore della vacante cintura dell’Unione europea, abbandonata dallo stesso Amar per puntare al titolo riconosciuto in tutta l’Europa.

Amar, sfidante obbligatorio di Igor Michalkin, nella stessa data avrebbe dovuto affrontare il russo campione EBU, il quale – riconosciuto positivo al test anti doping disposto dopo l’ultima difesa dello scorso marzo a Parigi contro Patrick Bois, per aver fatto uso di meldonium, noto anche come mildronate – è stato privato del titolo. Il russo ha proposto appello e l’esito delle analisi sul secondo campione saranno rese note dopo i successivi esami di laboratorio. Il componente sotto accusa, il meldonium, è stato inserito nella lista WADA (World Anti-Doping Agency) solo lo scorso gennaio. Dall’inizio dell’anno in Russia sono stati confermati 27 casi di atleti (di molte discipline sportive) positivi per l’uso di meldonium.

Per l’italo-ucraino, vincitore del romano Mirco Ricci lo scorso marzo, si tratterà di una ghiotta occasione – a coronamento di una carriera iniziata nell’ottobre 2004 – che lo vedrà impegnato contro il transalpino dopo pochi mesi dal primo confronto. Demchenko ha sfidato Amar nell’ottobre 2005, in Francia, nel tentativo di sottrargli la corona dell’Unione europea, ed è rimasto sconfitto dopo 12 riprese: il verdetto è stato unanime per il francese (117-111, 116-112 e 115-113) ma il romano d’adozione ha tenuto testa all’avversario fino alla fine del confronto.

“Tigre” Demchenko, 35 anni compiuti lo scorso settembre, ha lasciato vacante il titolo UE per giocarsi la carta più importante della sua non facile carriera professionistica. All’appuntamento parigino arriverà con il record di 16 vittorie (12 prima del limite) contro 9 insuccessi ed 1 risultato di parità.

Amar, 34 anni da celebrare il prossimo giugno, ha avuto la prima esperienza a torso nudo nel novembre 2003 ed ha compilato un palmares di 32 trionfi (16 anzitempo), a fronte di 4 perdite e 2 verdetti nulli. Prima di conquistare il vacante titolo dell’Unione europea dei pesi mediomassimi, lo scorso luglio in Francia a spese dello spagnolo Adasat Rodriguez con decisione unanime in 12 riprese, è stato campione di Francia dei pesi supermedi.

Il duello tra Amar e Demchenko sarà arricchito da altre due sfide: la difesa obbligatoria del titolo EBU dei pesi superwelter da parte del francese Cedric Vitu (44-2-0) contro lo spagnolo Isaac Real (15-1-1), ed il tentativo di conquistare il vacante campionato UE dei pesi superleggeri che faranno il transalpino Franck Petitjean (16-4-3) e l’italiano Samuele Esposito (21-3-0).

 

Fonte www.sportenote.com