Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Grande boxe a Udine con il match Zamora-Semo | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Grande boxe a Udine con il match Zamora-Semo

zamora-brunetTorna la grande boxe a Udine, ricordando l’epoca d’oro dei Vecchiatto e Battistutta, domani sera (17 aprile) con inizio alle ore 20, organizzata da Mario Loreni. Clou della bella serata sarà il match che vedrà di fronte sulle 12 riprese  l’imbattuto Brunet Zamora (+ 16, 7 per ko) difendere il suo titolo di Campione Intercontinentale WBA dei superleggeri dall’insidioso assalto che gli porterà l’ugandese Peter Semo ( + 19, 14 per ko, – 3).

Il combattimento per il 34enne cubano residente a Trieste rientra in una scala di alto rischio: Peter Semo, residente in Svezia, è atleta che gli italiani e soprattutto i romani hanno potuto apprezzare strenuo avversario di Giorgio Marinelli e vincitore prima del limite di Fedele Bellusci, al quale tolse l’Intercontinentale IBF. Zamora, che ormai staziona al 12mo posto nella graduatoria mondiale WBA, si è allenato duramente nella sua Trieste. Il simpatico cubano sa perfettamente che in questo momento sono vietati i passi falsi, anche perché ci sono in ballo solide trattative per il titolo europeo e se vittorioso nella serata di Udine non è escluso quella mondiale WBA.
Il sottoclou ha una sua caratteristica curiosa: Alfredo Di Feto ( + 15, 7 per ko, – 6, = 1) ed Emanuele De Prophetis (+ 14, 9 per ko, -3) disputeranno 10 riprese per l’assegnazione del Titolo Italiano dei superleggeri, lasciato vacante proprio da Brunet Zamora, che tra l’altro ha sconfitto entrambi. Un match non facile da gestire in sede di pronostico: la maggiore potenza di De Prophetis saràa controbilanciata dall ’inesauribile aggressività di Di Feto.
Farà parte della bella manifestazione anche il massimo Gianluca Mandras (+ 5, 3 per ko) che affronterà sulle sei riprese un buon collaudatore come il bulgaro Ivor Marinchev ( 4, -11), che si è comportato dignitosamente sia contro Dolzanelli che contro Erittu; mentre tra i superwelter Italo Brussolo (+ 9, -3) e Armend Tatari (+ 6, -11, = 1) è garantito uno spettacolo ad alta tensione. Un capitolo a parte merita Loredana Piazza (+ 3) che avrà di fronte la bulgara Svetla Taskova (+ 4, – 25, = 1), 38 anni. Loredana sembra intenzionata a bruciare le tappe per diventare terza incomoda tra Simona Galassi e Stefania Bianchini, contro l’esperta mancina bulgara dovrà dare il meglio di se facendo molta attenzione al pesante sinistro della sua avversaria, che fece vedere i sorci verdi alla brava Rosa Maria Tabbuso.