nazionale-italiana-femminile-impegnata-al-torneo-boxam-2009-spagna-20-24-aprile-2009In zona podio, l’Italia si è distinta rispetto alla Spagna, al Portogallo ed al Galles. Oggi in Semifinale le azzurre Lucarno, De Francesco, Cordio e Landi. Venerdì in corsa per l’oro le atlete Pilo e Marenda. Soddisfatti il Team Leader Cesare Frontaloni, nuovo Responsabile della Nazionale Femminile, ed il tecnico federale Emanuele Renzini.
Prima prova superata per la Nazionale Italiana Femminile che, ieri, nei Quarti di Finale del XXIV International Tournament “Boxam 2009” Men and Women, in programma fino al 24 aprile a La Linea de la Concepcion-Cadiz in Spagna, ha dato prova di grande abilità.   

L’Italia si è subito imposta sulla Spagna, in un torneo che vede in gara anche il Portogallo ed il Galles, rappresentati da cinque categorie di peso (Kg. 51, 54, 57, 64 e 75). Un numero ridotto rispetto alle scorse edizioni, a causa del torneo femminile che si è appena concluso in Turchia, ma di forte interesse per il tricolore che, alla sua prima uscita internazionale del 2009, ha iniziato il suo cammino di preparazione in vista dei Campionati dell’Unione Europea, in programma in Bulgaria dal 23 al 28 giugno. Al rinomato torneo spagnolo (la prima edizione risale al 1976 in Almeria), inoltre, ha sempre partecipato la Nazionale Italiana Maschile, tranne lo scorso anno a causa dei numerosi impegni pre-olimpici. L’ultima partecipazione del tricolore risale infatti al 2007, a Vigo, dove la Squadra Maschile ha conquistato due medaglie di bronzo con gli azzurri Dario Vangeli (64 Kg.) e Salvatore Grieco (75 Kg.).
Dei sei guantoni rosa della Nazionale Italiana Femminile in gara, i primi due ieri hanno conquistato il passaggio alle Semifinali e Finali.  “Inizio più che positivo per l’Italia – ha commentato il tecnico federale Emanuele Renzini – con due vittorie nette contro le atlete di casa. Nei 51 Kg. Simona Lucarno ha battuto per 21 a 2 Celaya Zurine, in un incontro a senso unico gestito con intelligenza dall’italiana che ha mandato costantemente a vuoto i tentativi di attacco dell’avversaria, rientrando con colpi precisi ed efficaci al volto della spagnola, procurandole anche un conteggio durante la terza ripresa. A seguire, l’altra grande prova dell’azzurra Romina Marenda, che ha disputato le semifinali dei 64 Kg., anticipate di un giorno a causa del ridotto numero di combattimenti in programma nei quarti di finale. L’azzurra ha vinto per RSCH alla terza ripresa contro Maria Rodriguez del Mar, dopo un inizio molto combattuto, con due richiami ufficiali per la spagnola e uno per l’italiana. Marenda ha imposto alla gara un ritmo che la Rodriguez non è stata in grado di sostenere. Al terzo round un preciso destro dell’italiana sferrato al mento della spagnola ha costretto l’arbitro ad effettuare il secondo conteggio e a fermare l’incontro”.
Oggi in gara nelle Semifinali saranno le azzurre Valeria De Francesco, che nei 51 Kg. incontrerà la gallese Lynsey Holdaway, Giada Landi, che nei 54 Kg. si confronterà con la spagnola Olaya Crucis, e Giacoma Cordio, che nei 57 Kg. combatterà contro l’altra atleta di casa Marta Sagrato. Venerdì, direttamente in Finale, il Capitano della Nazionale Femminile Patrizia Pilo si giocherà l’oro nei 75 Kg. con la spagnola Tamara Garcia, mentre nei 64 Kg. toccherà a Romina Marenda difendere i colori della squadra contro la vincitrice dell’incontro tra la gallese Rebecca Price e la portoghese Juliana Rocha.
Forza azzurre!

Michela Pellegrini
Ufficio Comunicazione FPI

 

Di Alfredo

Un pensiero su “Inizio più che positivo delle Azzurre”
  1. Grazie Michela di queste comunicazioni, ci dai la possobbilità di seguire le nostre atlete fuori dai confini italiani…
    FORZA GIADA E COMPLIMENTI A TUTTE SIETE GRANDI

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi