Si è conclusa la dodicesima edizione, trionfo di Tomas Hron.

dsc_0790.jpg

Di fronte ad oltre 9.000 spettatori giunti da ogni parte d’Italia, Tomas Hron in finale con il bielorusso Serguei Gur, campione uscente, si è aggiudicato l’edizione 2007 di Oktagon k1.

 

L’atleta ceco, dopo match durissimi e senza esclusione di colpi che hanno entusiasmato il pubblico e i numerosi vip presenti a bordo ring, si è aggiudicato la palma del migliore e il diritto di proseguire la corsa nel circuito K1 per giungere alla finale di Tokyo a novembre, quando affronterà i vincitori delle altre tappe mondiali,  con  in palio una borsa da 1 milione di dollari e diversi contratti di sponsorizzazione.

Per una sera Milano è stata la capitale della kick boxing e della thaiboxe, considerato l’ormai enorme seguito di appassionati che da dodici anni non perde un incontro di “Oktagon”, che con il passare delle varie edizioni ha fatto da traino a questo sport, creando un vero fenomeno di massa.

Bene i nostri atleti che hanno dovuto vedersela anche con la sfortuna, il livornese Petroni, infatti avrebbe potuto puntare alla vittoria finale, ma un infortunio al ginocchio lo ha bloccato nel primo incontro ponendo la parola fine al torneo del campione toscano.  Il romano Luca Sabatini, arrivava in semifinale dove veniva sconfitto da Gur.

Nel prestige fight  gli italiani dominano la scena con l’entusiasmante vittoria ai punti  di Giorgio Petrosian  nell’incontro con Arslan Magomedov e soprattutto il trionfo con il clamoroso ko  al primo round del campione thailandese Dao ad opera del bolognese Cumani, sostenuto sul ring anche dall’arrivo nel parterre dell’amico Biagio Antonacci. Il cantante infatti pratica thai boxe nella stessa palestra bolognese del fighter. Gli incontri femminili hanno registrato un’altra  vittoria italiana con Silvia Valicelli , bolognese, contro la tedesca Daniela Graf.

 

tomas-hron-vincitore-oktagon004.jpg

Presenti tra gli atri anche diversi personaggi famosi appassionati di sport del ring, da Susanna Messaggio ad Emanuela Folliero,  e poi la voce ufficiale della Moto GP Guido Meda e il collega Davide De Zan, Elena del Grande Fratello 5, il dee jay Marco Mazzoli, Barbara Snellenburg,  la campionessa mondiale di kick boxing Chantal Menard, che per un infortunio in allenamento non ha avuto la possibilità di combattere, ma che ha generato un boato del pubblico quando gli speaker hanno pronunciato il suo nome.

Una vera e propria festa , con vip e gente comune gomito a gomito a tifare per i propri beniamini in un clima di forte passione, grande divertimento e assoluto rispetto per atleti e tifosi.

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi