Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Tommasone e Ballisai vincono ad Avellino | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Tommasone e Ballisai vincono ad Avellino

11102628_805510319540378_1043268108199199738_n come oggetto avanzato-1Tommasone proiettato fuori dai confini nazionali

Avellino, 4 aprile 2015 – Dopo il titolo italiano per il peso piuma Carmine Tommasone è arrivata la cintura WBA Inter-Continental. Nel confronto con il cileno Cristian Palma, valevole per il vacante campionato, il campano ha dimostrato tutte le sue qualità aggiudicandosi il verdetto ampio al termine delle 12 riprese: 119-108, 119-109, 118-110. Alla grinta del sudamericano ha fatto da contraltare la tecnica dell’avellinese che ha saputo trovare la scelta di tempo per anticipare le azioni avversarie, sottrarsi poi alle repliche decisive ed infine rimettersi in gioco con azioni precise. L’arrembato cileno ha voluto sopperire alle sue lacune con azioni a corta distanza ma gli spostamenti coordinati dell’italiano hanno fatto la differenza a lungo andare. L’inizio affannoso di Palma è stato aggravato da un richiamo ufficiale nella terza ripresa. Il campano si è poi sciolto con progressione ed i punti favorevoli dei giudici si ammucchiavano con successione nei rispettivi cartellini. Tommasone, 31 anni compiuti da pochi giorni, è rimasto imbattuto con 14 successi, 4 prima del limite. Il suo avversario Palma, 29 anni il prossimo agosto, ha riportato la sconfitta numero 9 a fronte di 20 risultati positivi (4 anzitempo) ed 1 verdetto di parità.

 

Ballisai guarda al titolo dell’Unione europea

La cintura di campione d’Italia è rimasta al piemontese Massimiliano Ballisai dopo la vittoriosa difesa con il campano Vincenzo Finiello. Al termine delle 10 riprese il verdetto è stato diviso: due giudici hanno preferito il campione con 96-94 e 97-95; il terzo ufficiale di gara ha eletto vincitore lo sfidante con un modesto 96-95. Ballisai ha faticato ad inquadrare la guardia mancina dell’avversario  ed ha combattuto con la decisa scelta di imporre la sua potenza. Finiello ha fondato la sua fede pugilistica sulla tecnica: ha usato con dovizia il diretto destro che ha saputo doppiare a più riprese. Il campano ha evitato lo scontro duro preferito dal torinese ed ha sottratto molte energie al suo avversario, sempre teso allo scontro frontale.

Ballisai, 30 anni compiuti lo scorso novembre, ora con  il record di 19 vittorie (11 prima del limite) e 2 sconfitte deve pensare alla sfida ufficiale che porterà al belga Jean Pierre Bauwens, campione dell’Unione europea.

Finiello, 31 anni celebrati nel gennaio passato, ha conosciuto la prima sconfitta dopo 10 trionfi (1 anzitempo) e 2 risultati di parità.

 

Nel resto del programma professionistico il salernitano Gianluca Ceglia, 11-3-0 (2), è tornato alla vittoria contro Cristian Pastarini, 3-7-0 (1), con verdetto ai punti sulle 6 riprese.

Sulla distanza delle 4 riprese esordio vittorioso per il locale Davide Picariello, 1-0-0, che è stato preferito al laziale Eros Marongiu, 3-4-1 (2).

Fonte: www.sportenote.com