nazionale-italiana-femminile-impegnata-al-torneo-boxam-2009-spagna-20-24-aprile-2009Il bottino conquistato fa ben sperare per il futuro e per i Campionati dell’Unione Europea in programma ad agosto in Bulgaria. Un risultato oltre le aspettative: soddisfatti e pronti a rimettersi subito all’opera il tecnico federale Emanuele Renzini ed il Team Leader Cesare Frontaloni, nuovo Responsabile della Nazionale Femminile.
Nell’anno della svolta olimpica, la Squadra Azzurra Femminile in Spagna ha fatto strike, aggiudicandosi, con sei atlete partecipanti, ben tre medaglie d’oro, tre di bronzo, il titolo di Miglior Pugile del Torneo ed il primo posto nel medagliere del XXIV International Tournament “Boxam 2009” Men and Women, che, dal 20 al 24 aprile, ha visto all’opera sul ring de La Linea de la Concepcion-Cadiz le migliori atlete di Spagna, Portogallo, Galles ed Italia.

Cinque categorie di peso in gara (Kg. 51, 54, 57, 64 e 75) che si sono confrontate sulla distanza delle quattro riprese da due minuti ciascuna in un torneo che, nella sua versione rosa, ha visto lo scorso anno al vertice della classifica la potenza russa, seguita dalla Francia e dalla Spagna. Quest’anno ad imporsi è stata l’Italia che ha lasciato alle spalle le nazionali spagnola, portoghese e gallese.  Una grande soddisfazione per il pugilato italiano femminile che, per la prima volta, ha messo piede sul ring internazionale del rinomato torneo, la cui prima edizione risale al 1976 ad Almeria. Fino al 2007 è sempre stata la Squadra Azzurra Maschile a  rappresentare l’Italia che a Vigo ha conquistato due medaglie di bronzo con gli azzurri Dario Vangeli (64 Kg.) e Salvatore Grieco (75 Kg.).
Nonostante il numero ridotto delle atlete in gara rispetto alle scorse edizioni, a causa del torneo femminile che si è appena concluso in Turchia, il livello dei match è stato senza dubbio alto.      Il  tricolore, nonostante l’inesperienza di alcune azzurre ed alla sua prima uscita dell’anno, si è comunque distinto. Dopo le tre medaglie di bronzo conquistate dalle azzurre Giacoma Cordio (57 Kg.), Simona Lucarno (51 Kg.) e Valeria De Francesco (51 Kg.), ieri sera, nel corso delle Finali, l’Italia ha messo una marcia in più puntando al massimo del risultato. E così è stato.
La prima atleta italiana che ha messo al collo la medaglia d’oro è stata Giada Landi, dell’ASD Accademia Pugilistica Livornese, che nei 54 Kg. ha vinto di netto, con il punteggio di 15 a 7, contro la spagnola Irene Gordo, meritandosi a pieni voti il titolo di Miglior Pugile del Torneo. “Una prestazione di ottimo livello, considerando la giovane età – commenta il tecnico federale Emanuele Renzini in viaggio con la Squadra verso Roma -, a dimostrazione del grande impegno dell’atleta che in questo match è stata molto tecnica”.                                                               
A seguire il Team Azzurro si è tinto d’oro grazie all’altra eccellente prestazione di Romina Marenda, dell’A.S. Queensberry Boxe Vicenza, che nei 64 Kg. “ha disputato un incontro con grande intensità – continua Renzini -, sferrando molti e potenti colpi fino alla vittoria per RSC alla quarta ripresa ai danni della portoghese Juliana Rocha. Due vittorie prima del limite, in semifinale e in finale, che qualificano l’azzurra come molto pericolosa. A farci esultare è stato poi il terzo oro conquistato dal Capitano della Squadra Femminile Patrizia Pilo, romana del Centro Sportivo Esercito, che nei 75 Kg. ha superato abilmente l’atleta di casa Tamara Garcia, vincendo per 9 a 2. Un ottimo rientro dopo mesi di inattività. Dopo la prima ripresa, con qualche difficoltà sulle distanze, la Pilo ha preso il largo, imponendosi sulla spagnola con colpi sicuri e precisi. Non potevamo chiedere di meglio io e Cesare Frontaloni. Il torneo è andato benissimo, oltre le nostre aspettative. Siamo contenti e più che soddisfatti di aver raggiunto anche il primo posto in classifica. Impegni agonistici come questi servono a dare maggiore sicurezza alla squadra e, soprattutto, a far crescere le atlete meno esperte in campo internazionale. Dopo una breve pausa, ci rimetteremo subito all’opera per arrivare al meglio all’appuntamento dei Campionati dell’Unione Europea, in programma in Bulgaria dal 23 al 28 giugno”
 

Michela Pellegrini
Ufficio Comunicazione FPI

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi