logoazzurri2008-p.gifDa Atene prime news non confortanti per il tricolore. Nella prima giornata di Eliminatorie del 2° Torneo Europeo AIBA di Boxe per la Qualificazione Olimpica, in programma a partire da oggi e fino al 13 aprile nella capitale greca, l’Italia Boxing Team ha sparato, senza fare centro, le sue prime tre cartucce.

 

 


A salire per primo sul ring dell’Olympic Weight-Lifting è stato lo sfortunato minimosca Alfonso Pinto che, con amarezza, ha dovuto accettare la vittoria ai punti per 19 a 15 dell’inglese l’inglese Darran Langley. Un verdetto penalizzante per il napoletano del Centro Sportivo Esercito, Vicecampione agli Europei del 2006 e per ben otto volte campione italiano, che ha mostrato di essere in perfetta forma, i problemi alla spalla sono ormai superati, disputando un bel match. Peccato che, dopo due prime riprese alla pari, la terza e la quarta siano andate a favore dell’inglese, nonostante Pinto abbia portato a segno molti colpi distinguendosi, lui che è un attendista, per gli attacchi.

Seconda impresa non superata quella del 75 Kg. Ivano Del Monte che ha dovuto cedere, per 11 a 22, al forte bulgaro Maved Mladen. Il romano del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, reduce da un infortunio alla gamba che gli ha negato l’accesso al ring pre-olimpico di Roseto degli Abruzzi, purtroppo ha avuto la meglio solo nelle prime due riprese, un vantaggio che, però, ha visto il calo dell’azzurro nella terza e quarta ripresa, in cui il bulgaro ha iniziato ad incrociare colpi precisi che hanno fatto la differenza.

Sogno sfumato per l’altro azzurro del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, il 64 Kg. Carmine Cirillo, napoletano di Pompei, che, nonostante l’esperienza, con 110 match all’attivo, non è riuscito ad imporsi sul lituano Karluskas Egidijus, andando al di sotto delle sue possibilità. Di sicuro l’assenza dal ring internazionale per parecchio tempo ha penalizzato la sua prestazione. Un verdetto, quello della categoria dei 64 Kg., controverso ma per le modalità di assegnazione. Un guasto alle score-machines ha portato i giudici-arbitri a dover procedere con i cartellini. Tre su due sono andati a favore del bulgaro.
di-savino-alessio-01.JPG

Ora, però, bisogna andare avanti e pensare alla giornata di domani che vedrà all’opera gli altri quattro azzurri ancora in gara: Jahin Vittorio Parrinello  (54 Kg.), Alessio Di Savino (57 Kg.), entrambi del Centro Sportivo dell’Esercito, Manuel Ernesti, della Sordini Boxe, e Alessandro Sinacore (81 Kg), della S.S. Roma Tricolore.

Promemoria sul criterio di qualificazione…Il criterio di qualificazione, come in Italia sarà lo stesso sarà lo stesso: in numero di  atleti qualificabili sarà di 2 per le tutte le categorie, fatta eccezione per le categorie di peso dei 54 Kg, 69 Kg. e 75 Kg che sarà di 3. Unica differenza la categoria dei 57 Kg. che qualificherà 2 pugili, mente in Abruzzo se ne sono qualificati 3.

Per maggiori informazioni sul Torneo e per i risultati potete visitare il sito  www.hellenicboxing.org.gr e www.aiba.org .

Comunicato FPI

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi