%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
WSB: l’ Italia Thunder domani a Roma cerca di mantenere l’imbattibilità in casa | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

WSB: l’ Italia Thunder domani a Roma cerca di mantenere l’imbattibilità in casa

Screenshot_2017-04-18_15_30_20 come oggetto avanzato-1Ultimo impegno dei gironi per l’Italia Thunder, che giovedì 20 Aprile si presenta al Pala Vespucci di via Vertumno per la sfida contro i Fighting Roosters. La franchigia saettata vuole tornare alla vittoria dopo aver perso tutte le trasferte, cercando di trovar conforto tra le mura amiche. La serie di sconfitte era iniziata proprio oltralpe. Da non sottovalutare, quindi, la sete di rivincita dopo la sconfitta a Le Cannet. I Galletti sanno che gli basterà poco per confermare matematicamente il secondo posto nel girone, dietro ai British Lionhearts. La compagine erede dei Paris United viene dalla sconfitta di misura a Londra, così come l’Italia Thunder in Marocco.

A rappresentare l’Italia Thunder ci saranno gli esordienti Erik Lazzarato (69 kg) e Adriano Sperandio (81 kg) che affiancheranno Gianmario Serra (52 kg), Michael Magnesi (60 kge Guido Vianello (+91 kg). I francesi, invece, schiereranno Daniel Asenov (52 kg), Khalil El Hadri(60 kg), Muhammad Ali Ouali (69 kg), Bakary Diabira (81 kg) e Aleksandar Mraovic (+91).

Il primo a salire sul ring sarà ancora una volta un sardo. Per Gianmario Serra sarà l’occasione per il rilancio: la sconfitta contro il Marocco è ormai alle spalle. Dopo la vittoria del fratello Federico in Marocco, il ragazzo di Ossi non vuole essere da meno. Due ori nei campionati Elite (2015 a Roseto degli Abruzzi e 2016 a Bergamo) sono un ottimo biglietto da visita.

Di fronte a lui il bulgaro Daniel Asenov, giovanissimo classe ’97 che nel palmarès può già contare su un oro nei campionati Europei di Samokov 2015 e su una partecipazione olimpica a Rio 2016.

Dopo la sconfitta di Londra, Michael Magnesi è voglioso di tornare alla vittoria. Il pugile laziale ha ben impressionato sia nella sconfitta contro il sorprendente Calum French, che nell’esordio vincente contro il marocchino Mohamed Hamout. Malgrado la giusta sconfitta nella capitale inglese, Lone Wolf è uscito a testa alta grazie ad una grinta ed una sportività degne del vero professionista qual è, confermando le qualità importanti viste anche nei nove, vittoriosi match PRO disputati dal 2015 ad oggi. Sarà importante, a questo punto, dimostrare che la sconfitta in riva al Tamigi è stato solo un incidente di percorso.

Nell’angolo opposto il debuttante El Hadri, 21 anni e un oro nei campionati francesi di categoria: abbastanza per non esser preso sottogamba .

Nei 69 kg l’Italia Thunder può contare sulla voglia di sorprendere di Erik Lazzarato, pugile professionista ma al debutto sul palcoscenico delle WSB. Per l’astigiano classe ’89 6 vittorie su altrettanti incontri da PRO, mentre alle spalle può contare su un record da dilettante di 40 vittorie, 15 sconfitte e 3 pareggi.

Anche per l’avversario sarà l’esordio nelle World Series of Boxing. Mohammed Ali Ouali ha in comune con Lazzarato l’esperienza da PRO: per lui 7 vittorie ed un pareggio, ma ben 4 anni in meno.

Esordiente con i colori dell’Italia Thunder, Adriano Sperandio (Il record WSB segnala una sconfitta; Walk Over nel 2013) . Il pugile romano si presenta sul ring del pala Vespucci con 7 vittorie su altrettanti match da Pro, vincendo anche la cintura di campione italiano Neo-Pro nel 2015. Inoltre, nel suo palmarès vanta anche il trionfo nella prima edizione del Guanto d’Oro (Colleferro 2007) e due ori nei campionati italiani Elite (Roma 2012 e Galliate 2013). Banco di prova impegnativo sarà il francese Bakary Diabira, campione di Francia nel 2013, nel 2014 e nel 2016, mentre nel 2015 si è dovuto accontentare del secondo posto. Per lui una vittoria e una sconfitta a referto nelle WSB.

Infine, la punta di diamante della franchigia saettata sarà Guido Vianello. Il pugile romano ha dimostrato di avere nel repertorio colpi temibili: ne sanno qualcosa il marocchino Arjoui, andato al tappeto dopo un potente montante da parte dell’olimpionico a Rio 2016, e il quotato inglese Frazer Clarke, vincitore ai cartellini, ma che ha comunque è stato costretto al conteggio. Malgrado la terza sconfitta nelle WSB, contro il supermassimo dei British Lionhearts ha dimostrato di essere un atleta di alto livello, non secondo a nessuno sul palcoscenico delle World Series of Boxing. Per l’atleta del gruppo sportivo Carabinieri sarà il nono incontro nelle WSB: fino ad ora 5 vittorie e 3 sconfitte.

Attenzione, però, ad una giovane promessa della boxe europea: l’austriaco Aleksandar Mraovic si è già fatto notare nel campionato europeo U22, dove ha battuto il nostro Aziz Abbas per KO alla prima ripresa nella semifinale svoltasi a Marzo in Romania. Mraovic si dovette accontentare, alla fine, del secondo gradino del podio.

Il match Italia Thunder vs Fighting Roosters verrà trasmesso in diretta su Sportitalia (Canale 60 e 153 del DTT. Sky, canale 225), con il collegamento da Roma a partire dalle ore 20.30. Per motivi di palinsesto gli ultimi due match verranno trasmessi in differita alle ore 24:30.

Per chi volesse assistere dal vivo alla serata, i biglietti potranno essere acquistati presso i rivenditori autorizzati di Box Office Lazio, oppure sul sito web dello stesso. Inoltre, sarà possibile comprare i biglietti anche direttamente al Pala Vespucci, all’ingresso di via Vertumno 5.

Guia Peres

Press Office

Italia Thunder SSD