Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

A Salsomaggiore Terme la 69ma edizione Campionati Universitari | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

A Salsomaggiore Terme la 69ma edizione Campionati Universitari

GetAttachment-1.aspxIn programma dal 15 al 24 maggio p.v. a Salsomaggiore Terme la 69° edizione dei Campionati nazionali universitari di 23 discipline. L’evento presentato lunedì 11 nella sede della Giunta del CONI alla presenza, tra gli altri, del presidente Giovanni Malagò.

di Leandro Spadari

Che cosa accomuna alcuni grandi, acclamati campioni di tutti gli sport e di tutti i tempi quali Livio Berruti, Pietro Mennea, Sara Simeoni, Yuri Chechi, Valentina Vezzali?…facile rispondere: l’aver vinto delle prestigiose medaglie ai campionati nazionali universitari, a testimonianza che lo sport universitario è perfettamente inserito nell’alveo delle  migliori tradizioni dell’intero movimento sportivo nazionale. E del resto 135.535 tesserati al CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) su di una popolazione universitaria italiana pari a 1.709.408 significa che uno studente su 12 è un tesserato…ma non basta, perché tra tornei interfacoltà e attività promozionali il coinvolgimento raggiunge quasi 300.000 praticanti, che possono contare – in una situazione di endemica e ben nota carenza nazionale – su 652 impianti sportivi, di cui 425 di proprietà del CUSI.

Se ne è parlato  lunedì 11 maggio,con la presentazione presso la sala della Giunta del CONI, a Roma, della 69° edizione dei Campionati nazionali universitari che si terrà a Salsomaggiore Terme dal 15 al 24 maggio p.v.: un evento organizzato con grande cura ed impegno dal CUS Parma in collaborazione con la città di Salsomaggiore Terme e l’Università degli studi di Parma, sotto l’egida del CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) e del CRUI (Conferenza dei rettori delle università italiane). Da citare in particolare “Camminare insieme”, un grande progetto nato con l’ambizioso obiettivo di consolidare e diffondere un modello di sviluppo della cultura sportiva, una corsa verso il futuro e l’innovazione partendo dalle esperienze maturate in seno a tutti i CUS e validandole con la ricerca rigorosamente scientifica e metodologica di nuovi e sfidanti percorsi . Partiamo dai dati di carattere generale. Previste nei giorni di gara di questi campionati estivi – preceduti nel marzo scorso da quelli invernali, che hanno interessato solo sci alpino e di fondo – 6.000 presenze e 185 gare con libero accesso per il pubblico in 23 differenti discipline sportive. Lo svolgimento dei campionati, rispetto  ai quali proprio l’innovazione sarà una delle principali chiavi di lettura, coinvolgerà più territori e si caratterizzerà per aspetti inediti: animazioni, feste (quali la serata inaugurale di sabato 16, quella del CUS Parma a Parco Tomassini e l’altra a Salso martedì 19) e di ,intrattenimenti, momenti celebrativi e pubblici…addirittura, le finali del salto con l’asta si svolgeranno su di una struttura temporaneamente allestita  nella piazza principale della città proprio di fronte al palazzo delle Terme di Berzieri.Una sorta di “villaggio globale” per l’edizione sicuramente più partecipata nella storia di questi campionati. Quanto agli sport di combattimento. Per il pugilato, il Palasport di Salso ospiterà le qualificazioni, le semifinali e finali da venerdì 15 a domenica 17 maggio;  il taekwondo farà bella mostra di se presso la palestra Enrico Toti sabato 16 e domenica 17;il judo sarà di scena al  C.S. Santa Maria Assunta da sabato 23 a domenica 24 maggio; la lotta vedrà svolgersi il suo criterium sabato 16 presso la Palestra Paolo Bertellini; infine il karate protagonista alla Palestra Gerini sabato 16 e domenica 17 maggio (ogni ulteriore informazione sui campionati si potrà avere collegandosi al sito www.cnu2015.it). Ma veniamo ad un succinto resoconto dei lavori della conferenza, cui hanno assistito oltre a qualificati operatori dei media il segretario generale del CONI Roberto Fabbricini, il presidente della federbocce  Romolo Rizzoli, il tecnico della FITAV Pierluigi Pescosolido,  il vicepresidente vicario dell’ Associazione nazionale atleti olimpici e azzurri d’Italia Piero Vannucci, il segretario generale della Federazione arrampicata sportiva Antonio Ungaro,il dirigente della federugby Alessandro Ruisi e tanti altri.     Il giornalista Andrea Pancani ha aperto i lavori, sottolineando l’importanza della combinazione sinergica tra salute, cultura, formazione e turismo ed auspicando che la realtà universitaria cresca grazie anche all’arrivo nelle università di tanti professionisti dello sport. Giovanni Malagò  ha detto che lo sport universitario è un vero pilastro del movimento sportivo italiano, anche se la sua identificazione come ruolo non sempre è chiarissima perché costituisce una realtà atipica, è un insieme di tanti fattori ma di certo realizza cose egregie “che non hanno alternative”. Ha concluso augurando un grandissimo successo alla manifestazione, auspicando che quanto prima tutte e 89 le università italiane abbiano un proprio CUS.Il professor Giuseppe Novelli, rettore dell’università di Tor Vergata Roma rappresentante del CRUI, ha parlato di sport universitario quale cultura del merito, e di una “terza missione” dell’università nell’aprirsi al mondo esterno, alla società, al territorio.Lorenzo Lentini, presidente del CUSI ha esordito affermando che i campionati nazionali hanno 69 anni e non li dimostrano, ha ricordato i numeri del movimento e ha messo l’enfasi sulla “forza dirompente” del binomio cultura e sport.Filippo Fritelli sindaco di Salsomaggiore e presidente provincia di Parma ha sottolineato alcuni aspetti organizzativi dell’evento parlando di una coralità di tutto il territorio e dichiarando che Salsomaggiore si candida a città dello sport con le sue terme che coniugano benessere, salute e…appunto, lo sport.Sulla stessa lunghezza d’onda l’intervento di Michele Ventura, presidente del CUS Parma, in prima linea ovviamente per tuttala durata della manifestazione.Andrea Abodi presidente della Lega calcio Serie B  ha concluso la serie degli interventi dichiarandosi sulla stessa lunghezza d’onda degli altri relatori e rendendo noto che il suo organismo svolgerà non solo fisicamente ma proprio culturalmente a Salsomaggiore un ruolo complementare e sicuramente collaborativo con quello degli organizzatori. Massimo Sulli responsabile squadre universitarie di judo della Fijlkam presente alla conferenza assieme all’atleta della Polizia di Stato Lucia Tangorre,campionessa universitaria 2014,  così ha brevemente commentato:” A questi campionati vedremo in azione elementi già affermati e di sicuro valore internazionale. Nomi non voglio farne ma sono più che fiducioso. Poi l’appuntamento di vaglio sarà rappresentato dalle Universiadi che si terranno in Corea con la partecipazione di  otto atleti azzurri. Sino ad oggi abbiamo avuto buoni piazzamenti con i nostri atleti, ora puntiamo senza mezzi termini a dei risultati anche ai fini di una proiezione in chiave olimpica!…”