dsc_2359ALATRI – Nello splendido scenario del palazzetto dello sport di Tecchiena di Alatri, si è svolta una riunione di boxe “pro Abruzzo” organizzata dall’ Asd Domenico Tiberia boxing club di Ceccano. L’evento è stato organizzato con la preziosa collaborazione dell’amministratore del comune di Alatri, nelle persone del Sindaco e dell’Assessore allo Sport ed all’Ambiente, del Coni di Frosinone, della Federazione Pugilistica Italiana.

 La manifestazione sportiva di pugilato è stata promossa con un duplice scopo, quello prettamente sportivo e quello solidale, verso il popolo dell’Abruzzo. Infatti gli organizzatori dell’evento hanno raccolto dei fondi che saranno destinati alle sfortunate popolazioni dell’Abruzzo colpite dal terremoto. La riunione pugilistica che ha registrato la presenza delle telecamere di Lazio Tv e Lazio Channel, ha visto combattere sul quadrato ben venti pugili provenienti dall’Italia e dalla Slovacchia. La prima parte della riunione ha visto salire sul ring  pugili dilettanti, mentre nell’ultimo e più importante incontro si è disputato, sulla distanza delle 6 riprese, un match valido per la categoria professionisti pesi “Supergallo”, Ciro Pariso della Napoli boxe, contro lo sfidante slovacco Rafael Elemir. L’incontro valido per la semifinale del titolo del Mediterraneo Wbf. Ma andiamo con ordine… Nei primi match, quelli cosidetti di apertura hanno incrociato i guantoni pugili italiani, composti da un misto di atleti provenienti dalle formazioni della Napoli boxe, Domenico Tiberia boxe team, Franco Valente team e pugilistica Terenzio Barrale. Nell’ordine sono saliti sul ring Antonio Di Mario contro Flavio Monteiro (Napoli boxe), con Di Mario (Domenico Tiberia boxe) che riusciva a battere l’ostico avversario. Stesso discorso per il pugile campano Mendicino (Napoli boxe) che superava dopo tre riprese lo sfortunato Orsini  al suo primo incontro (team Domenico Tiberia). Il terzo incontro premiava il talentuoso Roberto Scarpino che si sbarazzava dell’ostico avversario slovacco Miroslav Mrlina, mentre l’incontro successivo registrava l’affermazione dell’atleta slovacco Zucha che batteva il bravo Stefano Segneri ai punti, per lo stupore del pubblico e degli esperti presenti al palazzetto, fra cui c’erano il cavlier  Tony De Bonis, l’avvocato Romano Misserville e tanti volti noti della nostra provincia, tutti ovviamente appassionati di boxe. Emiliano Fimiani si dimostrava nel quinto incontro dei dilettanti, pugile dalle spiccate doti tecniche ed atletiche, tanto che aveva la meglio sull’avversario Peter Kucek (Slovacchia). Vittoria netta per il peso welter Eros Marongiu che conduceva un match tutto a suo favore e superava Ludovit Pocs. Lo emulavano anche i beniamino di casa, i ciociari, Alessandro Micheli e Simone Mauro entrambi della Domenico Tiberia boxe che vincevano i loro rispettivi match contro Kovac e Didi ed esaltavano i tifosi intervenuti. La serata molto bella ed entusiasmante per il pubblico presente nel palazzetto alatrense, si chiudeva con il match fra i professionisti Ciro Pariso e Rafael Elemir che si contendevano l’accesso alla finale del Titolo del Mediterraneo, sulla distanza delle sei riprese. Ad avere la meglio, al termine di un match molto equilibrato, il pugile campano Ciro Pariso che veniva applaudito dai tanti sportivi presenti. Al termine ringraziamenti e premiazioni di rito da parte degli organizzatori per tutti i partecipanti e per tutti i presenti  alla bella riunione pugilistica, con l’auspicio di ripetere al più presto un’altra edizione dell’evento.

Comunicato ASD Domenico Tiberia

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi