VELLETRI, 30. 04.2011 – Si sono svolte nella bella  Palestra della Pugilistica Volsca le finali del Primo Torneo Femminile Cintura Volsca. La riunione agonistica è stata preceduta da un Torneo Sperimentale di Gym Boxe per bambini dai 9 ai 12 anni, a cui hanno partecipato atleti in erba provenienti dalla Pugilistica Volsca, dalla Boxe Roma Casalbruciato, dalla Boxe Academy, dall’Action Boxe di Ostia, dalla Team Boxe Roma XI e dalla Co.Na. Boxe.

Dire che l’esperimento sia riuscito è dire poco, e probabilmente alla presenza di Marcello Stella, Consigliere Federale e responsabile del settore Amatori, sembra aprirsi dopo l’apertrura alle donne e agli amatori un filone interessantissimo legato ai bambini dai 9 ai 12 anni per dar luogo ad un Minitorneo di Soft Boxe. Due ore di pugilato in cui i bambini sono stati i grandi protagonisti davanti allo sguardo divertito ed entusiasta dei genitori. I bambini si sono alternati sul ring esibendosi sulle tre riprese e soprattutto dimostrando una buona impostazione tecnica, per certi versi sorprendente, ma che certifica ancora una volta di più come nell’età giovanile le nozioni si apprendano con più facilità.
Dopo due ore circa è stata la volta del Torneo Femminile nel ricordo di Camilla, leggendaria guerriera dei Volsci. Le ragazze che si sono avvicendate sul ring di Velletri, sembrano esserne degne eredi.. Il Torneo proposto dal Comitato Regionale del Lazio e organizzato alla perfezione dalla Pugilistica Volsca con l’instancabile Daniela Valeri ha avuto un successo e un interesse più forte del previsto grazie allo spettacolo offerto dalle ragazze, che hanno dimostrato ancora una volta di più l’evoluzione e gli enormi progressi fatti dalla boxe in rosa. Il Torneo oltrettutto ha una sua caratteristica, per cui non rimane fine a se stesso: le vincitrici, che hanno conquistato la Cintura della Pugilistica Volsca, saranno chiamate di volta in volta a difenderla, tenendo presente l’apertura anche ad avversarie di altre regioni.
La serata si apre con sfide tra atlete Youth del Lazio e dell’Abruzzo. Una caratteristica, che sembra diventare un refrain, ha accompagnato le pugili: poche le fasi di studio, e molta sostanza dal lato tecnico con buon dinamismo ed efficacia. I progressi sono evidenti, come è evidente l’entusiasmo e la grinta che le ragazze trasmettono sul ring. Il seme è stato gettato, adesso bisogna essere bravi a raccoglierne i frutti. Michela Grawroski e Valentina Quinzio si sono date subito battaglia. L’allieva di Rotondi fa dell’aggressività il suo credo, ma incorre nei colpi d’incontro dell’abruzzese che vince il match in virtù di una maggiore precisione rispetto alla quantità dell’indomabile avversaria. Per certi versi lo stesso discorso si può fare per Roberta Margani che prova subito ad attaccare contro Noemi Di Felice, che però replica con efficacia. La Margani tiene l’iniziativa, ma la sua azione è scomposta e ciò le procura un richiamo ufficiale, un punto prezioso per la rivale che si avvale anche di un buon sinistro che miete punti e vittoria, sia pure di misura.
Una delle novità di questo Torneo è senz’altro Francesca Grubissich, campionessa di Kick Boxing, che in finale ha affrontato l’esperta Valentina Murgia, buona protagonista agli Assoluti e anch’essa proveniente dal Full Contact. La Grubissich ha fatto onore al suo appellativo di “piranha” con serie velocissime che tenevano in allarme l’allieva di Perreca. A metà contesa la situazione era a sua favore. La Murgia cambia tattica, non accetta gli scambi e incrocia l’avversaria con colpi isolati. La tattica è buona, anche perché l’avversaria accusa dolori al destro. Il match mantiene l’alta tensione e l’allieva di Perreca dimostra di avere la situazione sotto controllo, come rispecchia il conteggio subito dall’avversaria nell’ultimo round.
Tra Althea Ciminiello e Martina Pietrolungo c’è sapore di rivincita, le due ragazze si sono incontrate agli Assoluti e in quell’occasione vinse la prima. Il match è tirato allo spasimo ad un ritmo vertiginoso. La supremazia passa dall’una all’altra come la pallina impazzita di un flipper. Gli applausi si sprecano al loro indirizzo. Non si smentiscono neanche all’ultimo round dove la Pietrolungo tiene sotto pressione l’avversaria che risponde per le rime. Il verdetto è assegnato alla bravissima allieva di Mattioli per un punto e se fosse stato il contrario non sarebbe stato uno scandalo. Match bellissimo. Simpatica la scena dopo la vittoria di Marzia Verrecchia su Chiara Ferri, che spiega al papà Roberto, suo insegnante, di averle provate tutte, ma contro una simile avversaria non c’era niente da fare. La Verrecchia è un rullo compressore che non concede tregua e fa pure male, porta delle vere e proprie mazzate sia al corpo che al volto. Per la Ferri, altra rivelazione del Torneo, c’è la consolazione di ricevere la targa come migliore atleta del Torneo, un giusto riconoscimento anche per le sue precedenti vittorie. La serata si chiude con il match tra Noemi Conti e Arianna Zaccagnini. La prima rientra dopo due anni e mezzo di assenza. Anche questa è una rivincita essendosi già affrontate, con la vittoria dell’allieva di Ferri. L’inizio è favorevole alla Zaccagnini, più efficace negli scambi. Ma a metà gara la Conti dà segni di riscossa con una boxe più varia di fronte ad un’avversaria che appare leggermente affaticata. La sua rimonta, però, non viene giudicata sufficiente per ottenere il verdetto.
Si conclude così una bellissima giornata di boxe dove protagonisti sono stati i bambini e le donne. L’organizzazione della Pugilistica Volsca lascia il segno per la sua efficienza, viene consegnata una targa anche al Comitato del Lazio, per aver concesso questa opportunità; a ritirarla c’era Stefania Iuppa, Vicepresidente del Lazio, presente alla riunione insieme all’altro Consigliere Roberto Aschi.
RISULTATI
Youth
Kg. 54   Valentina Quinzio (Boxing Team Simone Di Marco) b. Michela Gawrosky (New Boxe).
Kg. 57   Annalisa Brozzi (Olimpic Romans Boxe) b. Cherol Di Felice (Boxing Team Simone Di marco) wo.
Kg. 60   Noemi Di Felice (Boxing Team Simone Di Marco) b. Roberta Margani (Boxe Castelli Romani).
Elite
Kg. 51   Valentina Murgia (Boxe Fun&Fitness) b. Francesca Grubissich (Boxe Trastevere).
Kg. 54   Althea Ciminiello ( Team Boxe Roma XI) b. Martina Pietrolungo (A.S. Universo).
Kg. 57   Marzia Verrecchia (Boxe Academy) b. Cristina Ferri ( Talenti Boxe).
Kg. 60   Arianna Zaccagnini ( Talenti Boxe) b. Noemi Conti (Pro Fighting Roma).
Arbitri: Casentini (c.r.), Gudkova, Badii, Angileri, Scali.
Medico: dott. Massimiliano Bianco.

 

Di Alfredo

Un pensiero su “A Velletri assegnate le Cinture Pugilistica Volsca”
  1. devo fare i complimenti per la bellissima esperienza che ha fatto mio figlio di 9 anni Matteo, e un suo amico anche lui allievo della LAIMA TEAM William di 9 anni sabato scorso a velletri, grazie anche a nome dei ragazzi.

    devo fate una segnalazione nell’ articolo vi siete dimenticati di inserire la palestra LAIMA TEAM.

    Roberto.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi