Al Bajniero di Ostia, di scena Di Silvio e Salvini

di Michelangelo Anile

Venerdì 18 maggio,  appuntamento d’hoc al Bajniero di Ostia in via Caronni 79 per una serata dedicata alla nobile arte dal titolo “The two champions” per l’organizzazione  dall’ASD Boxe Champion Club. Anche in questa occasione, il promoter Marcello Paciucci ha voluto esagerare proponendo un programma davvero suggestivo  con dieci  incontri dilettanti e due professionisti.  Dopo la trasferta  ad Helsinki in Finlandia del dicembre scorso, torna Pasquale “el Puma” di Silvio, classe 1979, punta di diamante della Paciucci Boxing Team. La sconfitta di misura contro l’imbattuto Edis Tatli ,  hanno consolidato  ancor di più le aspettative del pugile romano che cerca la definitiva consacrazione.  Dopo la conquista della Pro Cup 2007,  il titolo italiano dei leggeri nel 2008 e le storiche battaglie contro pugili titolati come Califano,  Marasco e Marsili, Di Silvio ha l’obbligo di  coronare una carriera vissuta da protagonista.  Il match contro l’ungherese Tibor  Meszaros  (4, -5, 0) ,  è solo un pass verso un titolo che conta e che il promoter Paciucci tiene in serbo e in attesa di ufficializzare. Torna anche Emiliano “Globetrotter”  Salvini, classe 1979 che, dopo la sconfitta di misura contro Davide Dieli per il titolo italiano dei pesi piuma, si ripropone contro l’ostico  ungherese Ignac Kassai (7, -19, 2).  Già campione italiano 2010 dei S. Gallo  e giunto al suo trentunesimo match,  Salvini cerca  conferma e soprattutto un immediato  riscatto.  Dunque,  una serata che nell’insieme non nasconde  insidie per i pugili della PBT, ma rappresenta  un viatico importante per il futuro  degli stessi.  Aprono la serata i dilettanti tra i quali spiccano i nomi di Deidda, Lomasto, Splendori e  Sarchioto . L’inizio della serata è previsto alle ore 20.30.

Prenotazioni tavoli:  06.5657043.

Ufficio stampa e accrediti: Michelangelo Anile (info 329.1667044)

2 Responses to Al Bajniero di Ostia, di scena Di Silvio e Salvini

  1. Sono due pugili che meritano di essere applauditi,la loro modestia è il loro forte,non come altri pugili romani, mezze calzette e senza aver vinto niente in carriera, che si esaltano dopo aver battuto dei poveri pugili detti sacchi da record. Vi consiglio di dare un’occhiata hai record su boxrec.com,cosi vi accorgerete di che spessore sono Salvini e Di Silvio. Ci sarò anche io alla manifestazione.
    Giuliano

  2. Grande Paciucci d’hoc, io ci sarò!