untitled1 come oggetto avanzato-1 untitled4 come oggetto avanzato-1 Sette vittorie, un pareggio e una sconfitta: è il ricco bottino conquistato sabato sera sul ring del Palahockey dai giovani pugili reggiani, nella manifestazione organizzata da Sergio Cavallari insieme alla Boxe Tricolore Olmedo. Buona la cornice di pubblico, che ha partecipato con trasporto alle emozioni regalate dai dieci match in programma.
Il primo allievo dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi a salire sul quadrato è stato il senior 56kg Manuel ‘Miguel’ Dattilo, opposto al debuttante del Boxing Club Medicina Franco Maranesi: il reggiano, nonostante un minor allungo di braccia, è stato abile a sfondare la guardia dell’avversario andando a segno in particolare col sinistro, ed infliggendogli due conteggi: netta vittoria ai punti.
Bella battaglia tra i junior 63kg Andrea Truffi, fresco vincitore del Torneo Debuttanti, ed Asa Adrian dell’Accademia Pugilistica Valconca: il reggiano, poi votato come miglior pugile della serata dal patron di Olmedo Luca Quintavalli, ha preso in mano la situazione contro un avversario agguerrito, infliggendogli un conteggio, arginando il suo ritorno nel finale e vincendo ai punti.
Stesso verdetto anche per la elite I serie 69kg Claudia Salerno contro Jessica Galizia della Padana Vigor, già sconfitta nel 2016: la ferrarese ha provato a far valere le proprie lunghe leve, ma il carrarmato reggiano, sempre all’attacco, ne ha demolito la resistenza.
L’altro fresco vincitore del Torneo Debuttanti, il junior 70kg Rey Grisetti, si è aggiudicato ai punti il primo derby della provincia reggiana contro Rachid Abdukouiss della Boxe Guastalla Paolo Motta, grazie ad una maggiore incisività specialmente nei primi due round.
Nell’unico match senza reggiani impegnati, grande vittoria per lo youth 64kg Natanael Ramillano dell’Olympia Boxe Carpi contro Alexandru Sorin Crudu della Skull Boxe Canavesana: dopo un primo round in cui ha sofferto la fisicità dell’avversario, dal secondo Ramillano ha cambiato marcia riuscendo a prevalere negli scambi dalla breve distanza.
untitled2 come oggetto avanzato-1Il secondo derby della provincia reggiana, tra youth 69kg, se lo è aggiudicato Hassan Kobba della Boxe Guastalla Paolo Motta ai danni di Samuel Serradimigni, grazie ad una maggiore intraprendenza in un confronto un po’ confuso.
Dopo la vittoria ai punti di misura dello youth Alexis Boussim contro Gabriele Arzani della Boxe Canavesana grazie ad una condotta più offensiva, il campione regionale youth 52kg Eros Truzzi si è aggiudicato il verdetto contro Ayman Moubtassim della Skull Boxe Canavesana, grazie alla consueta abilità tecnica e ad una maggiore voglia di tenere in mano le redini dell’incontro.
Difficile vittoria ai punti anche per il vicecampione italiano elite 56kg nonchè maglia azzurra Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi contro il forte Halit Erylmaz della Fight Gym Grosseto: in un confronto molto equilibrato e di alto livello, il reggiano sempre all’attacco ha fatto qualcosa in più dell’avversario, un incontrista comunque sempre pericoloso.
untitled3 come oggetto avanzato-1Nell’ultimo combattimento tra elite 69kg grande equilibrio e giusto pareggio tra George Painstil, sempre all’attacco, e tra il più longilineo Bogdan Costantin Popica, abile dalla distanza.
Il prossimo appuntamento per gli appassionati reggiani della ‘noble art’ è fissato per domenica 14 maggio al Lido Po Guastalla, con la tradizionale manifestazione organizzata da Sergio Cavallari al Peace in Po che avrà il suo clou nella sfida tra i pesi cruiser professionisti Simone Federici e Maurizio Lovaglio.
Ufficio stampa Boxe Tricolore Olmedo
untitled5 come oggetto avanzato-1
Nelle foto: Claudia Salerno, Mattia De Bianchi, Derby Serradimigni-Kobba, George Painstil, Andrea Truffi

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi