boschiero-e-freodi Riccardo D’Andrea

Palasport di Rovigo, 15-05-2009, cornice di valore al titolo dell’unione europea dei pesi superpiuma, difesa ufficiale per Devis Boschiero (+24-0=0), opposto all’insidioso spagnolo Francisco Nohales (+19-10=5).Molto bene si era parlato dello sfidante alla vigilia del confronto, un record quello dello spagnolo non certo tra i migliori, comunque prima di ieri sera non aveva mai subito un K.O. e aveva sempre terminato in piedi ogni match.


Atleti arbitro e secondi sul ring per gli inni nazionali, si parte con la marsigliese in onore del signor Toupin, poi all’inno spagnolo per lo sfidante e infine all’inno di Mameli per il campione in carica. L’arbitro invita i secondi di  “el nino” Nohales ad asciugarlo per la troppa vasellina che lo ricopre dandogli un aspetto assolutamente scintillante e splendente, sicuramente l’unica occasione in cui ha brillato nella serata.


Si parte! Devis “BOOM BOOM” Boschiero in  pantaloncini bianco e rossi mentre  Nohales in pantaloncini nero, scambi di jab per rompere gli indugi, serve questo già ad identificare il confronto… Chiuso a testuggine Devis che avanza a cercare l’avversario, in chiusura di round preciso sinistro destro seguito da un colpo al corpo del campione deciso a mettere “i puntini sulle i dall’inizio”. All’angolo il maestro Gino Freo lo esorta a muoversi di più sulle gambe e di non aver fretta di risolvere il match.
La velocità e la precisione dell’italiano sono notevoli, ottima la seconda ripresa, che finisce in crescendo, sia pure con  un episodio ambiguo, in cui all’arbitro pare di aver sentito il suono del gong e involontariamente salva lo spagnolo da un primo conteggio, separando i due pugili proprio quando lo sfidante stava subendo colpi pesanti al volto e in netta difficoltà cercava appoggio alle corde per sorreggersi.
Nonostante la netta difficoltà per Nohales il maestro Freo continua a ripetere al suo pupillo di non cercare il K.O., di continuare a fare il suo match. Ma Boschiero parte subito ad inizio ripresa con un preciso destro e gancio sinistro al volto, lo spagnolo si muove molto, prova a evitare gli attacchi, quasi timido nel portare i colpi, mantiene le distanze con jab molto lunghi, che comunque in qualche attimo di eccessiva sicurezza del campione, gli scalfiscono la guardia, arrecandogli  pochi danni.
Nella quarta ripresa cala il ritmo con cui era partito il match, insostenibile probabilmente per tutta la durata dell’incontro. Dopo un primo gancio alla mascella e un secondo ripetuto con estrema precisione Boschiero si avvede della netta difficoltà dell’avversario, segue con una combinazione a due mani che accompagna lo spagnolo all’angolo, gli cedono le gambe, l’arbitro decreta lo stop!
Forse prematura l’interruzione dell’arbitro, forse lo sfidante sarebbe riuscito ad arginare ancora l’italiano per qualche round, ma la storia non si scrive con i se o con i forse. Rimane l’ottima prestazione di Devis “BOOM BOOM” Boschiero che neutralizza così in poco meno di 5 round un avversario troppo elementare e macchinoso da impensierirlo. Sembrava a tratti poco più che una seduta di guanti per il campione che comunque conferma l’alto valore.
A fine match viene intervistato Boschiero il quale esprime tutta la sua felicità davanti le camere della rai, e non nasconde la voglia di puntare a qualcosa di più prestigioso che sicuramente rientra tra le sue corde,  probabilmente non è molto lontano il confronto con il re d’Europa dei superpiuma il temibile bielorusso Sergey Gulyakevich (+26-1=0).

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi