Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Bravi i pugili laziali a Ostia | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Bravi i pugili laziali a Ostia

E’ la prima delle cinque gare internazionali con il titolo “Cinque Nazioni nella Provincia” ideato e organizzato da Alberto Chiavarini, presidente dell’ A.S. Ostia Mare. In pratica si è trattato di una sfida, tra l’altro una rivincita, tra pugili del Lazio e un gruppo austriaco proveniente dal BoxClub Dolbirn. Il Padiglione dello Sport di Ostia ha così riaperto i suoi gloriosi battenti per dare luogo a 9 match che hanno visto prevalere i pugili di casa con 8 vittorie e un pari.

biagiotti-obradovic1.JPG

La serata era aperta da un incontro fuori gara tra due medi.. Inizia bene Giusti, ma Malgarini, più continuo e incisivo, reagisce e prende in mano le redini del match, siglate anche da un conteggio subito dal pugile di Corviale. Lazio-Austria inizia con Biagiotti, gioiellino della Team Boxe di Mattioli e Ascani. Lo Junior della Montagnola, in guardia destra, sciorina con disinvoltura il suo non indifferente repertorio di fronte a Obradovic, al quale rimane la magra consolazione di aver mostrato un buon coraggio. Più equilibrato il match tra Angelocore e Henninger. L’allievo di Sordini ruba in varie occasioni il tempo ad un avversario che non concede tregua. L’ultima ripresa è un piccolo capolavoro del pugile laziale che detta legge con il sinistro, che trova spesso il volto dell’avversario. Al termine di questo match c’è un piccolo giallo. Il verdetto è assegnato all’austriaco tra le proteste del pubblico. Ricontrollati i cartellini veniva ristabilita la verità con il successo di Angelocore.

angelocore-henninger1.JPG

Ricci è ancora un Cadetto, ma ha la padronanza sul ring di un veterano. Il suo diventa un monologo che Gieselbrecht cerca di spezzare di tanto in tanto. Tra Macaro e Kolb si tratta di rivincita, avendo il pugile di Cisterna perso all’andata. Macaro ce la mette tutta per portare il match a corta distanza, spazio a lui più congeniale. Non la pensa così Kolb che sfrutta bene il suo maggiore allungo ed evita con un buon gioco di gambe gli scambi. La parità trova tutti d’accordo. Nel match successivo Stronati porta a casa una preziosa vittoria su Gagiev. L’allievo di Pancione tiene costantemente l’iniziativa, anche se gli scambi trovano bella consistenza solo nell’ultimo round. De Carolis sembra avere fretta assalendo Turtscher fin dall’inizio. L’austriaco “sente” i colpi pepati dell’allievo di Mattioli e s’industria ad arrivare alla fine del combattimento. Cianfrocca si accorge subito di avere un avversario da prendere con le molle. Ado Andelic incassa e reagisce con durezza. La generosità del pugile di Torre Maura non conosce ostacoli e lo dimostra nell’ultimo round con una pesante serie che costringe al conteggio il quotato avverasrio e convalida il suo meritato successo. Cataldo, dopo la brillante vittoria prima del limite su Cima, conferma il suo buon momento superando Becker, punta di diamante della comitiva austriaca. L’incontro entusiasma e scivola via tra capovolgimenti e scambi serrati. Il sinistro di Cataldo nell’ultimo round trova la strada e si abbatte con durezza sul volto di Becker che accusa e perde. Chiudono la serata i supermassimi. Cogliano comincia al piccolo trotto aspettando il momento opportuno. Al terzo round il pugile romano rompe gli indugi e per Andelic sono dolori. Le bordate al corpo sfiancano l’avversario che accusa poi un destro al volto. Il conteggio e la fine del round sembrano liberatori, come liberatorio è l’intervento del dottore che constata un infortunio alla gamba dell’austriaco. Si chiude così la bella serata e Alberto Chiavarini, organizzatore e per l’occasione anche speaker, dà appuntamento a Cecchina per un appetitoso Lazio-Ungheria.

cataldo-sebastiani1.JPG
RISULTATI
Piuma: Maurizio Biagiotti (Team Boxe Roma XI) b. Ivan Obradovic (BoxClub Dornbirn). Welter: Andrea Angelocore (Sordini Boxe Fiumicino) b. Sebastian Henninger (BoxClub Dornbirn). Medi: Mirco Ricci (Sordini Boxe Fiumicino) b. Jurgen Gieselbrecht (BoxClub Dornbirn); Salvatore Macaro (Body Evolution) e Ilja Kolb (BoxClub Dornbirrn) pari. Mediomassimi: Andrea Stronati (Boxe Academy) b. Mikail Gagiev (BoxClub Dornbirn); Giovanni De Carolis (Team Boxe Roma XI) b. Clemens Turtscher (BoxClub Dornbirn). Massimi: Guido Cianfrocca (Olympic Boxe Gym) b. Ado Andelic (BoxClub Dornbirn); Francesco Cataldo (Santa Marinella) b. Andreas Becker (BoxClub Dornbirn). Supermassimi: Max Cogliano (Team Boxe Roma XI) b. Ivo Andelic (BoxClub Dornbirn) rsci 4.
Fuori Torneo- Medi: Malgarini (ASD Kobra Gym Trigoria) b. Giusti (Nuovo Corviale).
Arbitri: Favia(c.r.), Montanini, Marzuoli, Ciafrone.
Medico: dott. Francesco Leonelli.