comitato-esecutivo-del-settore-arbitri-giudici-con-nazzareno-melaIeri, nella Sala Auditorium del Palazzo delle Federazioni Sportive, in viale Tiziano 70 a Roma, si sono svolte le Assemblee Nazionali Ordinarie per il rinnovo delle cariche del Comitato Esecutivo del Settore Tecnici Sportivi e del Comitato Esecutivo del Settore Arbitri/Giudici della FPI per il quadriennio olimpico 2009-2012. 

 

Alle ore 10.00 in punto, in prima convocazione, è iniziata l’Assemblea dedicata al Settore Tecnici Sportivi. Ad introdurre i lavori è stato il Segretario Generale Nazzareno Mela, attualmente Segretario Generale ad Interim della Federazione Pugilistica Italiana, che ha nominato come Presidente il consigliere federale Massimo Scioti, Coordinatore del Settore Tecnici Sportivi della FPI, che, a sua volta, ha ricordato i risultati raggiunti dal settore nel quadriennio precedente, che rappresentano il punto di arrivo di un processo che è partito dalle palestre, fonti inesauribili di risorse, da cui tutto prende vita.

Il Segretario Generale ha poi portato il saluto del Presidente della FPI Franco Falcinelli e del Consiglio Federale, assenti in quanto impegnati a Milano per l’ultimo saluto al dirigente federale Francesco Scaramuccia. Per onorare la memoria del consigliere federale, scomparso in questi giorni, l’Assemblea ha poi osservato un minuto di silenzio.

 

Operativa fin dalle prime ore del mattino, la Commissione Verifica Poteri, composta dalla Corte d’Appello Federale, presieduta dall’Avv. Alberto Marani Toro, dal Vicepresidente Avv. Mauro Pantano e dagli altri membri Avv. Guido Marimonti e Avv. Carlo Testa, ha poi riferito il numero dei presenti, 60, rispetto ai 125 aventi diritto al voto.

comitato-esecutivo-del-settore-tecnici-sportivi

A prendere la parola per primi, nei cinque minuti previsti per ogni intervento, sono stati alcuni candidati a componenti del Comitato Esecutivo del Settore Tecnici Sportivi. I tecnici sportivi che si sono contesi l’ambito posto nell’organigramma federale sono stati: Giulio Coletta, Francesco Cutruzzulà, Adriano Krapez, Augusto Lauri, Luigi Meligrana, Alberto Mura, Antonio Pancione, Emilio Pisani, Antonio Portoghese, Pierino Ruga, Domenico Virton, Antonio Zonfrillo e Vito Vilardo. 

Il potenziamento dell’attività giovanile e dei corsi di aggiornamento, il ricambio generazionale dei tecnici, la maggiore collaborazione tra le realtà regionali, che richiedono di essere messe più in luce, e quelle nazionali, la formazione ed l’inserimento più efficace del pugilato nell’ambito della scuola sono stati i punti fondamentali degli interventi dei candidati. A testimoniare il grande lavoro svolto in questi anni sono stati anche Antonio Raspugli, Enrico Paganini ed i due ex campioni del mondo del professionismo, oggi tecnici sportivi, Alessandro e Massimiliano Duran, che hanno sottolineato quanto gli insegnanti siano, in primis, educatori dei valori del pugilato, che devono lavorare con tutte le loro energie per il benessere dei pugili.

 

Un compito non facile ma che i quattro nuovi componenti del Comitato Esecutivo del Settore Tecnici Sportivi si sono ripromessi di portare a termine nel prossimo quadriennio e di farlo nel migliore dei modi. Concluse le votazioni, allo scrutinio delle schede, accanto alla Corte d’Appello Federale, hanno partecipato, su nomina del Presidente dell’Assemblea Scioti, due volontari: Stefano Sinacore e Fabio Pignataro. Con 29 voti su 60 votanti, i primi due tecnici ad essere eletti sono stati il lombardo Augusto Lauri, che, nel suo intervento, ha ribadito di voler dare più voce agli insegnanti, gratificandoli con la continuazione del punteggio di merito, fondamentale anche se non legato ad alcun contributo economico, ed il sardo Alberto Mura, assente. A seguire, con 24 voti il terzo componente eletto è stato il toscano Emilio Pisani, grande sostenitore di una maggiore sinergia tra i tecnici, anche attraverso incontri periodici con il Comitato Esecutivo, affinché venga data a questi maggiore considerazione soprattutto in merito a decisioni importanti. Un ex aequo tra il piemontese Domenico Virton e l’emiliano Vito Vilardo, ha portato al ballottaggio tra i due, alla fine del quale, con 24 voti, è stato eletto Virton. I voti andati al tecnico Vilardo sono stati 10. Un’elezione nel segno del rinnovamento. I nuovi componenti sono infatti subentrati agli uscenti Francesco Cutruzzulà, Antonio Zonfrillo, Giovanni Moscatelli e Pierpaolo Burruni. 

A chiudere i lavori dell’Assemblea è stato il Prof. Scioti che si è complimentato con gli eletti: “Con loro formeremo una grande squadra che avrà il compito di dare indicazioni su iniziative e decisioni di rilievo che solo il Consiglio Federale potrà poi deliberare. L’impegno è massimo e le nostre capacità di stare al servizio della categoria serviranno a dare voce alle varie realtà territoriali, che in questi anni hanno potuto contare su un programma di formazione e aggiornamento che spero  possa sempre di più essere alimentato”.

 

Nel primo pomeriggio, a partire dalle ore 14.00 in prima convocazione per proseguire alle ore 15.00 in seconda convocazione, ha avuto inizio l’iter elettorale che ha portato all’elezione dei due componenti il Comitato Esecutivo del Settore Arbitri/Giudici della Federazione. Anche in questo caso il primo a prendere la parola è stato il Segretario Generale Nazzareno Mela che ha nominato Presidente dell’Assemblea il consigliere federale Angelo Musone, Coordinatore del Settore Arbitri/Giudici della FPI, per poi portare il saluto del Presidente Falcinelli e far rispettare un minuto di silenzio per Francesco Scaramuccia. Alle parole commoventi dell’arbitro Giovanni Fiorentino, che ha voluto ricordare l’amato consigliere federale, sono seguiti gli interventi di rito dei cinque candidati al Comitato Esecutivo del Settore Arbitri/Giudici per i prossimi quattro anni: Massimo Barrovecchio, Renato Mosella, Giuseppe Quartarone, Francesco Rega e Giosuè Vitagliano. Su 39 aventi diritto al voto, gli arbitri/giudici presenti sono stati 36. A loro il compito di eleggere i due componenti mancanti della rosa del settore composta già dal nuovo coordinatore Angelo Musone, subentrato a Giuseppe Minutoli, e dai due arbitri/giudici riconfermati, Piergiorgio Licini e Albino Foti. Con 28 voti è stato riconfermato anche l’emiliano Giuseppe Quartarone, che nel suo intervento si è reso disponibile a continuare a dare il suo contributo ad un settore che deve ripartire da una maggiore trasparenza delle decisioni prese, delle informazioni che devono essere rese pubbliche per coinvolgere tutti gli arbitri/giudici, ai quali andrebbe riservato, come accade a livello internazionale, un premio a fine anno. Ad aver ricevuto il maggior riconoscimento a livello mondiale è stata la news entry del Comitato Esecutivo del Settore Arbitri/Giudici, l’arbitro professionista internazionale Massimo Barrovecchio, che nel 2008 è stato eletto il “Miglior Arbitro WBC”. Con 20 voti l’arbitro romano, fra i cinque italiani che rappresentano l’Italia a livello internazionale, facendo parte della Commissione Europea della WBC, ha messo a segno un altro colpo nella sua lunga e rinomata carriera, avendo come obiettivo quello di trasferire la sua esperienza all’estero ai colleghi italiani, al fine di contribuire a formare una commissione che sia altamente tecnica, professionista e professionale.

 

I problemi da risolvere, però, sono ancora molti. E se all’estero gli arbitri/giudici italiani godono di ottima fama, in Italia le scarse risorse economiche e la mancanza quindi di operatività di molte ed importanti iniziative, come ad esempio gli stage di aggiornamento, da anni portate avanti, come sottolineato dal componente uscente Giosuè Vitagliano, sembrano ostacolare un settore che ha bisogno di valorizzare nuovamente la sua immagine, partendo dalla consapevolezza di un ruolo che va preservato e rispettato. “Non si può diventare grandi arbitri o giudici – ha ricordato Piergiorgio Licini –  senza tener conto delle piccole cose, come la puntualità nei servizi o l’impeccabilità della divisa”.

Le premesse sono buone e la volontà di sicuro farà la differenza in un futuro che, nel segno del miglioramento, garantirà continuità al passato ed al lavoro svolto.

 

 

Michela Pellegrini

Ufficio Comunicazione FPI

Di Alfredo

Un pensiero su “Comitato Esecutivo Settore Tecnici Sportivi e del Settore Arbitri/Giudici”
  1. noi del lazio a casa nostra abbiamo registrato 12 assenti una vergogna.poi si parla tanti parolieri ma pochi che cantano.dedicando 2 ore i nostri canditati passavano con facilita e mo attaccamose ar ca…….

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi