A Saint-Vincent è in corso fino a giovedì il trentacinquesimo congresso annuale dell’International Boxing Federation. Il congresso non è aperto al pubblico, ma è riservato a campioni, dirigenti, organizzatori, arbitri, giudici e agli altri protagonisti dell’universo pugilistico che lavorano con l’IBF. “E’ la prima volta in 35 anni che il nostro congresso si svolge in Italia, una nazione in cui siamo sempre stati molto attivi – commenta il presidente dell’IBF Daryl Peoples – e che ci ha dato campioni come Gianfranco Rosi, che ha vinto e difeso il nostro titolo mondiale dei pesi superwelter dal 1989 al 1994. In due occasioni, Rosi lo ha difeso proprio a Saint-Vincent”.

A rappresentare l’Italia, anche il presidente dell’Opi Since 82 Salvatore Cherchi che quando presiedeva l’Opi 2000 ha organizzato grandi eventi con l’IBF come i due mondiali di Michele Piccirillo contro Cory Spinks per il titolo dei pesi welter a Campione d’Italia, i due mondiali dei pesi supermosca di Simona Galassi a Cagliari e Vicenza e il mondiale dei pesi mosca di Andrea Sarritzu (sempre a Cagliari).  

“Sono onorato di lavorare con l’IBF – commenta Salvatore Cherchi – e di aver contribuito a portare per la prima volta il loro congresso in Italia. In ordine di tempo, il mio ultimo campione IBF è stato il peso massimo Carlos Takam che ha vinto il titolo intercontinentale a Macao e poi ha sfidato il campione del mondo Anthony Joshua al Millenium Stadium di Cardiff (in Galles) di fronte a 78.000 spettatori.”  

Durante il congresso, si svolgeranno seminari di formazione ed altri eventi. Uno degli eventi più attesi è il cocktail con i campioni, che si terrà martedì 29 maggio. E’ prevista la partecipazione di pugili del passato come Francesco Damiani, Michele Piccirillo, Paul Malignaggi e di fuoriclasse dei giorni nostri come Emiliano Marsili, l’imbattuta campionessa del mondo dei pesi supermosca Debora Dionicius e l’ex campione del mondo dei pesi piuma piuma Lee Selby. Proprio a Lee Selby sarà consegnato il premio intitolato all’ex campione del mondo dei pesi massimi (negli anni 50 del secolo scorso) Jersey Joe Walcott che l’IBF considera il suo riconoscimento più prestigioso. Per meritarlo, dal 2015 al 2018, Lee Selby ha difeso con successo quattro volte il titolo dei pesi piuma (perdendolo alla quinta difesa, il 19 maggio scorso). Lee Selby ritirerà il premio nel corso del banchetto che avrà luogo giovedì 31 maggio e che chiuderà il congresso. L’argentina Debora Dionicius sarà premiata come campionessa dell’anno: ha vinto il titolo nel novembre 2012 e lo ha difeso dodici volte. Il combattimento maschile dell’anno è quello tra Anthony Joshua e Wladimir Klitschko, mentre il combattimento femminile è quello tra Ana Esteche e Celeste Peralta. Saranno premiati anche i pugili che competono nelle varie divisioni dell’IBF come l’United States Boxing Association.

“L’IBF è orgogliosa dei suoi campioni – spiega il presidente dell’IBF Daryl Peoples – e siamo onorati di celebrare le loro carriere e i loro trionfi durante il nostro annuale banchetto di chiusura dei lavori congressuali. Questi uomini e queste donne lavorano duramente per raggiungere il successo e il premio che riceveranno è meritato.”

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi